Idee per la pavimentazione della cucina

Scegliere la giusta pavimentazione ti permetterà di godere appieno della cucina.

Per la pavimentazione della cucina è necessario un pavimento durevole, facile da vivere e di bell’aspetto. Se stai rinnovando la tua casa e hai bisogno di qualche consiglio per la pavimentazione della cucina, queste idee ti aiuteranno nel tuo prossimo progetto.

Quando si tratta di pavimenti, il budget è un fattore chiave; il vinile è una buona scelta per chi è attento ai costi, ma il legno lavorato è un investimento maggiore.

Prendi in considerazione le dimensioni dello spazio. In una cucina piccola, per esempio, piastrelle più grandi significano meno linee di stuccatura, quindi l’area sembrerà più grande.

Pavimentazione della cucina: piastrelle

Le piastrelle in porcellana sono molto facili da mantenere, quindi sono un’ottima scelta per la cucina.

Di solito sono meno costose della pietra o della ceramica, richiedono meno attenzione della pietra e sono più resistenti della ceramica. Ci sono anche molte opzioni di colore per la stuccatura. Inoltre, i colori medio-scuri funzionano meglio sui pavimenti perché la sporcizia si può incrostare.

Disponibile in una vasta gamma di colori, texture e dimensioni, è facile ottenere il look che si desidera con le piastrelle in porcellana. Ciò vale per un tocco contemporaneo, uno stile rustico o vintage. In una cucina piccola, le tonalità chiare della porcellana incoraggeranno la luce a riflettere intorno, facendo sembrare lo spazio più grande.

La tecnologia moderna significa che la porcellana è ora abbastanza resistente da poter essere usata anche all’esterno, quindi è ideale anche per una cucina che dà su un giardino.

Pro

  • Resiste alle macchie
  • Leggera e facile da maneggiare
  • Può essere posata in forme creative – come esagoni e rettangoli – e diversi modelli di posa, per esempio, dritto, mattone, parquet e spina di pesce, per creare l’aspetto desiderato
  • I bordi possono essere aggiunti per una maggiore definizione

Contro

  • Spesso fredda sotto i piedi, quindi funziona meglio con il riscaldamento a pavimento
  • Dovrai tenere conto degli sprechi, quindi aggiungi un 10% in più alle misure, arrotondando alla casella successiva

Pavimentazione della cucina: vinile

C’è un vinile per ogni budget, da meno di 10 sterline al mq alle piastrelle in vinile di lusso (LVT). Quest’ultime sono progettate con diversi strati di “cuscino” per una sensazione più morbida e una maggiore durata.

Il vinile è una scelta molto pratica perché è progettato per resistere a tutti gli utilizzi della vita quotidiana. Le cucine sono il cuore della casa e la pavimentazione deve fornire una base solida che quasi si prende cura di se stessa. Per non farsi prendere dal panico per le fuoriuscite, le pentole cadute, l’acqua, le perdite e il calore, bisogna scegliere un pavimento molto resistente come il vinile o l’LVT.

Le grandi tendenze di quest’anno sono il look in pietra o cemento. Questi erano ottenibili solo con una spesa enorme, ma ora gli LVT possono creare l’aspetto desiderato con una sensazione extra di appeal e comfort.

Pro

  • Enorme scelta di stili e prezzi
  • Può essere posato da un discreto fai da te, su piastrelle di ceramica o porcellana esistenti
  • Caldo sotto i piedi
  • Ottimo per l’acustica e per ridurre l’eco in una cucina più grande
  • Facile da sostituire quando si desidera un nuovo look
  • Molto indulgente se sei un cuoco maldestro. È meno probabile che i piatti si rompano sul vinile che sulla porcellana

Contro

  • Idealmente, il pavimento sottostante deve essere completamente piatto e liscio. Gli urti si rifletteranno sulla superficie del pavimento. Julia Trendall, esperta di pavimentazione di Benchmarx Kitchens, di solito raccomanda una variazione di non più di 3 mm, su una distanza di tre metri. Potrebbe essere necessario posare un composto livellante, in genere è un lavoro per un installatore professionista di piastrelle in vinile
  • Controllare l’umidità prima di posare il vinile. Potrebbe essere necessario posare una membrana a prova di umidità o uno strato soppressore di umidità, ma chiedi un consiglio professionale a un’azienda specializzata

Pavimentazione della cucina: laminato

Le nuove tecnologie fanno sì che sia difficile distinguere alcuni laminati dai pavimenti in legno duro, il che significa che puoi avere l’aspetto premium e i vantaggi di una maggiore durata con una spesa inferiore.

I pavimenti in laminato sono fatti da strati di MDF (pannello di fibra a media densità) impressi con un motivo realistico, seguiti da una superficie resistente e, idealmente, resistente ai graffi e alle macchie.

Il problema più grande è l’acqua. Il laminato può essere rovinato dalla più piccola quantità di liquido, anche solo dalle scarpe bagnate o dal lavaggio dei piatti. Quindi cerca un marchio che utilizzi un sistema idro-sigillante. Ciò estende la vita del prodotto tenendo fuori l’acqua. Aiuta a prevenire che l’acqua penetri oltre lo strato superiore e si infiltri nell’MDF, che si espanderà.

Pro

  • Buone opzioni a basso costo disponibili
  • I design moderni hanno un aspetto molto realistico e assomigliano al “vero” legno, alla pietra o anche al cemento
  • Una scelta facile per una cucina più piccola, o una che non ha molto traffico.
  • Abbastanza facile da installare e riprendere quando hai voglia di cambiare

Contro

  • Lo strato del motivo può consumarsi rapidamente, quindi scegli la migliore qualità che puoi permetterti
  • Fallo montare da un professionista, se possibile. La finitura può fare la differenza, anche per un laminato più economico
  • Non è ultra resistente e si rovina facilmente con l’acqua

Pavimentazione della cucina: legno

I pavimenti in vero legno sono sia belli che pratici, ma opta sempre per il legno massiccio, dice Peter Keane, direttore di The Natural Wood Floor Company.

I pavimenti in legno composito resisteranno ai cambiamenti di temperatura e umidità, grazie al modo in cui sono costruiti. Lo strato superiore della tavola è vero legno duro, mentre gli strati sottostanti di compensato forniscono resistenza dimensionale e stabilità. È anche adatto all’uso con il riscaldamento a pavimento, ma controlla sempre prima con i produttori.

È anche molto versatile. Ottieni un look rustico con tavole larghe e un legno con molte variazioni, oppure opta per una finitura snella con una venatura più stretta. Potresti prendere in considerazione i pavimenti in legno rigenerato. Ciò non è solo eco-consapevole, ma introduce un fascino autentico in cucina. Nessun pezzo di legno è identico e quindi nessuna cucina con legno di recupero lo sarà.

Tuttavia, tieni a mente i problemi di umidità, espansione e contrazione, e non aspettarti la perfezione.

pavimentazione della cucina legno

Pro

  • Le superfici dure e lucide della cucina vengono immediatamente ‘ammorbidite’ con un pavimento in legno, dando alla stanza un equilibrio e rendendola più accogliente
  • Le impronte e le fuoriuscite di fango si risolvono facilmente con uno straccio delicato e un detergente apposito
  • Un pavimento in legno composito può essere levigato e rifinito numerose volte nel corso della sua vita, in modo da poter creare un nuovo look se si vuole
  • La maggior parte dei pavimenti in legno sono montati come pavimenti flottanti e hanno bisogno di una superficie asciutta e piana sotto di loro

Contro

  • Avrà bisogno di manutenzione. Scegli una finitura laccata; è più resistente dell’olio e protegge il legno a livello della superficie, quindi liquidi e macchie vengono respinti
  • Ci può essere una variazione naturale da tavola a tavola, particolarmente evidente in un grande spazio.
  • Dovrai mantenere la vostra cucina ben ventilata. Il legno si espande e si contrae naturalmente con l’aumento e la diminuzione del calore e dell’umidità. Il calore e il vapore della cottura possono causare grandi fluttuazioni in cucina. Tieni sotto controllo questi cambiamenti per assicurarti che il tuo pavimento in legno rimanga in condizioni ottimali. Monta un aspiratore e apri una finestra quando cucini

Pavimentazione della cucina: lino

Il linoleum – o lino in breve – è un’autentica aggiunta alla cucina in qualsiasi casa d’epoca ed è una buona scelta se si favoriscono materiali naturali e sostenibili. Inventato in epoca vittoriana, è fatto con un sottoprodotto del legno, calcare macinato, sughero in polvere, pigmenti, iuta e olio di lino.

La maggior parte di noi ha familiarità con quel disegno vintage a scacchiera in bianco e nero, ma il lino è ora disponibile in una vasta gamma di colori e modelli. È disponibile su un rotolo – per questo si raccomanda un montaggio professionale – o in singole piastrelle, che sono abbastanza facili da posare da sole.

Pro

  • Facile da pulire, basta passarci sopra un panno umido
  • Una grande opzione economica, specialmente se ti piace cambiare idea ogni due anni
  • Tanti modelli disponibili: legno, geometrico, persino floreale
  • Vasta gamma di qualità disponibili
  • Minima preparazione del sottofondo necessaria, nessun test di umidità necessario
  • Le piastrelle di lino possono essere sostituite rapidamente se danneggiate

Contro

  • Da evitare se hai cani (a causa dei loro artigli) ed evitare di indossare tacchi alti in casa. L’alta pressione in una piccola area perforerà la superficie
  • Se il sottopavimento è ruvido, si vedrà attraverso. Potrebbe essere necessario posare un massetto in lattice. Chiedi consiglio a un professionista
  • Può strapparsi facilmente

Pavimentazione della cucina: tappeti e runner

I tappeti e le passatoie introducono colore e consistenza in cucina. I colori di tendenza possono essere sperimentati e facilmente spostati o cambiati senza troppi costi o sconvolgimenti. Mike Richardson, direttore generale di Kersaint Cobb, raccomanda un tappeto a strisce per far sembrare più grande una cucina stretta, attirando l’occhio verso i bordi della stanza. Si potrebbe anche scegliere un chevron o un motivo a diamante per creare interesse visivo e distrarre l’attenzione dalle proporzioni limitate. In alternativa, invece, potresti optare per tappeti in grado di dare uno splendido tocco moderno alla cucina.

Pro

  • I materiali naturali non trattengono l’elettricità statica o raccolgono particelle di polvere, quindi sono ottimi per chi soffre di allergie
  • Le stuoie, i tappeti e i runner lavabili possono essere puliti rapidamente con l’aspirapolvere o facilmente messi in lavatrice, specialmente se ci sono bambini piccoli e/o animali domestici in casa
  • I runner e i tappeti sono un’ottima aggiunta per separare le aree nelle grandi stanze, specialmente se si ha una cucina a pianta aperta nella sala di ricevimento
  • I tessuti portano consistenza e calore in una cucina, quindi possono fornire un elegante contrappeso a un look moderno elegante e lucido

Contro

  • Può essere un pericolo di inciampo, quindi fissalo sempre al pavimento con del nastro adesivo per tappeti
  • Troppe stuoie, tappeti e runner possono sembrare disarticolati, quindi scegline uno o due al massimo per valorizzare lo spazio della tua cucina
Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come creare un bellissimo ufficio in qualsiasi spazio della casa

Consigli per una cucina adatta agli animali domestici

Leggi anche
Contents.media