Lavandino del bagno: come pulirlo e mantenerlo immacolato

Fai brillare il tuo lavandino con queste semplici strategie di pulizia.

Nel tempo che intercorre tra la tua routine mattutina e quella serale, il lavandino del bagno raccoglie ogni sorta di disgustoso accumulo. Gocce di dentifricio, macchie di trucco, residui di sapone, macchie di acqua dura e altro ancora possono accumularsi sulla superficie durante il giorno, creando una sporcizia seria che non può essere semplicemente sciacquata via quando ci si lava le mani.

Questo discorso, ovviamente, vale anche per il ripiano stesso del lavabo.

Una pulizia quotidiana con un panno umido o una salvietta di pulizia può aiutare a scoraggiare alcune delle peggiori schifezze, ma si dovrebbe pianificare di fare una pulizia più profonda circa una volta alla settimana. Per un lavandino veramente senza macchie, dovrai affrontare batteri, macchie e odori sgradevoli con l’aiuto di un efficace detergente per il bagno e un po’ di strofinamento.

I migliori strumenti di pulizia per i lavandini del bagno

È possibile pulire la maggior parte dei lavandini del bagno utilizzando uno spray per la pulizia generale del bagno e un panno morbido. Per un’opzione più delicata, utilizza un detergente per piatti delicato o aceto bianco distillato mescolato con acqua per togliere la sporcizia. Potrebbe anche essere necessario un vecchio spazzolino da denti o un’altra piccola spazzola a setole morbide per strofinare intorno al rubinetto e allo scarico.

Per la pulizia quotidiana, tieni un contenitore di salviette per la pulizia multisuperficie o una pila di panni puliti nelle vicinanze in modo da poter facilmente pulire il lavandino ogni sera. Tuttavia, il modo migliore per pulire il lavandino del bagno dipende dal materiale. Per i lavandini di ceramica o porcellana, evita di usare detergenti abrasivi o strumenti come spugne abrasive e spazzole a setole rigide, perché potrebbero graffiare la superficie. I lavandini del bagno in pietra naturale dovrebbero essere puliti solo con un detergente per piatti delicato e acqua o con un detergente per pietra specifico per questo materiale.

come pulire il Lavandino del bagno

Per evitare la corrosione o altri danni alla superficie, non usare mai strumenti abrasivi, prodotti di pulizia duri o ingredienti acidi come aceto o succo di limone. I lavandini del bagno in metallo, compresi quelli in acciaio inossidabile, rame o bronzo, richiedono una pulizia delicata con detergente per piatti delicato e acqua o un detergente progettato per il tipo di metallo per evitare graffi.

Come pulire un lavandino del bagno

Per un facile trucco di pulizia del bagno, lascia che sia l’acqua a fare il lavoro. Riempi il tuo lavandino con qualche centimetro di acqua calda e aggiungi del detersivo per piatti o una tazza o due di aceto bianco. Strofina la miscela intorno al rubinetto. Immergi un panno nell’acqua e pulisci il piano di lavoro. Successivamente, butta nell’acqua i piccoli oggetti che devono essere puliti, come il porta sapone o la tazza del dentifricio. Lascia riposare il tutto per almeno 10 minuti, poi scola il lavandino, sciacqua e asciuga gli oggetti. Asciuga il lavandino e l’acqua rimanente con un panno asciutto. Questa miscela acqua-aceto non è tossica, inoltre l’acidità dell’aceto toglie facilmente i depositi di calcare e la schiuma di sapone.

pulire il Lavandino del bagno

Altrimenti, puoi usare il tuo detergente per superfici preferito per pulire il lavandino. Spruzza l’intera superficie del lavandino e lascia riposare per circa 30 secondi per disgregare la sporcizia prima di pulire con un panno pulito. Per disinfettare il lavandino, usa uno spray disinfettante per bagnare completamente la superficie. Attendi almeno 10 minuti per consentire la disinfezione prima di pulire.

Come pulire lo scarico del lavandino

Lo scarico è la parte più importante del lavandino da pulire. Per prevenire un intasamento, cerca di pulire lo scarico del lavandino del bagno settimanalmente. Rimuovi il tappo di scarico, scarta i detriti che si sono raccolti e risciacqua il tappo prima di sostituirlo. Questo aiuterà a fermare l’accumulo di piccoli detriti nello scarico nel tempo. Mantenere uno scarico pulito eviterà anche che il tuo bagno abbia odori indesiderati. I batteri nello scarico peggiorano nel tempo e potrebbero essere la causa di un bagno puzzolente.

Se hai a che fare con uno scarico lento, rimuovi il tappo e usa l’estremità di una gruccia metallica per rimuovere quanto più possibile l’intasamento. Se rimane, prova a usare uno scovolino biodegradabile e non corrosivo o un detergente domestico come il perossido di idrogeno per ripulire lo scarico. Una volta fatto ciò, approfittane per fare un sano e breve decluttering della casa.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come pulire l’aspirapolvere di casa: consigli efficaci

Giardino in stile mediterraneo: rilassarsi tra colori e profumi

Leggi anche
Contents.media