Tendenze di interior design: lo stile biofilico in casa

Mentre l'uso del design biofilico in tutta la casa potrebbe comportare molto lavoro e investimenti, è possibile incorporare alcuni elementi in modo semplice ed economico.

Una delle tendenze che stiamo vedendo di più quest’anno è lo stile biofilico. Sembra complicato? Ebbene, niente panico: siamo qui con la nostra pratica guida su cos’è e come incorporarlo in casa.

Cos’è lo stile biofilico?

Biofilia si traduce come “amore per la vita”, dal greco bio (vita) e philia (amore).

Quando si tratta di design, però, è usato per significare “amore per la natura”. Non è un concetto nuovo, infatti esiste dagli anni ’80. I cambiamenti nella vita moderna, però, significano che sta davvero iniziando a guadagnare trazione nel mondo del design. Se lavori in un ufficio, durante i mesi invernali potresti fare fatica ad andare all’aperto durante le ore di luce.

È stato dimostrato che la connessione con il mondo naturale e gli oggetti naturali è essenziale per la nostra salute mentale e il benessere generale. Quindi, se non si può uscire, il design biofilico consiste nel portare la natura all’interno. Utilizza elementi di texture naturali come il legno e la pietra, nonché piante vive per creare un ambiente che promuove la tranquillità e la calma.

Come incorporare il design biofilico nella tua casa

Mentre l’uso del design biofilico in tutta la casa potrebbe comportare molto lavoro e investimenti, è possibile incorporare alcuni elementi in modo semplice ed economico. La luce naturale è la pietra angolare di questo concetto, quindi sfrutta al massimo ciò che hai. Considera se hai davvero bisogno di quelle tende ingombranti; potresti toglierle completamente o sostituirle con una tenda pulita per far entrare più luce? Riorganizza la tua stanza in modo che la tua scrivania o la tua poltrona preferita siano il più vicino possibile alla finestra. Se puoi vedere del verde – erba o alberi – dalla tua finestra, anche questo ti aiuterà.

Porta il tuo spazio esterno fino alla finestra, in modo da poterlo vedere dall’interno. Per esempio, se hai un’area pavimentata fuori dalla finestra, aggiungi dei vasi o un piccolo letto rialzato. Piante come l’achillea, l’echinacea e le hostas sono resistenti e a bassa manutenzione e saranno belle per gran parte dell’anno.

Spostandosi all’interno, si possono usare sia elementi diretti di design naturale (come le piante vive) sia elementi indiretti (come materiali naturali come legno, rattan, salice, pietra, canapa, hessian o terracotta). Circondarsi di piante, idealmente all’altezza degli occhi, è stato dimostrato che aumenta la concentrazione e i livelli di energia, e grandi aziende come Amazon e Google stanno raccogliendo la tendenza per aiutare ad aumentare la produttività degli impiegati.

stile biofilico in casa

Illuminazione e forme

Oltre a introdurre elementi naturali, se stai pensando di investire in qualche nuovo mobile, concentrati su forme fluide e curve piuttosto che geometriche. Anche la consistenza è importante, quindi cerca di incorporare molti materiali naturali su sedie, cuscini, tavoli e oggetti che tocchi spesso.

Può essere un po’ impegnativo in inverno, ma se puoi prova ad aprire la finestra per qualche minuto al giorno, perché l’aria fresca dà una sensazione di leggerezza e concentrazione. Infine, mantenere l’illuminazione domestica in linea con la natura ti aiuterà a mantenerti allineato ai ritmi naturali. Per esempio, a meno che non stia facendo qualcosa che richieda un’illuminazione intensa, fai in modo che la tua stanza sia il più buia possibile una volta calata la notte.

Le tendenze, giustamente, vanno e vengono, ma pensiamo che questo sia un concetto che merita di avere longevità e può essere incorporato in altri aspetti dell’interior design.

Scritto da Redazione Online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Individuare i segni di un cablaggio difettoso in casa

Arredamento loft: idee per una casa in stile newyorkese

Leggi anche
Contents.media