Case Passive e Ecocompatibili: il buon vivere ecologico

Il tema ambientale tocca da vicino anche il settore edilizio: ecco quindi cosa c'è da sapere riguardo le case passive e ecocompatibili.

Il tema ambientale è sicuramente uno dei temi più discussi da qualche anno a questa parte. C’è un gran discutere sull’importanza dell’impronta ecologica, ossia dei consumi umani in relazione alla capacità del nostro pianeta di rigenerare le risorse consumate, e di tutto ciò che concerne un vivere più responsabile nei confronti dell’ambiente, per la prima volta, visto nella sua globalità planetaria.

A parte le numerose iniziative che vedono i Paesi di tutto il mondo impegnati in sforzi volti a ridurre le emissioni e i consumi, ognuno di noi può agire nel suo piccolo, basti pensare ai recenti trend che spingono verso l’utilizzo di oggetti di consumo riutilizzabili, come ad esempio le cannucce in metallo.

Il tema ambientale, inoltre, tocca molto da vicino anche il settore edilizio: il governo italiano, ad esempio, favorisce la ristrutturazione di vecchie abitazioni e la costruzione di nuove case e edifici al fine di realizzare il sogno di un panorama edilizio a basso consumo energetico.

In quest’ottica si inseriscono le possibilità edilizie legate al legno e alle celebri case passive. In particolare, Rasom, eccellenza nella realizzazione di case in legno e case passive, lavora incessantemente all’innovazione in questo campo.

Già dal lontano 2001, infatti, gli specialisti Rasom si sono applicati nello studio e nello sviluppo di soluzioni di bioedilizia volte a raggiungere alte prestazioni energetiche per puntare a una casa passiva, ossia un’abitazione in grado di coprire la maggior parte del fabbisogno energetico ricorrendo solo in minima parte a fonti esterne senza rinunciare ad alcun comfort.

Le eccellenti soluzioni costruttive sono anche alla base delle case in legno, progettate e realizzate per qualsiasi clima, dalle fredde vette montane alle più calde località di mare o campagna. Grazie all’attenta pianificazione di ogni abitazione, è possibile dotare tutti gli edifici di isolamenti termici ad hoc in grado di preservare il clima interno sia contro il freddo, sia contro il caldo, accogliendo senza fatica le particolari esigenze estetiche e di design. Del resto, anche l’occhio vuole la sua parte!

L’attenzione per la progettazione, inoltre, non si ferma alla sola dispersione di calore o all’efficace raffrescamento. Per le abitazioni realizzate in città, la casa in legno risulta essere un’ottima scelta in termini di isolamento acustico dai rumori cittadini. Prevista anche la dotazione di un sistema di ventilazione forzata in grado di purificare l’aria immessa in casa, rendendola molto più pura e salubre di quella all’esterno.

Per una vita migliore e maggior cura dell’ambiente, case passive e case costruite con elementi di bioedilizia sono la scelta ideale.

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Arredare un piccolo attico: camere, open space, terrazzo, su cosa puntare?

Come coltivare il glicine in giardino o sul balcone di casa

Leggi anche
Contents.media