Spazi multifunzionali in casa: come sfruttarli al meglio

Se avete spazi multifunzionali in casa, ecco come sfruttarli. Tutti i consigli di stile e design.

E’ noto che diverse tipologie di unità abitative moderne prevedono la presenza di spazi multifunzionali. Ma di cosa si tratta?

Uno spazio multifunzionale è un unico ambiente utilizzato per svolgere funzioni differenti, mentre nelle case di concezione più tradizionale, ad ogni funzione è dedicata una stanza.

Gli spazi multifunzionali si possono trovare sia in piccoli appartamenti (mono o bilocali) che in ampi loft, con una pianta aperta. In ogni caso, trasformare un ambiente in uno spazio multifunzionale può richiedere l’accostamento di elementi appartenenti a categorie eterogenee e quindi risulta divertente trovare un minimo comune denominatore fra loro!

Spazi multifunzionali in casa: Workspace e sala da pranzo

Negli appartamenti di oggi, in cui la zona giorno è un unico grande “open-space”, creare diverse zone funzionali razionalizza lo spazio, che si può così sfruttare al meglio.

Per unire l’area di lavoro alla sala da pranzo bisognerà trovare un buon equilibrio al fine di ottenere un’atmosfera armoniosa e piacevole.

Come sfruttare gli spazi multifunzionali: living room

Bisognerà quindi segliere una postazione di lavoro in una posizione ben illuminata, se i metri quadrati a disposizione lo consentono, posizionando una scrivania sulla quale mettere il computer per lavorare da remoto (con disponibilità di prese elettriche nelle vicinanze). Al centro della stanza, potrà essere posizionato il tavolo da pranzo con le sedie.

Se invece lo spazio a disposizione è limitato, si potrà sfruttare parte del tavolo per organizzare la postazione dedicata all’home working.

Spazi multifunzionali in casa: Soggiorno e camera da letto

Per razionalizzare gli spazi di un piccolo appartamento è utile anche l’unione di camera da letto e soggiorno, anche se sembra un abbinamento bizzarro.

Per la zona notte si può utlizzare un divano letto che si integri facilmente e bene con l’arredo della zona giorno, con il suo mobilio e con il suo stile.

In alternativa si può decidere di sistemare con cura il letto, posizionando cuscini e coperte in modo da ottenere un effetto visivo gradevole anche quando sono visti dal soggiorno.

Come sfruttare gli spazi multifunzionali: zona giorno e notte

Risulterà più semplice integrare le due zone in un unico spazio, se entrambe avranno uno stile simile, con materiali, colori e texture che formano un unico insieme.

Se la stanza a disposizione è poco spaziosa, si potrà dividere la zona notte da quella giorno con un tendaggio che costituisca un originale complemento d’arredo e un filtro leggero e reversibile.

Spazi multifunzionali in casa: Camera matrimoniale e studio

L’ultimo suggerimento sugli spazi multifunzionali in casa riguarda l’abbinamento tra angolo di lavoro (studio) e camera da letto matrimoniale.

Come sfruttare gli spazi multifunzionali: zona notte con scrivania

Trattandosi di due funzioni completamente diverse, sarà necessario selezionare mobili per l’ufficio che si accordino all’arredo della stanza da letto. Sarà esteticamente apprezzabile anche completare l’ambiente con qualche pianta o dei tappeti, che rendano l’ambiente accogliente, caldo e confortevole.

Se lo si desidera, con una parete vetrata si potranno invece separare i due ambienti creando due spazi semi indipendenti.

Scritto da Annalena Vallesi
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le case più belle e lussuose di Leonardo DiCaprio

Tende fai da te: come fare per avere le tende perfette

Leggi anche
Contents.media