Utenze domestiche: ecco alcuni consigli utili per ottimizzare i consumi di gas in casa

Ridurre il consumo di gas in casa non è impossibile ed è molto più semplice di quanto si possa credere

Ridurre il consumo di gas in casa non è impossibile ed è molto più semplice di quanto si possa credere: basta prestare un po’ di attenzione sia nell’osservare alcuni semplici, ma molto utili, accorgimenti, sia nel ricorrere a soluzioni tecnologiche innovative ed efficaci. Ovviamente, occorre considerare, prima di tutto, che il consumo di gas in un ambiente abitativo è dovuto principalmente a fattori climatici: per tale ragione, è fondamentale verificare con attenzione, ed eventualmente implementare, il livello di efficienza energetica della propria casa.

Un altro elemento basilare è costituito dalla scelta del servizio di fornitura del gas. Come evidenziato anche dagli esperti di Offertenergia.it, oggigiorno grazie al mercato libero è possibile scegliere tra una vasta gamma di compagnie energetiche, con la possibilità di orientarsi verso la migliore offerta luce per le proprie esigenze. Per valutare le proposte dei diversi fornitori è bene ricordare che le spese fiscali si equivalgono, tuttavia alcune realtà propongono condizioni più o meno interessanti, tra cui le tariffe biorarie e i prezzi bloccati per uno o due anni.

Un altro sistema efficace per risparmiare sui costi del gas di casa è quello di migliorare l’efficienza energetica dell’immobile, con interventi mirati e opere di ristrutturazione.

Riqualificazione energetica del proprio spazio abitativo

Per chi avesse intenzione di ristrutturare la propria casa, si tratta di una buona occasione per pianificare una serie di interventi di riqualificazione energetica, che spesso permettono anche di accedere ad interessanti incentivi fiscali.

Un ottimo investimento è l’installazione di una caldaia a condensazione, un apparecchio che consente un risparmio di gas notevole, che può arrivare ad oltre il 30%, qualora non fosse possibile sostituire anche i termosifoni con i pannelli radianti, molto più efficaci. Si raccomanda di montare le valvole termostatiche anche laddove non obbligatorie per legge, in quanto consentono di regolare la temperatura in ogni singola stanza e, quindi, di evitare gli sprechi.

È fondamentale anche la manutenzione periodica della caldaia, che deve essere effettuata in base alla normativa di riferimento e al modello del dispositivo stesso, e comunque prima che l’impianto di riscaldamento funzioni a pieno regime. Nei periodi di assenza da casa, si consiglia comunque di spegnerla. In generale, si raccomanda di mantenere e non superare in casa la temperatura media di 19° C / 20° C, ideale per la salute e il benessere e per evitare costi di gestione del riscaldamento molto elevati.

Spesso le dispersioni di calore, e i conseguenti costi di riscaldamento, sono dovuti alle aperture non sufficientemente protette: per risolvere questo problema si consiglia di controllare bene infissi e serramenti e, se necessario, di sostituirli o modificarli.

Qualche semplice suggerimento per ridurre i consumi

Nei locali che vengono usati raramente, ad esempio mansarde, seminterrati, camere per gli ospiti e simili, si raccomanda di lasciare il termosifone spento e di chiudere la porta. Un elemento da prendere in considerazione è inoltre l’uso dell’acqua calda, spesso eccessivo, anche se involontariamente, a causa di piccole perdite o della difficoltà nel regolare con precisione il flusso: in questo caso il consiglio è quello di controllare bene la rubinetteria e di installare eventualmente un riduttore di flusso ai rubinetti che si utilizzano più spesso.

L’abitudine di aprire le finestre per cambiare aria agli ambienti è senza dubbio benefica per la salute, tuttavia nei mesi in cui il riscaldamento è acceso si raccomanda di mantenere l’apertura per una decina di minuti al massimo e di farlo prima che il riscaldamento sia in funzione, ad esempio la mattina presto. Naturalmente, anche la cucina è responsabile di un consumo di gas, anche in questo contesto per ridurre gli sprechi si raccomanda di scegliere pentole e padelle di diametro ideale in base al fornello e di evitare, quando possibile, le cotture molto prolungate.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La classifica dei lavori di giardinaggio più soddisfacenti

Lucine natalizie: come disporle sull’albero nel modo perfetto

Leggi anche
Contents.media