Arredare la camera da letto: qualche consiglio per non commettere errori

La camera da letto è uno spazio molto importante in ogni casa, per questo è fondamentale arredarla in maniera elegante ma funzionale.

La camera da letto è uno spazio molto importante in ogni casa, perché permette di riposare e trascorrere del tempo in totale relax. Proprio per questo, è fondamentale arredarla in maniera elegante ma funzionale, coniugando la razionalizzazione degli spazi al gusto nella scelta dei complementi d’arredo e degli accessori.

Lo stile

La prima cosa che bisogna fare, per arredare (o rinnovare) una camera da letto, è scegliere lo stile. Così come le altre stanze, anche la camera da letto può essere strutturata secondo i dettami di uno stile particolare. Ad esempio, molto gettonate sono le camere da letto moderne, caratterizzate da pochi arredi dalle linee minimali e dal letto come protagonista, in genere personalizzato da una testiera morbida o con dettagli scenografici. Un’altra moda recente suggerisce di arredare le camere da letto secondo lo stile scandinavo (o nordico). In questo caso, la scelta dei mobili e del letto si basa sull’equilibrio tra l’ambiente esterno e gli spazi interni. Ciò significa prediligere colori chiari, dettagli pastello, materiali naturali e poco lavorati, e ampie vetrate per limitare l’utilizzo della luce artificiale. Decisamente contrapposto a questi due stili, è l’arredo barocco: in questo caso gli elementi principali sono i dettagli preziosi, le tende ricamate, il letto a baldacchino e il lampadario scenografico al di sopra del letto.

Il colore

Anche il colore della camera da letto è un elemento da non sottovalutare. Per prima cosa, bisogna considerare se si tratta di un rinnovo della camera da letto oppure si ha intenzione di arredare da zero. Nel primo caso, non si può prescindere dai colori già presenti, come quelli dei mobili o del pavimento. In ogni caso, è bene ricordare che i colori hanno diversi effetti sulle persone. I colori scuri, infatti, sono energizzanti, mentre quelli più chiari e tenui rilassano e contribuiscono a conciliare il sonno. Le sfumature naturali, come le tonalità del marrone o del verde, ad esempio, trasmettono tranquillità perché ricordano l’ambiente esterno. Il bianco, invece, può avere diversi effetti a seconda delle tonalità scelte; un bianco ottico, freddo, contribuisce a creare un ambiente elegante ma non favorisce il rilassamento, mentre il color panna ha un effetto calmante.

I mobili principali

Per scegliere il letto e l’armadio occorre non solo considerare il proprio gusto e lo stile scelto, come spiegato, ma anche lo spazio a disposizione. Ad esempio, se l’area è piuttosto grande e non si amano molti mobili, è possibile puntare su un letto ampio da posizionare al centro della stanza e/o un armadio capiente, come ad esempio una cabina armadio. Invece, se la camera è piccola, è fondamentale ridurre gli arredi puntando all’essenziale. Una soluzione utile potrebbe essere quella di puntare sul letto-contenitore. Gli armadi, in questo caso, dovrebbero avere delle linee pulite e minimali, in modo da non appesantire l’effetto finale. Inoltre, bisogna scegliere tra ante scorrevoli oppure ante battenti. La seconda scelta è più romantica e classica, ma l’apertura delle ante potrebbe rendere i movimenti più difficili, specialmente se l’armadio è posizionato troppo vicino al letto oppure in corrispondenza di porte e finestre.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Piastrelle per la casa: importanti fattori da considerare

Ennio Morricone: la casa del maestro a Roma

Leggi anche
Contents.media