Decalcificatore/addolcitore: a cosa serve?

Il decalcificatore è la soluzione ottimale per rimuovere il calcare dall’acqua particolarmente dura che proviene direttamente dal rubinetto di alcune case.

Il decalcificatore, conosciuto anche con il nome di addolcitore, è la soluzione ottimale per rimuovere il calcare dall’acqua particolarmente dura che proviene direttamente dal rubinetto di alcune case. Infatti, non tutta l’acqua che sgorga dai rubinetti è uguale in tutte le zone di Italia. In alcuni luoghi potrebbe essere particolarmente ricca di Sali minerali che, cristallizzandosi, formano il calcare.

La scelta dell’addolcitore

Come spiegato, per risolvere i problemi dell’eccesso di calcare è necessario avvalersi di un addolcitore domestico. Tuttavia, esistono diversi modelli tra cui scegliere, pertanto non è facile acquistare il modello più confacente alle proprie esigenze. Bisogna considerare, in primo luogo, la quantità di acqua di cui si necessita quotidianamente. Sicuramente il fabbisogno di una famiglia composta da 2-4 persone è diverso rispetto a quello di una famiglia particolarmente numerosa, oppure di una villetta bifamiliare. Infatti, esistono anche modelli di addolcitori capaci di soddisfare le esigenze di più nuclei familiari contemporaneamente. Questo influisce sulla scelta di modelli di decalcificatore più o meno grandi. In più, è fondamentale tenere in considerazione il grado di durezza dell’acqua proveniente dal rubinetto. Più l’acqua è dura, maggiormente performante deve essere il dispositivo. Questo valore, è espresso in °f, ovvero in gradi francesi, ed è reperibile sul sito web del gestore dell’acqua. Generalmente, è possibile distinguere tra l’addolcitore cabinato, di dimensioni più compatte, adatto agli spazi più ridotti; ed i decalcificatori dotati di doppio corpo, cioè con il corpo per la salamoia separato da quello delle resine. Quest’ultimo è sicuramente più ingombrante, ed è particolarmente indicato per le palazzine oppure per chi ha uno spazio esterno come un box dove posizionarlo. In ogni caso, è sempre preferibile optare per un modello di ottima qualità, capace di durare nel tempo, come il decalcificatore Culligan.

Perché è importante rimuovere il calcare?

L’acqua priva di calcare ha diversi vantaggi, sia per quanto concerne il proprio benessere, sia per la pulizia della casa e l’utilizzo degli elettrodomestici:

  • Meno interventi di manutenzione: l’acqua calcarea si accumula nelle tubature, compromettendo il normale funzionamento degli elettrodomestici come la lavastoviglie, la lavatrice e la caldaia. Se nelle tubature scorre, invece, acqua addolcita, non c’è bisogno di effettuare particolari interventi di manutenzione.
  • Consumi ridotti: l’acqua particolarmente dura, oltre a compromettere la funzionalità e l’efficienza degli elettrodomestici che funzionano con l’acqua, influisce anche sui consumi in bolletta. Questo perché gli accumuli di calcare sforzano di più l’elettrodomestico, che richiede, pertanto, un consumo di corrente maggiore per funzionare al meglio.
  • Capelli più sani: lavare i capelli con acqua ricca di calcare li rende più deboli e sfibrati, nonché meno lucenti. Spesso ci si accorge che i capelli rimangono facilmente sulla spazzola, oppure, dopo il lavaggio, nella doccia. Utilizzando l’acqua addolcita, invece, ciò non accade, ed i capelli appaiono subito più forti e luminosi.
  • Stop alle irritazioni cutanee: molte volte l’acqua dura è responsabile di irritazioni cutanee, secchezza della pelle e arrossamenti. L’acqua addolcita, invece, consente di avere una pelle più morbida e riduce il rischio di rossori.
  • Bucato più morbido: quante volte capita di togliere il bucato dalla lavatrice ed accorgersi che i capi sono sfibrati e ruvidi al tatto? Anche in questo caso, la causa potrebbe essere l’eccessiva presenza di calcare. L’acqua senza calcare, invece, rende i tessuti più morbidi e li preserva per più lavaggi.
  • Stoviglie più pulite: sia lavare i piatti a mano sia utilizzare la lavastoviglie potrebbe essere un problema se si utilizza acqua dura. Questo, perché il calcare causa incrostazioni e patine difficili da rimuovere anche con i lavaggi successivi e l’utilizzo di detergenti appositi. Utilizzare acqua addolcita, invece, oltre ad influire sul consumo dei detergenti per le stoviglie, permette di ottenerle risultati migliori con piatti, bicchieri e posate più brillanti.
Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

St Ives in Cornovaglia: il luogo più felice per vivere in Gran Bretagna

Quanto spazio abitativo può avere una casa nel Regno Unito di 231mila sterline?

Leggi anche
Contents.media