Lampade per coltivazione: preziosi consigli per la casa

Queste luci imitano la luce del sole fornendo uno spettro completo di impostazioni luminose. Ecco come sceglierle e usarle in modo corretto.

Le lampade per coltivazione possono essere estremamente importanti per la vostra casa. Ora che le giornate si accorciano, la luce naturale può essere più difficile da ottenere, per voi e per le vostre piante. Sebbene si possa pensare che la soluzione migliore sia ammassare le piante nell’unica zona della casa sempre soleggiata, c’è una soluzione più semplice e meno affollata da adottare: le luci di coltivazione.

Se non le conoscete, queste luci imitano la luce del sole fornendo uno spettro completo di impostazioni luminose e non. Quindi, a seconda del tipo di luce solare di cui la vostra pianta ha bisogno per crescere, una luce di coltivazione può occuparsene. Ma c’è un’avvertenza da ricordare, ed è probabilmente l’unica cosa che state sbagliando se avete una lampada da coltivazione ma non avete ancora avuto successo: mettere una luce di coltivazione troppo vicina a una pianta può essere dannoso, non utile.

La maggior parte delle luci di coltivazione deve trovarsi a una certa distanza per essere efficace. Assicuratevi di leggere le indicazioni della vostra luce di coltivazione per capire bene come posizionarla! Prendete nota delle vostre condizioni di luce con l’avanzare dell’anno per capire dove potreste aver bisogno di una o due lampade, e continuate a leggere per altri consigli da ricordare.

Le migliori lampade per coltivazione da acquistare

Le luci a spettro completo sono le migliori perché saranno anche un po’ più facili da usare per gli occhi. Le luci rosse e blu hanno una tonalità violacea e possono risultare strane se accese per lunghi periodi di tempo. Tuttavia, se la luce sembra troppo simile a una normale lampada da lettura, potreste essere tentati di puntarla dove è più comodo per voi invece che per la vostra pianta. Assicuratevi quindi di puntarla di nuovo verso la vostra pianta quando avete finito.

Lampade per coltivazione piante casa

Per quanto tempo lasciarla accesa

Ora che la vostra lampada da coltivazione è sufficientemente vicina, luminosa e puntata verso la pianta, vi starete chiedendo se dovete lasciarla accesa 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La risposta è no! Le piante hanno bisogno di almeno sei ore di buio per completare la fotosintesi. Se si acquista una lampada con timer incorporato o si utilizza una ciabatta temporizzata, è possibile automatizzare questa necessità.

Ce ne sono di eleganti

Non tutte le luci di coltivazione devono sembrare uscite da un film di fantascienza. Ci sono lampadine per la coltivazione che si possono trovare per i normali apparecchi di illuminazione e altre eleganti lampade autonome che non stonano con l’arredamento. Se vi piace l’aspetto della vostra lampada da coltivazione, sarete più propensi a usarla. Vale la pena sceglierne una che vi piaccia davvero, perché piante felici rendono lo spazio più accogliente.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Redazione Online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il metodo infallibile per calcolare la metratura della casa

Impieghi inaspettati del detersivo per piatti che vanno oltre la cucina

Leggi anche
Contentsads.com