Pavimentazione in vinile: tutti i consigli

Come applicarla, quale scegliere e come pulirla. Ecco tutti i consigli.

I pavimenti in vinile sono un modo economico e durevole per imitare materiali e stili di pavimentazione più costosi, come il legno duro, il marmo o le piastrelle in porcellana. Disponibile in tavole, fogli o piastrelle, i progressi nel design del vinile hanno portato a una pletora di opzioni di colore, superfici in rilievo ed effetti naturali.

La pavimentazione vinilica è un modo ottimo ed economico per aggiungere colore, motivo e personalità a una stanza senza compromettere la sicurezza o la qualità. Negli ultimi anni ci sono stati molti sviluppi nel design e negli stili, che fanno sì che gli effetti siano incredibilmente realistici.

Perché scegliere la pavimentazione in vinile

Il vinile è eccezionalmente resistente, il che lo rende una scelta molto popolare per zone ad alto traffico, bagni e cucine.

È un’ottima scelta per le famiglie impegnate con bambini perché è altamente durevole, a prova di umidità e resistente allo scivolamento, pur essendo più morbido e caldo sotto i piedi rispetto al laminato.

Quando si sceglie un pavimento in vinile, è importante considerare la qualità del design e dei dettagli. Per assicurarsi che replichi efficacemente gli elementi in legno, pietra o porcellana, guardate il design dei nodi e delle venature, la colorazione e la lucentezza della finitura, e la riproduzione delle imperfezioni naturali come le crepe e le venature.

Scegliere un design che abbia un aspetto leggermente consumato renderà i difetti meno evidenti.

Le differenze

I pavimenti in vinile in fogli sono l’opzione più conveniente, grazie alla loro relativa facilità di installazione. Disponibile in una vasta gamma di design, il foglio di vinile copre la maggior parte dei pavimenti in un unico pezzo, con pochissime cuciture. La superficie morbida è impermeabile e comoda da calpestare. Bisogna fare attenzione quando si posa il foglio di vinile, perché un taglio sbagliato non può essere annullato. Allo stesso modo, strappi o danni non possono essere riparati.

I pavimenti in vinile sono più spesso progettati per assomigliare al vero legno o alla pietra. Le opzioni più costose sono spesso caratterizzate da finiture strutturate e antiscivolo, e dal bordo smussato. I listoni di vinile sono attraenti e resistenti, e possono essere usati con l’adesivo corretto, con il riscaldamento a pavimento. Il vinile è più morbido della pietra e della ceramica, quindi più comodo sotto i piedi e più indulgente a qualsiasi cosa vi cada sopra.

Le piastrelle per pavimenti in vinile sono in gran parte simili ai fogli, ad eccezione delle dimensioni. Arriveranno tagliate singolarmente, invariabilmente installate con l’adesivo od occasionalmente con un supporto di distacco. Sono molto leggere e facili da lavorare; di solito non c’è bisogno di più di un coltello per tagliarle, e le piastrelle autoadesive rendono l’installazione particolarmente facile.

Tradizione o eleganza

Ci sono delle distinzioni tra i pavimenti in vinile standard e le piastrelle in vinile di lusso (di solito indicate come ‘LVT’). Il vinile di lusso è un’opzione di alta qualità che emula efficacemente i materiali di pavimentazione costosi, utilizzando una tecnica di installazione a tavole o piastrelle. Questo offre gli stessi vantaggi di durata e bassa manutenzione del vinile, pur essendo compatibile con il riscaldamento a pavimento per un tocco di lusso e calore in più.

L’LVT è di solito molto più spesso del vinile standard e ha una forma semirigida. Si presta molta attenzione a emulare materiali più costosi con superfici strutturate e bordi smussati che ricordano il legno vero, o incongruenze naturali di colore e tono che ricordano la ceramica o la pietra.

Sebbene sia certamente la scelta migliore dal punto di vista estetico, ci sono alcune cose da considerare. Anche se in genere è facile da mantenere, considerate attentamente i prodotti che usate, perché non tutti i prodotti chimici sono adatti e possono causare lo scolorimento. Naturalmente, le piastrelle in vinile di lusso sono un’opzione più costosa.

Come applicare la pavimentazione

I pavimenti vinilici devono essere posati su una superficie pulita e piana, quindi potrebbe essere necessario prevedere la preparazione del sottopavimento, che avrà un costo aggiuntivo e richiederà più tempo. Questo non è un passo che dovrebbe essere trascurato, poiché la qualità del sottopavimento avrà un impatto sull’aspetto e sulla longevità del vostro pavimento vinilico.

Ove possibile, è meglio far misurare e posare il pavimento da un professionista, che garantirà che tutte le misure siano accurate. Qualsiasi errore commesso comporterà probabilmente dei costi aggiuntivi, che potrebbero annullare qualsiasi risparmio ottenuto scegliendo un vinile economico.

Come pulire la pavimentazione

Questo è relativamente facile, dato che il vinile è fatto per essere durevole ed è resistente al calore e all’umidità. L’acqua calda e il sapone leggero di solito sono sufficienti per rimuovere le macchie, ma il bicarbonato di sodio può anche essere usato su una macchia dura.

Detriti sciolti, polvere e sporcizia possono essere rimossi regolarmente con un aspirapolvere delicato o una spazzola morbida.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ristrutturazione bagno: i migliori consigli

Salotto boho, idee e consigli per un arredamento con stile

Leggi anche
Contents.media