Apparecchiare tavola secondo il galateo: per una mise en place perfetta

Apparecchiare la tavola secondo il galateo: come fare, consigli per una mise en place sensazionale.

Invitare ospiti a cena, a volte, crea molte ansie, soprattutto se non si hanno ben impresse nella mente tutte le regole del galateo per apparecchiare la tavola. Offrire ai propri ospiti un’esperienza culinaria perfetta, che va dalla mise en place, alla preparazione delle pietanze da portare a tavola, è il sogno di ogni padrone di casa.

Ogni occasione ha le sue regole, ma non preoccuparti, con rapido ripasso il successo è assicurato.

Bon ton: le origini

Il bon ton ha origini antichissime. Nasce verso il 200 a.C grazie a Clemente Alessandrino, un filosofo e teologo. A lui si devono le prime regole sul comportamento da tenere a tavola. Nel Rinascimento il galateo si sviluppa. Riservato inizialmente ai cavalieri e ai cortigiani, ben presto si diffonde, assistendo così alla collettivizzazione delle buone maniere.

Nel diciottesimo secolo Baldassare Castiglione, con la sua opera Il Cortegiano, dà una precisa definizione di colui che professa il galateo, diventando una sorta di Bibbia per chiunque volesse essere considerato un uomo civile. Il galateo racchiude tutte quelle norme comportamentali che servono a identificare la buona educazione. Ancora oggi si parla di galateo, soprattutto a tavola. Il codice per bon ton a tavola stabilisce dove far accomodare gli ospiti, la disposizione di vari elementi sulla tavola e come servire le pietanze.

apparecchiare tavola galateo

Apparecchiare tavola secondo il galateo

Seguire le regole del galateo mentre apparecchi la tua tavola, ti consentirà di ottenere un effetto armonioso, in quanto il compito di queste regole è proprio quello di creare un filo conduttore tra i vari elementi che andrai a disporre sulla tua tavola. Non a caso ogni singolo elemento ha una sua disposizione specifica, che andrà a influenzare tutto il resto. Se non ricordi bene dove va messo il tovagliolo a da che parte girare la lama del coltello non preoccuparti, qui troverai tutti i suggerimenti che ti aiuteranno ad apparecchiare la tavola in modo elegante e a prova di etichetta.

Il centrotavola

Il centrotavola che sceglierai fungerà da bussola per il resto dell’apparecchiatura. In base alle sue dimensioni infatti alcuni elementi potrebbero subire una leggera modifica nel loro posizionamento sulla tavola. Meglio precisare immediatamente che il centrotavola, da qui il suo nome, va posizionato al centro, non commettere mai l’errore di posizionarlo a capotavola perché troppo ingombrante, piuttosto scegline uno di dimensioni ridotte. Altro fatto importante: i fiori. Quando scegli i fiori per il tuo centrotavola ricordati che non dovranno mai essere troppo profumati, in quanto darebbero fastidio ai commensali. Il centrotavola non deve mai essere troppo alto, impendendo così la conversazione tra i commensali. Se non vuoi usare i fiori puoi sempre giocare con la fantasia e utilizzare della frutta o della verdura, anche le candele possono andar bene, ma anche in questo caso non devono essere profumate.

apparecchiare tavola galateo

Bicchieri

Il numero dei bicchieri presenti sulla tavola dipenderà dal menù che avrai scelto. Ovviamente non deve mancare il bicchiere per l’acqua, più basso rispetto agli altri. Ll calice per il vino rosso (di media grandezza) e infine quello per il vino bianco, se è previsto dal menù. I bicchieri per i liquori, o i flute per lo spumante verranno serviti insieme al dessert.

apparecchiare tavola galateo

Le posate e il tovagliolo

Le posate vanno disposte ai lati del piatto: a sinistra le forchette, mentre a destra il coltello e il cucchiaio (se il menù prevede una minestra). In cima al piatto andranno posizionate le posate da dolce o da frutta. Di fondamentale importanza è la posizione della lama del coltello: che va sempre rivolta verso l’interno. Se nel menù è prevista una portata di pesce allora sarà necessario apparecchiare l’apposito coltello a paletta. Le posate non vanno mai posizionate sul tovagliolo. Quest’ultimo verrà apparecchiato a destra, piegato con cura; in assenza di spazio potrà essere posto al centro del piatto insieme al menù.

apparecchiare tavola galateo

Piatti e piattino per il pane

Sulla tua tavola dovranno essere presenti quattro piatti. Il sottopiatto, solitamente più grande e decorato, il piatto piano per il secondo e infine un piatto di dimensioni ridotte per l’antipasto. Il piatto fondo verrà portato in tavola nel momento in cui verrà servita la prima portata. Il pane verrà portato insieme al secondo e posizionato sull’apposito piattino.

piatti e piattino per il pane

La tovaglia o il runner

Per una tavola apparecchiata secondo le regole del galateo è più indicata una tovaglia, perfettamente stirata, a tinta unita. Se è bianca è ancora meglio. Altre coperture come il runner o le tovagliette, rappresentano altre soluzioni più moderne, ma non proprio indicate per un’apparecchiatura a prova di galateo.

La tovaglia o il runner

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Che tappeto mettere in casa: l’investimento perfetto

La villa a Stromboli di Dolce e Gabbana: estro e tradizione

Leggi anche
Contents.media