Come conservare correttamente un materasso?

Qualunque sia il motivo, è bene conoscere il modo corretto di sistemare il materasso per un certo periodo di tempo.

Può capitare che abbiate bisogno di conservare un materasso per diversi motivi. Forse state passando da una casa con una stanza per gli ospiti a una senza, oppure vostro figlio è andato all’università e volete trasformare la sua camera da letto in un ufficio.

Qualunque sia il motivo, è bene conoscere il modo corretto di sistemare il materasso per un certo periodo di tempo. Ecco cosa c’è da sapere.

Si può conservare un materasso in posizione verticale?

In genere sì, ma questo varia in base al modo in cui lo si ripone, al luogo e al tipo di materasso. In un mondo ideale, se il materasso è fatto principalmente di lattice naturale o memory foam e sarà conservato per un periodo prolungato, è preferibile conservarlo in piano.

Tuttavia, questo può rappresentare un problema per le persone che hanno restrizioni di costo o di spazio. In questo caso, è possibile riporre il materasso in posizione verticale o su un fianco, purché abbia un supporto aggiuntivo sufficiente a tenerlo in piedi.

Se non c’è una struttura sufficiente, il materasso può afflosciarsi e deformarsi. Per quanto riguarda un materasso a molle tradizionale,può essere tranquillamente riposto su un fianco con il minimo rischio di danni.

È necessario avvolgere il materasso per riporlo?

Se il materasso viene riposto solo per un breve periodo, ad esempio un paio di giorni, l’avvolgimento potrebbe non essere necessario. Ma in generale, avvolgere il materasso per conservarlo è sempre una buona idea. Impedirà alla polvere e alla sporcizia di finire sul materasso, ma consentirà a qualsiasi gas di scarico di non rimanere intrappolato.

Come si ripone un materasso inscatolato?

Se il materasso inscatolato – compresso, sigillato all’aria, arrotolato e messo in una scatola – è nuovo di zecca e ancora nella scatola, potete conservarlo così com’è per qualche mese. Se il periodo è più lungo, dovrete srotolarlo per evitare che gli strati di schiuma si danneggino. Se è già stato srotolato, conservatelo come fareste con qualsiasi altro materasso: possibilmente in piano, ma in posizione verticale con un supporto, se necessario.

come conservare un materasso

Per quanto tempo si può conservare un materasso?

La risposta breve è che dipende. Se il materasso è protetto e appoggiato in piano senza nulla, dovrebbe essere conservato bene per diversi anni. Per un materasso conservato in posizione verticale con tutti i supporti laterali, cercate di non superare l’anno. Altrimenti, l’interno potrebbe assestarsi e vi ritrovereste con un letto pieno di grumi. Per i materassi sigillati sottovuoto e arrotolati, il tempo di conservazione è in genere di qualche mese. Tuttavia, è bene informarsi presso il produttore per verificare quale sia il tempo consigliato, afferma Duarte. Non si vuole danneggiare il materasso o invalidarne la garanzia.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Redazione Online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ghirlande autunnali fai da te facili e belle per la casa

Come riordinare la cucina in soli 20 minuti: la guida perfetta

Leggi anche
Contentsads.com