Home » Animali domestici » Come costruire un terrario per tartarughe in giardino: i passaggi

Come costruire un terrario per tartarughe in giardino: i passaggi

Nonostante le tartarughe ci sembrino animali molto forti e robusti, pronti a rintanarsi nel loro indistruttibile guscio, in verità possiedono alcune esigenze particolari e persino punti deboli, tutti aspetti che dobbiamo curare per la loro sopravvivenza. Il terrario in giardino non è solo una bella decorazione, bensì un rifugio sicuro e caldo per le nostre piccole amiche, che potranno così stare all’aria aperta senza essere continuamente in pericolo. Andremo a vedere insieme come costruire un terrario per tartarughe in giardino molto rapidamente, senza dover spendere ingenti somme di denaro o ricorrere all’utilizzo di particolari attrezzi; iniziamo subito!

Come costruire un terrario per tartarughe in giardino

Questo terrario artigianale darà modo alle vostre tartarughe di terra di vivere nella natura senza dover patire il freddo o la fame; in poche settimane costruiranno un ecosistema bilanciato a seconda delle proprie esigenze, e saranno in grado di superare persino gli inverni più rigidi senza alcun problema.

Creare la base

La prima cosa che dobbiamo fare è creare la base principale intorno alla quale ruota tutto il terrario, ovvero la grande scatola che ospiterà le tartarughe. Vi sconsigliamo caldamente di comprare un prefabbricato, crearla con le proprie mani è molto facile e divertente. Munitevi di pannelli in legno compensato e iniziate a plasmare quella che sarà una scatola, partendo dalla base fino all’inchiodamento dei lati. Ricordatevi che le tartarughe devono essere libere di muoversi senza scontrarsi fra di loro, non abbiate paura ad esagerare con le dimensioni, più lo spazio sarà ampio, più staranno comode.

Impermeabilizzare la scatola

Sicuramente vi sarete accorti che nonostante la scatola sia in legno compensato, non è completamente impermeabile a causa dei piccoli spazi tra i pannelli, occorre quindi impermeabilizzarla. Il modo migliore per far ciò è adagiare su tutta la sua superficie esterna un grande telo di plastica spessa, come quella utilizzate per coprire le macchine, tanto per intenderci. Dopo aver ricoperto ogni singola fessura bisogna procedere all’applicazione finale tramite la colla a caldo. Non preoccupatevi in caso dovesse rimanere ancora qualche piccolo foro d’aria, il peso schiacciante della scatola provvederà a tappare quelle uscite con la terra, rendendola solida e compatta.

Creare la temperatura adatta

Come vi abbiamo già accennato all’inizio, le tartarughe soffrono molto il freddo, lasciarle nella scatola in giardino senza ulteriori cure significherebbe portarle incontro a morte certa. Per creare la temperatura adatta vi consigliamo di acquistare una lampada da giardino per tartarughe di terra, prodotto che grazie ai suoi raggi ultravioletti è in grado di riscaldare i piccoli animali senza danneggiare minimamente la loro salute. Assicuratevi di montare la lampada in un posto sicuro, dove non possa essere toccata o spenta da nessuna; la lampada del terrario sarà come una specie di Sole in miniatura, per cui non deve essere ne troppo vicina, ma nemmeno troppo distante.

Riempire il terrario

Quella che era inizialmente solo una scatola di legno adesso è diventata proprio un bel terrario, tuttavia non abbiamo ancora finito. E’ molto importante dare alle tartarughe la possibilità di creare il loro ecosistema bilanciato, e per far ciò dobbiamo riempire il terrario con della terra. Che la compriate al supermercato, o la raccogliate dal giardino di casa, assicuratevi che non sia stata trattata con pesticidi e altre soluzioni chimiche pericolose per la salute degli animali.

Una volta inserita la terra, non compattatela manualmente, saranno le tartarughe a farlo. E’ buona norma aggiungere anche sassolini, foglie e qualche filo d’erba, di modo tale da rendere l’ambiente accogliente e naturale. Per la riserva d’acqua, un tappo a bocca larga riempito fino all’orlo sarà più che sufficiente.

terrario in giardino

Leggi anche:

Scritto da redazione online

Quali zanzariere scegliere: 6 modelli migliori

Cucina stile country chic: storia, colori e mobili per arredarla

Lascia una recensione

1000
  Sottoscrivi  
Notificami
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.