Home » Fai da te e bricolage » Panca fai da te per giardino: procedimento e consigli

Panca fai da te per giardino: procedimento e consigli

Con l’arrivo della bella stagione cosa c’è di meglio se non rilassarsi in giardino per godere del tepore del sole? E magari leggere un bel libro seduti su una panca costruita con le nostre stesse mani. Un alternativa economica e creativa all’acquisto di un divanetto da esterni è quella di costruire una panca fai da te per il giardino a partire da pedane in legno. In questo modo, oltre a un notevole risparmio economico, avremo l’opportunità di realizzare un oggetto a partire da materiale di scarto.

Panca fai da te per giardino

Questa guida illustrerà i passaggi che servono alla realizzazione di una panca, perfetta per il giardino, per il terrazzo o anche per il balcone.
La panca verrà realizzata con delle pedane in legno, quelle che vengono utilizzate per imballare prodotti e materiali in modo da poterli comodamente spostare grazie a carrelli elevatori e altri mezzi simili. Le pedane possono essere recuperate rivolgendosi a supermercati, oppure a ditte di trasporto, ma anche ferramenta, tutte quelle attività che ricevono ogni giorno grosse quantità di merci, o merci ingombranti.

Prima di procedere con la vera e propria realizzazione della panchina, occorrerà pulire bene le pedane che si andranno a utilizzare. La pulizia andrà effettuata all’aperto e serviranno dei guanti e degli occhiali protettivi, un tubo d’acqua, una spugna, e poi della candeggina e della carta vetrata. Si dovrà quindi procedere a una pulizia sommaria usando l’acqua corrente, a questo punto si dovrà lasciare asciugare il tutto, prima di procedere ad una pulizia più accurata.

Nel caso in cui si disponga di un’idropulitrice, grazie alla pressione sviluppata dall’acqua in uscita, questa operazione potrà essere svolta molto più rapidamente. In ogni caso, anche con il tubo dell’acqua l’operazione di pulizia potrà essere effettuata correttamente. Indossando i guanti si dovrà pulire con cura tutta la superficie della pedana con acqua e candeggina, avendo cura di non tralasciare nessuna parte. In alternativa alla candeggina si potrà utilizzare una miscela di acqua e aceto.

Dopo che la pedana si sarà nuovamente asciugata si dovrà procedere a verificare la presenza di eventuali chiodi e rimuoverli, anche durante questa operazione è bene ricordare di utilizzare dei guanti per proteggersi dai tagli da chiodi e dalla presenza di schegge. Una volta rimossi tutti i chiodi si dovrà utilizzare la carta vetrata (a mano), o la levigatrice, per levigare la superficie e rimuovere eventuali schegge. Per procedere a questa operazione bisognerà partire da una carta vetrata a grana grossa per poi passare ad una a grana più fine per le rifiniture. In commercio sono a disposizione carte vetrate specifiche per il trattamento del legno, e ovviamente, di diversa grana.
A questo punto per ripulire le pedane basterà ripulire tutta la superficie con un panno imbevuto di alcol.

panca da giardino

Attrezzi e passaggi

Veniamo ora al vero e proprio assemblaggio della nostra panchina.

  • 3 pedane;
  • chiodi e martello;
  • sega;
  • carta vetrata;
  • pennelli;
  • impregnanti;
  • vernice per legno;
  • metro;
  • 4 ruote piroettanti (opzionali)
  1. Mettete una pedana sull’altra e fissatele insieme con dei chiodi. Utilizzando due pedane, anziché una sola, avrete una panchina più comoda perché avrà un’altezza da terra maggiore.
  2. La terza pedana dovrà essere divisa a metà nel senso della lunghezza, una parte servirà per lo schienale e l’altra per sostenerlo.
  3. Togliete le assi da una delle due metà e usatele per riempire gli spazi vuoti sull’altra metà, quest’ultima sarà lo schienale.
  4. Utilizzate quello che resta della metà scartata per ricavare tre assi di minino 30 cm che andranno sovrapposte sul retro dello schienale e fissate con dei chiodi, due sui lati esterni e una al centro.
  5. Fissate le ruote alla base della seduta, in questo modo potrete spostare più agevolmente la vostra panca.
  6. Fissare lo schienale alla seduta, attraverso le assi che abbiamo appena aggiunto allo schienale.
  7. Ultime rifiniture. Una volta ultimata la realizzazione della panchina si potrà procedere a verniciarla, innanzitutto utilizzando un impregnante per legno che dovrà essere lasciato asciugare per almeno un giorno. A questo punto potrete verniciarla con i colori che preferite oppure mantenere il colore originario.

Non vi resta che preparare un tè e gustarlo sulla vostra nuova panca!

panca

Scritto da redazione online

Bonus prima casa 2020: requisiti e come richiederlo

Sala da pranzo in stile industriale: curiosità, mobili e illuminazione

Lascia una recensione

1000
  Sottoscrivi  
Notificami
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.