Home » Fai da te e bricolage » Orto sul terrazzo fai da te: come organizzarlo, piante e consigli

Orto sul terrazzo fai da te: come organizzarlo, piante e consigli

Per tutti coloro che abitano in un palazzo di città o in una casa senza giardino, ma che non vogliono rinunciare alla verdura a km 0 la soluzione ideale è quella di allestire un orto fai te sul terrazzo!

Orto sul terrazzo fai da te

Advertisements

L’orto sul terrazzo non solo renderà gli spazi più verdi e allegri, ma darà la possibilità di seguire le proprie pianticelle dalla nascita fino alla maturazione, potendo cucinare le ricette più genuine e gustose di stagione, senza fare un passo fuori casa.

Tuttavia, per ottimizzare gli spazi a disposizione e permettere alle piante di crescere in salute, è necessario seguire alcuni pratici consigli, a partire dalla scelta dei vasi e dalla cura dei germogli.

Come organizzare gli spazi

Si consiglia di scegliere il balcone più esposto alla luce del sole per più ore possibili, così da garantire alle piante sempre una buona illuminazione. Ci sono numerose tipologie di vasi che possono sistemare sul proprio balcone per ottimizzare gli spazi: si può partire prendendo le misure del perimetro, eventualmente utilizzare un tavolo su cui appoggiare i vasi più piccoli e poterli spostare durante la giornata, inoltre si possono installare dei chiodi e dei ganci sul muro, per poter aggiungere anche i vasi sospesi. Non mancano i vasi con le rotelline.

Potete sbizzarrirvi e creare voi stessi magnifici vasi porta fiori e piante.

La scelta dei contenitori dipende anche dal tipo di pianta che si vuole coltivare: infatti per i pomodori, ad esempio, sarà necessario utilizzare dei vasi man mano più grandi.
Vi sono vasi di numerosi materiali, come terracotta (più pesanti e difficoltosi da spostare), plastica o legno (più leggeri e maneggevoli).
I contenitori, così come altri materiali utili, come innaffiatoio, forbici da potatura, palette e piccoli rastrelli, possono essere acquistati nei negozi di giardinaggio o anche online.

orto sul terrazzo

Cosa si può piantare nell’orto sul balcone

Le piante che possono essere coltivate sul balcone sono davvero tantissime, sia piante aromatiche che da ortaggio.
Fra quelle più semplici da coltivare (sia per bisogno di cure che per rapidità di crescita) si trovano:

  • Melanzane, peperoni e pomodori: si può utilizzare un vaso cubico di 30 cm per lato, oppure una fioriera 20×60. È importante legare i fusti ad uno stecco in modo tale che non si ammosci durante la crescita.
  • Zucchine, cetrioli e fagioli: i fagioli e fagiolini, essendo piante rampicanti, necessitano di un supporto su cui crescere, quindi possono essere appoggiate al muro, oppure si può inserire un supporto di canna nella fioriera. Le zucchine necessitano di spazio, quindi si consiglia di tenerle un po’ più distanziate dal resto.
  • Basilico, peperoncino e salvia: si possono acquistare già mature, è necessario potarle leggermente ogni tanto, in modo tale che la pianta si fortifichi, si innaffiano una volta a settimana, mentre il basilico più spesso, almeno a giorni alterni.

Questi ortaggi e piante aromatiche hanno una stagionalità per lo più estiva, si piantano nel mese di aprile. Nei negozi di giardinaggio e in alcuni supermercati è possibile acquistare direttamente i semi, oppure possono essere acquistate le plantule, che hanno la crescita già avviata, e si piantano in maniera molto simile ai semi, semplicemente non devono essere ricoperte di terra.

orto sul balcone

Alcuni accorgimenti e idee

Di seguito alcuni importanti accorgimenti da tenere a menta prima di coltivare sul proprio balcone.

Il terriccio: è un elemento fondamentale, e scegliendone uno di buona qualità, la crescita della pianta sarà assicurata. Solitamente i terricci consigliati per queste coltivazioni sono quelli che abbiano un buon contenuto di minerali e una buona percentuale di concime naturale.
Il terriccio può essere acquistato nei negozi di giardinaggio già pronto. Si consiglia di spargere la ghiaia o l’argilla espansa sul fondo del vaso prima di versare il terriccio, così da evitare il ristagno dell’acqua.

Gli spazi: è necessario distanziare i diversi vasi in modo corretto, in maniera tale che le piante non si sovrappongano una volta cresciute. Alcune piante, come ad esempio la zucchina, necessita di più spazio, in quanto sviluppa delle foglie ampie che hanno una grande necessita di sole.

Innaffiare: tutti i vasi devono essere mantenuti umidi, quindi si consiglia di innaffiare una volta al giorno, ma non durante le ore più calde della giornata. Il momento migliore è l’alba o il tramonto.

Ricordatevi sempre di abbellire le vostre ringhiere, balconi e terrazzi, non c’è niente di meglio di colori e fiori ben tenuti.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuova IMU 2020: normativa e informazioni

10 piante velenose per cani e gatti da non mettere in casa

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.