Controsoffitti in laminato: cosa considerare

Il laminato è la superficie giusta per la tua cucina?

Ci sono alcuni elementi essenziali da considerare prima di installare dei controsoffitti in laminato. Realizzato in plastica, il laminato è un grande imitatore, il che significa che è possibile ottenere l’aspetto di quasi tutti gli altri materiali da banco per un prezzo meno costoso.

Solidi in ogni colore, grani di legno realistici e imitazioni di pietra sono le finiture più popolari del laminato, ma ci sono anche metalli spazzolati, texture, modelli e opzioni personalizzabili.

Inoltre, il laminato di oggi è molto più durevole di quelli del passato, e l’installazione può essere un progetto fai da te per i proprietari di casa a portata di mano grazie al suo materiale leggero. Qui di seguito, potrai imparare i pro e i contro dei controsoffitti in laminato.

Stili e prestazioni

Se non ti piace il cambiamento di colore che si verifica nei punti in cui i pezzi di laminato sono uniti, c’è una solida alternativa disponibile. È più costosa, ma permette anche di stratificare i colori per il contrasto e modellare i bordi per un effetto decorativo. Il laminato è disponibile in diversi gradi. Come altri materiali, più alto è il grado, migliori sono le prestazioni. Con attenzione, i piani di lavoro in laminato possono facilmente durare 10-15 anni.

Lo strato superiore del laminato, la melamina plastica, è praticamente impenetrabile, rendendo i piani di lavoro ideali per l’usura della cucina quotidiana. Tuttavia, il laminato può scheggiarsi e graffiarsi – peggio ancora, si brucia. Se per sbaglio metti una padella calda sul piano di lavoro in laminato, dovrai pensare a sostituirlo o imparare a convivere con un’antiestetica macchia. Alcuni laminati modellati e strutturati camuffano graffi e macchie minori, ma i laminati più chiari possono sbiadire e ingiallire.

Controsoffitti in laminato cucina

Installazione del piano di lavoro in laminato

Sei a tuo agio con un seghetto alternativo e una fresa verticale? Allora laminare un controsoffitto sarà facile per te. La parte più difficile di questo progetto fai da te è che il laminato è appiccicoso; una volta attaccato, lo è per sempre. Per installare i controsoffitti in laminato, dovrai misurare e tagliare il materiale su misura, attaccare il laminato al tuo substrato con l’adesivo e stendere le bolle d’aria con un rullo per laminato. Finisci l’installazione con la fresatura e la limatura dei bordi.

Quando compaiono macchie, graffi o bruciature sui piani di lavoro in laminato, la superficie può essere sostituita senza grandi demolizioni. A differenza di altri materiali per controsoffitti, è possibile applicare semplicemente il laminato sul laminato esistente. Se il laminato sottostante è strutturato, applica un riempitivo che levighi la superficie prima di far aderire il pezzo superiore al piano di lavoro.

Come pulire i controsoffitti in laminato

La pulizia del laminato è semplice e non richiede prodotti speciali. Per la pulizia quotidiana, usa un detergente delicato. Un detergente non abrasivo può anche essere usato per le fuoriuscite ostinate. Evita qualsiasi strumento di sfregamento abrasivo, come la lana d’acciaio, e usa uno spazzolino da denti per pulire qualsiasi cucitura o bordo.

A causa della sua superficie impenetrabile, il laminato non ospita batteri. Si possono anche trovare laminati con una protezione antibatterica incorporata.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Modanatura delle scarpe: il tocco finale di una parete

Come incartare un regalo in modo efficace

Leggi anche
Contents.media