Orto in vasi sul balcone di casa: tutto ciò che c’è da sapere

Lo sapevi che si può ottenere un orto anche sul balcone di casa? Ecco una guida per realizzare un orto in vasi in modo facile e con il minimo sforzo.

Per coltivare ortaggi e piante aromatiche non è per forza necessario avere un giardino o un terreno a disposizione. Chi desidera cimentarsi con un piccolo orto urbano può realizzarlo semplicemente sul proprio balcone di casa. La produzione sarà certamente modesta, ma a livello di soddisfazione lo sforzo verrà di certo ripagato.

Ecco una guida su come creare l’orto in vaso su balconi e terrazzi di casa.

Come creare l’orto in vasi

Non è importante essere degli esperti in giardinaggio per creare l’orto in vasi. Basta attendere i primi tiepidi raggi del sole e possedere qualche dritta utile per cimentarsi nell’impresa: coltivare un bellissimo e profumatissimo orto in vasi pieno di aromi e ortaggi di stagione per tutto il periodo estivo e, perché no, anche oltre.

Quali piante coltivare?

Con un contenitore delle adeguate dimensioni e le giuste cure, tutte le piante possono essere coltivate in vaso. Essendo le metrature del balcone generalmente limitate, occorre selezionare colture e varietà così da sfruttare al meglio lo spazio a disposizione. Piante molto grandi richiedono vasi in proporzione. Il consiglio è quello di piantare varietà di piante nane se si decide di creare l’orto in vasi.

Ortaggi come tuberi e radici soffrono se piantati in vaso e non raggiungono buone dimensioni, quindi è preferibile evitare. Alcune piante sono molto esigenti e richiedono dunque spazio e nutrimento in abbondanza. Meglio evitare di coltivarle in vaso se lo spazio è stretto. Tra gli ortaggi che crescono anche in vasi di piccole dimensioni ci sono le insalate, le coste, gli spinaci e le fragole. Queste piante possono essere messe anche nelle fioriere sulle ringhiere.

Come creare l'orto in vasi

In vasi più grandi è invece possibile coltivare con soddisfazione piselli, fave e fagioli, ma anche peperoncini, pomodori e melanzane. Se il balcone o il terrazzo è esposto a nord, meglio evitare di coltivare piante da frutto come pomodori, peperoni, peperoncini e melanzane, che sarebbero penalizzati dalle poche ore di esposizione ai raggi solari. Anche piante aromatiche e frutti di bosco si prestano alla coltivazione in vaso.

La scelta del vaso

Il vaso rappresenta e determina i confini che si mettono all’apparato della pianta e per questo motivo le sue dimensioni sono molto importanti. Forma e dimensione devono essere decisi anche sulla base dello spazio a disposizione. Anche il materiale può condizionarne la scelta perché influisce sulla traspirazione e sulla temperatura della terra. Un consiglio è quello di optare per l’argilla, anche se la plastica risulta sempre la scelta più economica.

Vaso di argilla per orto in vaso

Terriccio per la concimazione

La terra che si utilizza è fondamentale per la buona riuscita di un orto. Un buon terriccio deve essere drenante e soffice, ma anche capace di non seccare alla prima esposizione del sole e di trattenere bene l’umido. La terra per l’orto in vasi deve anche essere ben concimata. Nella scelta del giusto fertilizzante, si può optare per concimi organici naturali semplici e completi come il compost. Le quantità variano rispetto alle dimensioni e al tipo di pianta.

Come creare l'orto in vaso ortaggi

Irrigazione dei vasi

L’orto in vasi è fortemente dipendente dall’apporto giornaliero d’acqua fornito. Le piante vanno innaffiate la sera o la mattina presto. Da evitare in assoluto le ore più calde. Un’idea può essere quella di riutilizzare l’acqua piovana o di lasciar decantare qualche ora l’acqua del rubinetto prima d’innaffiare in modo che calcare ed eventuali agenti disinfettanti presenti si volatilizzino. In alternativa, l’acqua di cottura delle verdure è ideale per bagnare le piante.

Orto sul balcone

Sfruttare lo spazio in verticale

Per creare l’orto in vasi su balconi e terrazzi, sfruttare lo spazio a disposizione è indispensabile. Un primo modo è quello di mettere piante rampicanti che si inerpichino su sostegni a parete o su ringhiera. Un secondo è utilizzare una scaffalatura che permetta di posizionare vasi di diverse dimensioni su livelli differenti. L’ultima modalità è quella di utilizzare fioriere appese alla ringhiera disposti verso l’esterno.

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le migliori idee per letti sospesi per interni ed esterni originali

Pavimento in microcemento per interni: perchè utilizzarlo?

Leggi anche
Contents.media