Fiori secchi: meravigliose soluzioni per rendere speciale la casa

Duraturi ed esteticamente piacevoli, i fiori secchi portano una sottile eleganza di texture naturali in casa.

Dimenticate le datate reliquie polverose nel salotto di vostra nonna, i fiori secchi si stanno trasformando in una delle tendenze di arredamento più amate dell’anno. Adorati dagli influencer, e definiti come l’alternativa sostenibile ai fiori esotici, i fiori secchi sfruttano il nostro interesse per tutto ciò che è eco-friendly.

Inoltre, riflettono perfettamente il fascino romantico dell’atmosfera cottagecore.

“Negli anni ’70 e ’80 noi – o i nostri genitori e nonni – avevamo tutti quel mazzo di fiori secchi coperti di polvere”, dice Heather Gorringe, direttrice generale dell’azienda di fiori The Great British Florist. “Li abbiamo tenuti troppo a lungo e sembravano tutti più o meno uguali. Sono semplicemente passati di moda”.

Ora però i fiori secchi si adattano a molti look.

Dai funky technicolor luminosi alle pose rustiche, c’è un fiore per tutti.

La popolarità dei bouquet di fiori secchi

Le ricerche su Google per ‘fiori secchi’ sono aumentate di un enorme 235 per cento tra il 2019 e il 2020. “Per tutto il 2020, molte delle tendenze popolari hanno coinvolto materiali naturali. I protagonisti indiscussi sono certamente i fiori secchi’, dice Scarlett Blakey, fondatrice di Ophelia Blake Interior Design. I fiori sono sempre stati e saranno sempre un bellissimo dettaglio di design, ma i fiori secchi portano una perfetta e sottile eleganza di texture naturali nella vostra casa.

“Accoppiati con un vaso d’effetto, rappresentano un memorabile pezzo centrale del tavolo da pranzo. Inoltre sono incredibilmente facili da cambiare con le stagioni. Amiamo i fiori secchi in una varietà di colori vivaci così come i toni naturali”. Oltre all’ovvio fascino visivo, ci sono diverse ragioni logiche per tutto ciò. La crescente consapevolezza della cultura dell’usa e getta ci sta incoraggiando a pensare due volte ai sontuosi fiori freschi, che devono essere smaltiti dopo una settimana.

Dato che abbiamo tutti trascorso così tanto tempo all’aperto, stiamo diventando più in sintonia con la natura e le stagioni. Con così tanta scelta, i fiori secchi migliorano qualsiasi spazio vitale. Dalle giocose erbe a coda di coniglio all’elegante echinacea, sono adattabili e richiedono una manutenzione minima.

Heather dice che un altro vantaggio è che sono una soluzione rapida ed economica: “Puoi comprare un mazzo di fiori secchi per circa 12 sterline e una ghirlanda per la porta per meno di 50 sterline”. Con l’arrivo dell’autunno, anche le ghirlande sono particolarmente apprezzate, e possono essere utilizzate in diversi modi.

Differenza tra fiori conservati e fiori secchi

Ai fiori secchi è stata tolta l’umidità, mentre ai fiori conservati è stata estratta la linfa e sostituita con un’alternativa. Un esempio sono la glicerina o un gel organico, per dare un aspetto molto naturale. Come risultato, gli steli sono più facili da maneggiare. Il processo di conservazione è molto più impegnativo dell’essiccazione, ma produce un prodotto dall’aspetto fresco.

Quanto durano i fiori secchi?

Purtroppo i fiori secchi non durano per sempre. Il processo di essiccazione di un fiore significa che diventa soggetto a far cadere i suoi petali o le teste dei semi. Inoltre, il suo fragile stelo si spezza. Tuttavia, con cura e attenzione, ci si può aspettare che durino da uno a tre anni, a seconda del tipo di fiore, dell’attenzione alla manutenzione e di dove viene collocato in casa.

Cura e manutenzione

Evitare le stanze che diventano molto umide o troppo calde; non mettere i fiori secchi in cucina o in bagno. L’umidità può anche far ammuffire le teste dei fiori.

Posizionare lontano dalla luce diretta del sole, perché questo incoraggia i fiori a sbiadire e diventare fragili. Inoltre, la polvere è ancora un problema: usa delicatamente un asciugacapelli a distanza per rimuovere le particelle di polvere fine, o sfiora attentamente di tanto in tanto con un pennello pulito e morbido.

fiori secchi idee 1200x675

Composizioni di fiori secchi: consigli di stile

I principianti potrebbero iniziare comprando diversi mazzi dello stesso fiore e sistemandoli in vasi vintage. Successivamente, man mano che acquisti fiducia, scegli il tuo prossimo sforzo in base alla tavolozza di colori che ti piace e al tipo di texture che preferisci. Helena Willcocks, proprietaria di The Allotment Florist, dice che starebbe lontana dalla simmetria o dal tentativo di posizionare tutti gli steli a un’altezza simile. “Piuttosto, sfalsali con altezze diverse e assicurati che qualsiasi cosa tu stia facendo sia bella e sciolta. Questo creerà una disposizione dall’aspetto molto più naturale”.

Dato che non c’è bisogno di acqua, non ci sono vincoli sui contenitori che si possono usare, quindi lascia correre la tua immaginazione. Cerca lattine interessanti, bicchieri di vetro antichi o cesti di vimini. Anche le ghirlande con una base di nocciolo o salice sono ottime, e possono essere posizionate su una porta tutto l’anno o usate come centrotavola, magari con l’aggiunta di una candela pesante al centro. Se accostati bene, sono un’aggiunta sorprendente a qualsiasi stanza, secondo Larry Walshe, fiorista delle celebrità.

A lui piacciono i fiori secchi di lavanda – che hanno anche un bel profumo sottile – così come i delphinium blu, gli eucalipti verdi e le erbe sbiancate disposti in un vaso di vetro colorato o che adornano una mensola del camino. In alternativa, i rami – specialmente il salice e idealmente accoppiati con bacche – forniscono un look più minimalista, Scandi-chic e funzionano bene disposti in vasi alti.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le migliori cornici per far risaltare le tue foto più care

Carta da parati per bagno piccolo: idee, modelli e stili

Leggi anche
Contents.media