Postazione gaming fai da te: unire svago e design

Come organizzare una comoda e pratica postazione gaming fai da te.

Sei un appassionato giocatore? Vuoi creare uno spazio destinato al gioco nella tua camera o nel soggiorno di casa? A volte non è necessario spendere una fortuna per allestire una comoda e pratica postazione gaming, ma basta organizzare al meglio una scrivania, posizionare bene lo schermo, avere una comoda poltrona e la giusta illuminazione.

Vediamo come realizzare una postazione gaming fai da te.

Postazione gaming fai da te: tutte le soluzioni

Così come per una postazione adatta allo smart working, non è necessario eccedere negli arredi e negli accessori per poter avere una fantastica postazione gaming. Il fai da te è utile per evitare costi eccessivi e stravolgimenti negli spazi di casa. Basta concentrarsi e progettare, utilizzando ciò che realmente serve, anche se lo spazio è piccolo.

Cosa occorre

Per prima cosa valutiamo quali sono i componenti indispensabili per la postazione gaming, in base al risultato che vogliamo ottenere. Facciamo un elenco e vediamo cosa possiamo utilizzare, riciclare e riadattare. Sicuramente la scrivania è un arredo fondamentale. Se non ne abbiamo già una è sufficiente una tavola di legno e due cavalletti, almeno per cominciare.

Sfruttiamo le pareti per appoggiare le casse e per gestire i cavi, mentre un’ottima soluzione è quella di applicare un paio di comode mensole o una libreria preesistente, in modo da sistemare gli oggetti necessari. Sfruttiamo la luce naturale durante il giorno e organizziamo invece un’illuminazione ad hoc per le ore serali. Gli occhi devono infatti poter guardare lo schermo senza riflessi e senza affaticarsi. Infine, cerchiamo una sedia comoda, meglio ancora una poltrona con schienale e braccioli che ci possa garantire una postura corretta.

Decidere il proprio budget di spesa

Non è detto che si debba spendere una fortuna, ma ci sono cose che hanno un costo e sono indispensabili. Parliamo di tecnologia, quindi PC, schermo, mouse, casse etc. Su questo non si può risparmiare un granché poiché occorrono articoli di qualità, durevoli nel tempo e garantiti. Sul discorso arredi invece ci si può accontentare almeno per il primo anno, creando uno spazio ad hoc nella propria camera.

Calcolare gli spazi a disposizione

Quando si crea la propria postazione gaming fai da te si deve cominciare calcolando lo spazio a disposizione, ovviamente chi possiede un’intera stanza libera è agevolato nella scelta degli arredi e della struttura da creare.

Creare una postazione idonea al tipo di giocatore

Numerosi sono gli strumenti e le modalità di gioco tra cui scegliere, in base alle quali bisogna decidere quale postazione collocare: PC, console, sim racing o ibrida. Questo è fondamentale perché un giocatore di console può concedersi delle comodità extra rispetto a un giocatore da PC che invece necessita di stare attaccato alla scrivania o di un giocatore di sim racing che invece deve avere una postazione guida.

Ideare il proprio stile

Non dimentichiamo di curare la parte estetica e di illuminare in modo idoneo la postazione. Esistono svariati stili e tipologie di arredamento, dalle gaming room minimali, a quelle più tecnologiche, simili a cabine di astronavi. Qualsiasi sia la scelta, con un po’ di fantasia e buon gusto si otterrà senz’altro un ottimo risultato.

Scritto da Barbara Anselmi
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dove posizionare gli specchi in casa: gli errori da non fare

Idee per la camera da letto nera: osare senza errori

Leggi anche
Contents.media