Seconda casa in montagna, dove comprare: valutazioni per l’acquisto

Tutti i consigli e le valutazioni necessarie prima di comprare una seconda casa in montagna.

Avere una seconda casa è il sogno di molti. Un rifugio personale, da poter utilizzare e sfruttare in qualsiasi momento per una fuga rilassante o per trascorrere le festività. Le mete più gettonate sono sicuramente il mare, il lago e la montagna.

Quest’ultimo è un settore che sta appassionando sempre più famiglie, anche grazie alle numerose opere di rivalutazione del territorio, al fine di mostrare la bellezza e le possibilità che il paesaggio montano ha da offrire. Ma conviene comprare una seconda casa in montagna?

Seconda casa in montagna, dove comprare: turismo, costi e agevolazioni

Le località di montagna sono sicuramente l’attrazione di molti, soprattutto per coloro che amano stare all’aria aperta durante la bella stagione o sciare nel periodo invernale.

Advertisements

Ma, ovviamente, l’acquisto di una casa non è da sottovalutare e sono numerosi gli aspetti da considerare. Si tratta di un importante investimento che bisogna affrontare con consapevolezza.

Di seguito tutte le valutazioni per l’acquisto.

Le località più gettonate e i relativi prezzi

Tra le località di montagna, sicuramente le regioni privilegiate sono la Valle d’Aosta, il Piemonte, il Trentino Alto Adige e il Veneto. Ognuna offre svariati servizi e possibilità, ma sono numerosi gli aspetti da valutare prima di effettuare un’acquisto. Il prezzo non è certamente un fattore trascurabile. Dove comprare una seconda casa in montagna?

La Valle d’Aosta, nonostante la sua dimensione ridotta, è ricca di meravigliose località. Tra tutte spicca sicuramente Courmayeur, una perla custodita dal Monte Bianco. Le offerte di questa località sono infinite. Sport, impianti sciistici, servizi gastronomici, shopping e residenze lussuose, solo per citarne alcune. La sua fama la precede, ma sicuramente è una delle località più costose. I prezzi partono infatti da 10.000 euro al mq, arrivando anche a 15.000.

Il Piemonte è sicuramente una regione più economica, il giusto compromesso tra costi e servizi offerti. Sestriere e Bardonecchia sono le località più gettonate, soprattutto per i grandi impianti sciistici. Rispetto ad altre località, prezzi sono decisamente più contenuti, si aggirano intorno ai 3.000 euro al mq.

Il Trentino Alto Adige è una regione che offre diverse possibilità. Ci sono località molto richieste, tra cui Madonna di Campiglio, e di conseguenza particolarmente costose: il prezzo di una casa in questa località si aggira intorno ai 13.000 euro al mq. Non manca però l’offerta di luoghi più abbordabili ma pur sempre meravigliosi. Ortisei, Bolzano, Merano sono solo alcuni dei paesi tra cui scegliere.

Il Veneto non sempre viene inserito tra le mete più gettonate, ma in realtà è una regione capace di sorprendere e meravigliare. Le località sono molto diverse tra loro, infatti si tratta di un paesaggio molto variegato. Cortina d’Ampezzo è sicuramente una delle località più prestigiose, definita “regina delle Dolomiti”. Con i suoi paesaggi mozzafiato, gli impianti sciistici, le offerte culturali e mondane, Cortina è famosa in tutta Europa, e di conseguenza i prezzi sono notevolmente alti.

Se volete optare per qualcosa di più economico, la possibilità non manca: Belluno, Alleghe, l’Altopiano di Asiago. Tutte cittadine meravigliose, solo per citarne alcune, che si aggirano intorno ai 2.000 euro al mq.

Le tipologie di case

Le case in montagna sono ovviamente di varie topologie, diverse per collocazione e caratteristiche. Prima di acquistare una seconda casa bisogna valutare le proprie esigenze e le proprie priorità. Sicuramente la tipologia di casa è una scelta fondamentale.

Le abitazioni tipiche sono tra le più gettonate. Collocate vicino ai paesi, garantiscono un collegamento con le attività commerciali e con il centro abitato. Sono inoltre tutelate dalla Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio, ciò permette di ricevere agevolazioni fiscali e di prestigio dell’immobile.

I rustici sono indubbiamente molto caratteristici del territorio. Spesso necessitano di operazioni di sistemazione e restauro, ma il mercato offre molte soluzioni vantaggiose.

Infine ci sono gli chalet. Villette moderne e all’ultima moda offrono grandi possibilità di arredamento. Collocate solitamente lontano dai centri abitati, sono perfetti per coloro che vogliono godersi la pace e la tranquillità della montagna.

Costi e agevolazioni

La seconda casa in montagna è indubbiamente un investimento ed è necessario valutare ogni aspetto prima di acquistarla. La scelta della località, come abbiamo visto, incide particolarmente sulla spesa, ma non è l’unico fattore da tenere in considerazione. Innanzitutto bisogna sempre prevedere il pagamento dell’imposta di registro, catastale e ipotecaria. La tassazione segue un criterio diverso rispetto a quello sulla prima casa, ma è una spesa che va comunque tenuta in considerazione prima di procedere all’acquisto, così come l’andamento dei prezzi degli immobili.

Il mutuo è un’alternativa di pagamento molto valida anche per l’acquisto di una seconda casa. Inoltre si può decidere di sfruttarla al meglio. L’affitto stagionale, nei periodi in cui non la si utilizza, è indubbiamente un’ottima soluzione. Ormai le famiglie sono sempre più propense all’appartamento o alla casa in affitto, piuttosto che alla prenotazione di un hotel, quindi è sicuramente un settore molto conveniente.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bilocale in stile industriale: design grezzo e sofisticato

Tendaggi moderni per gli interni della casa: illuminare con stile

Leggi anche
Contents.media