Tavolo in stile coloniale: le scelte per ogni gusto

Il tavolo in stile coloniale dona all’abitazione un tocco particolare, con un dettaglio “seicentesco” tra colonialismo ed imperialismo. Ecco alcune idee

Lo stile coloniale si è espanso in Europa ma le sue origini sono ben lontane. Col termine coloniale (stile o architettura) ci si riferisce a tutti quegli stili architettonici adottati dagli europei durante l’epoca della colonizzazione, dunque provenienti d’altri continenti.

All’inizi, lo stile coloniale era riferito solamente all’architettura ma l’innovazione dell’interior design ha trasportato questa corrente stilistica anche nell’arredamento e nelle decorazioni.

Se l’intenzione è donare all’abitazione un tocco particolare, con un dettaglio “seicentesco” di colonialismo ed imperialismo, ecco alcune idee per un tavolo in stile coloniale.

Tavolo in stile coloniale

Tavolo in stile coloniale: i requisiti

Quali sono le specifiche per definire un tavolo in stile coloniale? Innanzitutto l’utilizzo del legno ma non di qualsiasi fattura. Un tavolo in stile coloniale è creato col legno dalle essenze più pregiate. Il tavolo in stile coloniale è consigliato a chi ricerca un design “caldo”, reso tale dal legno. Solitamente un tavolo in stile coloniale è un mix di generale sobrietà e particolari di “classe”: spesso gli elementi di decoro in marmo sono sostituiti dal legno, senza però perderne il meraviglioso colpo d’occhio “esotico”.

Tavolo in stile coloniale a fagiolo

Tavolo in stile coloniale a “fagiolo”

Seppur una variante, il tavolo in stile coloniale a fagiolo (chiamato così per la sua forma) è di dimensioni ridotte, dando quel tocco in più a ogni stanza. Solitamente, in pieno stile “americano”, il tavolo in stile coloniale a fagiolo può divenire una vetrina bar con tanto di sotto ripiano.

Tavolo in stile coloniale vetrinetta bar

Tavolo in stile coloniale bianco “vetrinetta bar”

Altra variante del tavolo in stile coloniale è sempre con annessa vetrinetta bar. In questo caso il colore predominante è il bianco, rientrando nella palette dei colori “coloniali” ma strizzando l’occhio a uno stile più moderno. Inoltre sono presenti dei dettagli intagliati, tipici dello stile coloniale.

Tavolo in stile coloniale “classico”

Un evergreen delle tipologie di tavolo in stile coloniale è sicuramente quello “grezzo”. Quasi un tuffo nel passato, il tavolo in stile coloniale classico è fatto quasi unicamente di legno con pochi dettagli. Questo tavolo in stile coloniale darà quel tocco d’epoca imperialista all’abitazione offrendo un’atmosfera rilassante.

Tavolo in stile coloniale moderno

Tavolo in stile coloniale “moderno”

Se l’idea è avere un tocco d’esotico e “antico” senza spezzare il design moderno del resto dell’abitazione, una buona scelta è un tavolo in stile coloniale dallo stile classico ma con linee morbide e decise. Il legno di pino tinto dà un tocco moderno al tavolo in stile coloniale senza travisare la sua natura classica.

Tavolo in stile coloniale moderno variante rivisitazione

Tavolo in stile coloniale rivisto in chiave moderna

Questa tipologia di tavolo in stile coloniale è una rivisitazione, dunque non canonico. L’idea alla base è proiettare quest’antico stile in una chiave totalmente moderna, togliendo qualche classica caratteristica. È ideale per chi ricerca l’essenza di un tavolo in stile coloniale ma senza rinunciare al modernismo.

Scritto da Marco D'Urso
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Letto rotondo, come inserirlo nella camera da letto

Lavabo bianco lucido e opaco: idee e stili

Leggi anche
Contents.media