Home » Immobiliare » Villa Leopolda in Costa Azzurra: una villa da film

Villa Leopolda in Costa Azzurra: una villa da film

Tutte le curiosità sulla grandiosa Villa Leopolda in Costa Azzurra.

La Costa Azzurra ha da sempre sprigionato un fascino particolare sul jet-set internazionale. Basti pensare a Nizza e Cannes che sono sempre state cariche di glamour e charme, mentre i paesaggi che fanno loro da contorno sono incantevoli con la lussureggiante vegetazione che lambisce un mare cristallino.

Advertisements

Non stupisce che proprio in Costa Azzurra abbondino ville lussuose appartenenti a banchieri, principi e uomini d’affari.
Una in particolare è talmente grandiosa e ricca che pochi benestanti hanno saputo resisterle: si tratta di Villa Leopolda, dimora monumentale che sorge a Villefranche-sur-Mer in Provenza.
Secondo Forbes, è una delle più costose ville del mondo con un valore che si aggira attorno ai 506 milioni di dollari.

Se vi state chiedendo quanto sia maestosa, ecco tutte le curiosità su Villa Leopolda in Costa Azzurra.

Villa Leopolda in Costa Azzurra

Villa Leopolda in Costa Azzurra: un regalo per Très Belle

Villa Leopolda si lascia ammirare dall’alto di un’altura a picco su una ridente baia incastonata tra Nizza e Montecarlo.

Questo monumento storico, esempio dell’archiettura della Belle Époque, è immerso in un parco di quasi 10 ettari dove sono presenti più di 1200 specie arboree tra le quali limoni, cipressi, ulivi e aranci.
La villa si estende per 1800 mq e conta di 19 suite, piscine, serre che compongono uno dei giardini botanici privati più grandi d’Europa, campi sportivi, pista da bowling e un cinema.

Villa Leopolda interni

Le origini della villa

Nel 1902 la dimora fu acquistata dal re del Belgio Leopoldo II, per una cifra pari a 1 franco per donarla all’amata Caroline Delacroix, nota ai tempi come “Très Belle“. Fu un gesto non nuovo per il sovrano che aveva fatto lo stesso per l’altrettanto sontuosa Villa Les Cèdres.

Alla morte del re Leopoldo, Caroline Delacroix fu sfrattata dal nipote, nonché re, Alberto I che ne detenne il possesso fino alla Prima Guerra Mondiale, durante la quale Villa Leopolda divenne un ospedale.
Con la fine del conflitto la proprietà passò nelle mani di Teresa Vitali contessa di Beauchamp che impreziosì la villa con nuovi giardini dallo stile più mediterraneo progettati da Aaron Messiah.

L’attuale aspetto della villa è quello donatole tra il 1929 e il 1931 dall’architetto Odgen Codman Jr che diede un nuovo volto alla dimora ispirandosi allo stile italiano e francese.
Ingrandì la proprietà acquistando due cottage, costruì un campo da tennis, una grande piscina, magnifiche terrazze e impreziosì la facciata con un elegante frontone in stile romano.

villa leopolda

Una villa da film

Dopo Odgen Codman Jr si susseguirono inquilini molto benestanti e famosi, da Gianni e Marella Agnelli al filantropo Dorothy J. Killam fino al banchiere libanese Edmond Safra. Fu questo ricchissimo uomo d’affari a volere Mica Ertegun e Renzo Mongiardino come interior designer con lo scopo di restaurare in particolare le camere da letto site al secondo piano.

Villa Leopolda

Gli aneddoti

A Edmond Safra sono legati ricordi di banchetti e feste dove a regnare era il lusso estremo: pare infatti che ogni lunedì e ogni sabato ci fosse un party.
Sono molti gli aneddoti legati a questi eventi dov’erano invitati celebrità come Amyn Aga Khan, i Grimaldi, la principessa Firyal di Giordania e Christina Onassis.
Si dice che, per l’occasione, si facessero provenire i tulipani direttamente dall’Olanda, si affidasse l’aspetto gastronomico a Roger Verge (chef del Moulinde Mougins). Per quanto riguarda l’intrattenimento musicale, pare fosse offerto da artisti del calibro di David Wood e Sergio Mendes.
Sembra che la sicurezza in queste occasioni fosse garantita da ex militari di commando israeliani.

Riguardo una festa che Edmond Safra tenne nel 1988, si dice che alle ospiti femminili il banchiere donasse scatoline smaltate con dipinta l’immagine di Villa Leopolda.

Non stupisce che Villa Leopolda sia stata scelta come set cinematografico di film come “Caccia al Ladro” e “Scarpette Rosse”.

villa leopolda in costa azzurra

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Specchi da arredo per il soggiorno: gli errori da non commettere

Come posizionare quadri in casa: consigli utili

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.