Adeguamento casa per disabili: cosa c’è da sapere

Quali sono gli step per procedere all'adeguamento della casa per disabili.

Per adeguare la propria abitazione alla presenza di una persona disabile occorre essere ben informati sulla normativa vigente e far eseguire i lavori a regola d’arte da ditte specializzate, utilizzando i migliori materiali disponibili sul mercato. Ci sono molte agevolazioni che rendono meno oneroso l’adeguamento di una casa per disabili, secondo gli standard previsti, e che consentono di costruire o ristrutturare la casa in tempi celeri.

Adeguamento casa per disabili: come procedere

Adeguare la casa alla presenza di una persona disabile prevede alcune pratiche da seguire e diversi elementi da tenere in considerazione.

Vediamo quali sono.

Cosa dice la legge

Per effettuare la ristrutturazione, le persone disabili, secondo l’articolo 8 della Legge n. 13/1989 devono innanzitutto informare il sindaco presentando un certificato medico che attesti la disabilità, insieme alla dichiarazione di notorietà dove sono indicati i dati catastali e l’indirizzo dell’immobile.

Advertisements

La persona disabile deve poter vivere in un luogo consono al suo stato fisico e quindi privo di barriere architettoniche affinché si possa muovere nel migliore dei modi all’interno delle mura domestiche.

Arredo Camera Disabili

Le agevolazioni

La persona disabile può beneficiare della detrazione IRPEF pari al 50% per la ristrutturazione e dell’aliquota IVA agevolata al 4% per adeguare gli spazi abitativi e acquistare tutti gli ausili per la mobilità, come ad esempio la carrozzina.

La prima cosa è quella di eliminare le barriere architettoniche, quindi agevolare gli spostamenti all’interno dell’abitazione. In questo senso, l’installazione di montascale e mini ascensori per interni ed esterni possono essere compresi nei lavori di adeguamento.

Progettare il bagno

Naturalmente il bagno è uno dei principali spazi che richiede un lavoro di adeguamento accurato. Progettare un bagno per disabili in casa è un obbligo pratico e morale, indispensabile per chi ha difficoltà motorie o ha necessità di spostarsi con la sedia a rotelle o con il deambulatore. In commercio si trova un’ampia gamma di prodotti, accessori e attrezzature idonee, progettate appositamente.

Il lavandino alla giusta altezza

L’altezza e la tipologia di lavandino sono elementi da tenere bene in considerazione. Il lavandino deve infatti essere progettato per consentire alla persona di raggiungerlo facilmente. Fondamentale è anche dare modo a chi si accosta ad esso di avere lo spazio di usufruire del lavandino in totale comodità, nonostante la presenza di una sedia a rotelle.

La doccia per disabili

Adeguando la casa per un disabile, occorre tenere presente che l’igiene personale è di importanza primaria. Il piatto doccia deve necessariamente essere a filo pavimento, senza alcun gradino di accesso, in modo da non ostacolare il passaggio. La porta deve essere ampia e scorrevole, ancora meglio se non è proprio presente.

Le altre stanze della casa

Quando la casa è solo da ristrutturare, e le stanze sono di dimensioni adeguate, il lavoro è piuttosto semplice. A volte basta solo abbattere un muro e creare più spazio per permettere alla persona disabile di muoversi senza difficoltà.

Se invece l’appartamento è di piccole dimensioni, occorre cercare degli arredi su misura, ottimizzare quelli esistenti ed eliminare il superfluo.

Scritto da Barbara Anselmi
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Disabili: come abbattere le barriere architettoniche in casa con piattaforme ed elevatori

Bonus stufa a pellet 2021: come funziona

Leggi anche
Contents.media