Disabili: come abbattere le barriere architettoniche in casa con piattaforme ed elevatori

Chi nella vita si trova a fare i conti con la disabilità, necessita di attrezzature di alta qualità, affidabili e in grado di semplificare la quotidianità.

Per una persona che nella propria vita si trova a fare i conti con delle disabilità è più che mai importante disporre di attrezzature di alta qualità, affidabili e soprattutto in grado così di semplificare la propria vita. Che si tratti di un classico montascale o di una forma più complessa di elevatore, la cui applicazione dipende dalle esigenze della persona e dalla conformità del luogo in cui questi dispositivi vengono installati, il filo comune di questi importanti strumenti dovrebbe sempre essere la qualità elevata e la semplicità d’utilizzo.

Per fortuna negli ultimi anni i progressi tecnologici hanno consentito un ampliamento importante degli strumenti messi a disposizione di queste persone. Questi miglioramenti tecnici sono stati poi accompagnati da un’importante sensibilizzazione in materia, anche su purtroppo su questo punto molto resta ancora da fare. Per chi si trova ad affrontare situazioni di disabilità motoria è fondamentale disporre di elevatori e piattaforme per disabili, dispositivi altamente funzionali pensati per migliore la qualità della vita di coloro che non possono spostarsi in autonomia. Rappresentano un valido alleato sia per la persona interessata e che per tutta la sua famiglia.

Questi importanti dispositivi possono essere sia da esterno che da interno, in modo da potersi adattare nel migliore dei modi alle circostanze strutturali dell’edificio e alle esigenze della persona. I professionisti del settore riescono ciò ad abbattere le barriere architettoniche presenti nella vita di chi ha una forma di invalidità, trovando il giusto compromesso tra queste due componenti. Questo avviene sempre più spesso anche in ambienti dove un tempo sembrava impossibile intervenire in modo da semplificare davvero la vita di un disabile.

Caratteristiche tecniche di elevatori e piattaforme

Ogni dispositivo elevatore e ogni piattaforma per disabili devono soddisfare degli elevati standard qualitativi di affidabilità, comodità e sicurezza. Alcuni aspetti molto importanti da valutare, facendone appositamente richiesta al produttore sono:

  • Garanzie massime in materia di sicurezza;
  • Silenziosità del dispositivo;
  • Minor ingombro possibile;
  • Capacità di adattamento ad una particolare scala;
  • Possibilità di installazione in un determinato luogo.

La silenziosità è un aspetto che contraddistingue molto spesso un dispositivo di alta qualità e che è in grado di fare davvero la differenza nella quotidianità. Uno strumento che sia il più silenzioso possibile infatti non risulterà fastidioso per i familiari, per i vicini di casa ma soprattutto in primis per la persona che è costretta ad utilizzare il dispositivo.

Anche l’ingombro non è un aspetto da sottovalutare e rappresenta una componente che si collega direttamente alla scelta dello strumento più idoneo. Spesso infatti negli appartamenti, nelle case o nelle strutture che necessitano di un montascale o di un elevatore non vi è molto spazio, ragion per cui si rende necessario optare per uno strumento dall’ingombro limitato.

Come scegliere il dispositivo più idoneo

Non sempre infatti le caratteristiche tecniche di una casa o di una scala permettono di scegliere tra tutti i dispositivi presenti sul mercato. Di conseguenza il primo passo che può risultare particolarmente importante in questa direzione è la richiesta di un sopralluogo effettuato da un tecnico specializzato che, misure alla mano, potrà consigliare il dispositivo più adatto anche in virtù delle necessità dell’utilizzatore.

A seconda delle esigenze e degli spazi presenti i dispositivi possono differire molto. In alcuni casi inoltre potrebbe essere necessario ricorrere ad un dispositivo da esterno, come ad esempio una piattaforma elevatrice a pantografo, mentre in altri risulterà ottimale l’installazione di una classica attrezzatura da interno come un servoscale o un montascale tradizionale. In alcuni casi particolari, quando vi sono problemi di spazio, possono essere studiate anche soluzioni realizzate ad hoc, come ad esempio piattaforme a scomparsa che possono servire anche per superare piccoli dislivelli.

Gli strumenti più tradizionali e comunemente usati per anziani e persone con disabilità sono invece le classiche poltroncine in grado di muoversi lungo scale dritte o curve, o i servoscala che possono essere a pedana o a piattaforma. A prescindere da quale sia lo strumento più idoneo, aspetto da valutare anche con l’ausilio di un professionista, è importantissimo che questi dispositivi possano abbattere le barriere architettoniche presenti sia all’interno che all’esterno delle abitazioni.

Scritto da Cristina Di Fede
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Impianti elettrici: come fissare cavi e fili con le fascette da elettricista

Adeguamento casa per disabili: cosa c’è da sapere

Leggi anche
Contents.media