Come posare il laminato su un pavimento esistente con stile e classe

Spiegazione ed istruzioni su come posare un pavimento in laminato

La nostra casa merita attenzione minuziosa in ogni suo dettaglio dal momento che ci vedrà crescere, vivere, abitarla e, come ogni particolare, anche il pavimento richiederà molte attenzioni. Quando arriva il cruciale momento in cui scegliere la pavimentazione per la propria abitazione è bene considerare dei punti importanti: come il comfort, il calore che mantiene, l’impatto estetico ed il prezzo.

Posare il laminato su pavimento esistente è una valida soluzione proprio perché: è economico quindi non spenderete troppo; non richiede manutenzione, e garantisce un valido risultato estetico. Quindi costituisce una buona alternativa al vero legno o al vinicolo SPC per arredare i vostri appartamenti con un sublime tocco di raffinatezza. Infine ha anche il vantaggio di ricordare molto un parquet, e se lo spessore del laminato aumenta, allora sarà maggiore la simile nella riproduzione di quest’ultimo.

laminato su pavimento esistente

Come posare il laminato su pavimento esistente

Come fare a posare il laminato su pavimento esistente? Ecco alcuni passaggi per accompagnarvi in questa fase molto importante di ristrutturazione della casa. Per prima cosa, prima di iniziare qualsiasi operazione con i listoni, bisogna pulire bene la polvere e residui. Dopo aver deterso il pavimento ne va’ verificata la sua planarità; esso infatti dovrà essere perfettamente liscio. Si potrà poi sistemare il sottopavimento per laminato; questo è molto importante per isolarne la temperatura ed il suono. Dopodiché bisognerà lasciar respirare per 24 ore i listoni per farli adattare alla temperatura e all’umidità della camera. Ora finalmente si potranno cominciare ad allestire in terra i listoni disposti, preferibilmente, per il lato lungo della stanza. L’ultimo listone andrà tagliato per farlo incastrare bene con la parete.

pavimento laminato

Per completare la pavimentazione in laminato su pavimento esistente mancano ancora alcuni passaggi. Dopo aver posto la prima fila di listoni sarà bene posizionare i distanziatori di spessore compreso tra i 0.5 e 1 cm e di lunghezza di circa 30 cm per simulare la presenza del battiscopa. I listoni hanno una linguetta da inserire sotto la scanalatura del precedente. Abbassando lentamente l’asse i due si incastreranno. Per procedere con la seconda fila: si dovrà incastrare lateralmente il listone a quello della prima fila con un’angolazione di circa 30°. Se questi non si incastreranno perfettamente allora dovrete provvedere a sistemarle al meglio anche utilizzando un martello. Se il lavoro verrà svolto diligentemente dovreste ritrovarvi a questo punto con il pavimento montato.

laminato su pavimento esistente

Ultimi accorgimenti e rifiniture

Per concludere definitivamente la vostra pavimentazione in laminato allora bisognerà togliere i distanziatori applicati in precedenza per montare i veri battiscopa, la soglia della porta (per non far vedere il dislivello di pavimentazione con le altre stanze) su cui installare, appunto, la porta. A questo punto, se la porta riesce ad aprirsi agevolmente, avrete finalmente ultimato il montaggio del vostro pavimento in laminato su un pavimento preesistente; ci auguriamo di esservi stati utili, ora è il vostro turno!

laminato su pavimento esistente

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Elisa Isoardi: la sua casa nel cuore dei Parioli a Roma

La bellissima casa dell’attaccante argentino Mauro Icardi a Milano

Leggi anche
Contents.media