Il primo museo di design italiano su una nave da crociera

Tutto quello che c’è da sapere sul museo interamente dedicato al design italiano esposto su una nave da crociera.

Chi non conosce la celebre azienda di navi “Costa Crociere“? Nonostante si tratti di un nome certamente rinomato, c’è un dettaglio degno di nota, di cui non tutti sono a conoscenza. Proprio su una delle navi di Costa Crociere è situato il primo e unico museo di design italiano (su nave) al mondo.

Qui di seguito tutti i dettagli.

Il museo di design italiano su nave da crociera

È il primo ed unico esperimento rappresentativo della cultura italiana su nave e ad ogni viaggio regala agli ospiti della nave un’esperienza unica. In particolare, è possibile visitarlo nel modello Costa Smeralda.

Il progetto

L’intero progetto è stato curato principalmente da: Adam Tihany, uno dei più celebri designer contemporanei per interni, che ha disegnato importanti hotel e ristoranti in tutto il mondo e Matteo Vercelloni, insegnante di Storia del Design al Politecnico di Milano. I due esperti si sono occupati dell’allestimento del museo, portando avanti un progetto degno di nota.

Il museo di design italiano: percorsi e oggetti esposti

A rendere particolare questo museo fin dal principio è l’idea che ne sta alla base: esaltare l’importanza che il design italiano ha avuto in più campi e nel corso della storia.

La struttura

Il museo è stato realizzato in 400 metri quadrati: dal corridoio d’ingresso, un tunnel in acciaio illuminato e costituito da anelli aperti, si arriva fino al cuore della nave. L’esposizione si estende ai lati del corridoio, come se passeggiando si avesse accesso a della camere di tesori nascosti, da scoprire durante la visita. Il secondo motivo per cui questo spazio espositivo è degno di nota, è quello di essere situato in una nave da crociera. È il primo ed unico al mondo, dedicato al design italiano.
Costa design

Cosa viene esposto nei percorsi

Gli esperti hanno deciso di suddividere l’esposizione in 5 percorsi. La visita sarà dunque suddivisa negli ambiti di:

  • Memorabilia;
  • Moda;
  • Trasporti;
  • Design d’Arredo;

  • Oggetti per la Tavola.

Per ogni percorso sono stati esposti pezzi che esaltano la storia del design italiano. Per citarne alcuni: nel reparto di Moda, è possibile trovare capi firmati Armani e Ferrè, nella sezione trasporti la celebre Vespa, la Lambretta, il Ciao e una bicicletta Bianchi, tutte in dimensioni reali.


La parte Memorabilia espone opere firmate dai maggiori designer italiani degli anni ’30, accanto ad oggetti di uso comune come la classica caffettiera napoletana. È stato creato anche un diorama, ovvero una sorta di plastico in scala tridimensionale, con numerosi altri modelli di mezzi di trasporto, tra cui le navi della Costa Crociere.

In Italia sono tante le opere architettoniche degne di note, dei veri gioielli del design.

Scritto da Andrea Elisa Nasta
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La casa di Naomi Campbell in Turquia e le altre proprietà

Una galleria d’arte sospesa tra i vigneti: il saluto di Richard Rogers

Leggi anche
Contents.media