Home » Fai da te e bricolage » Orto domestico: cosa piantare, consigli per organizzarlo

Orto domestico: cosa piantare, consigli per organizzarlo

Avete il pollice verde? Amate mangiare cibi sani, naturali e biologici? Perchè non coltivate un orto a casa tutto vostro? In questo modo avrete ortaggi naturali a chilometro zero. Ma quali ortaggi piantare? Di seguito troverete i nostri consigli per coltivare un orto domestico e cosa piantare. Stare a contatto con la natura vi rilasserà e ridurrà il vostro stress, portando allegria e positività, perciò cosa aspettate?

Orto domestico cosa piantare

Non importa se avete un cortile o un balcone, coltivare un orto è comunque possibile, basta che abbiate la voglia e la pazienza di curarlo continuamente. Coltivare aromi, ortaggi e frutta con le proprie mani è un’attività salutare per l’organismo, per l’umore perché tare a contatto con la natura ci permette di ritrovare quel benessere interiore che solo il contatto con questa può regalare. Vediamo insieme quali sono gli ortaggi perfetti da piantare nel vostro orto domestico.

orto

Pomodori

È una pianta dall’andamento strisciante ed è per questo che necessita dell’installazione di un sostegno. Piantate i semini a trenta centimetri di distanza l’uno dall’altro, mentre se coltivate questa pianta nel vostro balcone serviranno vasi profondi 30 centimetri e larghi 20/30 centimetri che dovete posizionare sempre al sole. Ricordatevi di annaffiare le piante un paio di volte la settima e in 80/100 giorni comincerete a vedere i primi frutti.

pomodori

Zucchine

Ortaggi dalla forma allungata, dal caratteristico colore verde, le zucchine sono un ottimo contorno, un gustoso ripieno o un antipasto succulento da mangiare a tavola, soprattutto se coltivato nel vostro orto. Dovete seminarle da marzo a maggio deponendo due o tre semi alla volta.

zucchine

Ogni seme dovrà essere distante dall’altro di almeno un metro e dovrete coprirlo con del compost, questo se state coltivando nel giardino, mentre se coltivate sui balconi dovete disporre per ogni pianta un contenitore differente.

Dovete coprire i semi con uno strato di terriccio di circa venti centimetri. Posizionatele al sole, annaffiatele abbondantemente ogni giorno e vedrete germogliare le vostre piantine in un paio di settimane.

Barbabietole

La barbabietola è una pianta a ciclo biennale caratterizzata da una radice carnosa, questa è famosa per migliorare la salute dell’apparato cardiovascolare. Prima di piantare i semi, dovete pulirli e lasciarli immersi nell’acqua tiepida per un giorno.

barba

Dopo potete posizionarli un seme alla volta, distanziati trenta centimetri l’uno dall’altro, se invece coltivate in balcone dovete utilizzare dei vasi profondi almeno 10/20 centimetri e larghi quanto volete voi, basta che siano sempre posizionati al sole. Ricordatevi di annaffiarli una volta al giorno e in 40/50 giorni vedrete già i primi frutti.

Ravanelli

Di questi ortaggi la parte commestibile è la loro radice, la quale è fonte di potassio, acido folico, magnesio e calcio. Il periodo migliore per la semina va da aprile a luglio, dovete piantare i semini a un paio di centimetri sotto la superficie, lasciando sufficiente spazio tra loro per permettere una buona crescita delle piante. Sono perfette per essere coltivate anche in balcone, dove potete utilizzare un contenitore profondo almeno 10/20 centimetri che dovrete posizionare al sole. Innaffiatele frequentemente ma non in modo abbondante.

rava

Cipolla

Si tratta di una pianta biennale ricca di fibre, acido folico e vitamina C. Il terreno in cui pianterete i sui semi, dovrà essere leggero, lavorato energicamente e liberato da detriti. Anche i suoi semi devono essere piantati a pochi centimetri dalla superficie e ben distanziati tra loro. Se invece coltiverete queste piante nel vostro balcone, vi serviranno dei vasi profondi 30 centimetri, lasciando 30/40 centimetri di distanza fra le piantine così da farle crescere bene.

cipolla

Carote

Le carote sono delle piante biennali ricche di vitamina A , B, C, PP, D ed E, di sali minerali e amidi, antiossidanti e fibre alimentari. Queste piante devono essere piantate nel periodo che va da gennaio ad ottobre ed è molto importante che il loro terreno sia sempre umido. Coltivandole in balcone, queste necessitano di un vaso profondo 40/50 centimetri. Hanno bisogno di una continua esposizione al sole e di un clima temperato.

carote

Spinaci

Di questa pianta si usufruisce delle sue foglie verdi che sono ricche di calcio e ferro. I semi degli spinaci devono essere piantati a pochi centimetri dalla superficie del terreno, distanziate correttamente per permettere una buona crescita della pianta e richiedono un’innaffiamento abbondante per mantenere il terreno sempre umido. Per coltivarle in balcone dovete usufruire di un vaso ampio che sia profondo almeno 15 centimetri, posizionandolo in un angolo dove la luce solare arriva sempre.

spinaci

Lattuga

La lattuga è fonte di acido folico e di vitamina A. Prima di piantare i suoi semi, concimate il terreno con sostanze nutrienti poi piantateli ad una profondità che va dagli otto ai sedici centimetri. Questa pianta se coltivata in balcone richiede di essere piantata in vasi profondi dai 10 ai 20 centimetri, di essere piantata a 30 centimetri di distanza dagli altri semi, di essere posizionata al sole e innaffiata ogni mattina.

lattuga

Piselli

Ricchi di vitamina A, B e C, i piselli devono essere piantati ad una profondità di quattro/cinque centimetri distanziati da qualche centimetro l’uno dall’altro. Anche questi dovete annaffiarli abbondantemente e regolare. Per coltivarli in balcone dovete usufruire di un vaso largo 40 centimetri e la posizione che dovete scegliere per questo deve essere in pieno sole.

piselli

Scritto da redazione online

Tendenze per l’arredamento della casa nel 2021

Cini Boeri: le opere della signora del design italiano

Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.