Progettare pareti con il cartongesso: soluzioni per dividere gli ambienti

Come progettare pareti con il cartongesso in modo intelligente e funzionale.

Come sfruttare gli spazi di un appartamento senza fare grandi lavori di muratura? Quando acquisti una casa o pensi di aver bisogno di una stanza in più, il cartongesso è il materiale più adatto. Progettare pareti con il cartongesso è infatti una soluzione semplice ed economica.

Progettare pareti con il cartongesso: tutti i consigli

Il cartongesso è un materiale edilizio economico e versatile. Si presenta sotto forma di lastre di vario spessore. Nelle costruzioni “a secco” permette di realizzare in tempi veloci pareti divisorie, controsoffitti o rivestimenti. Soluzione ottimale per organizzare gli ambienti, può essere essere adatto a molteplici funzioni.

Di seguito tutte le soluzioni.

Dividere gli ambienti

Per dividere gli ambienti, il cartongesso è una soluzione economica e molto pratica da utilizzare.

Dividere una stanza con un muretto di cartongesso può dividere un open space da un angolo cottura o da una cucina adiacente. Creare open space e spazi aperti, ma ben distinti, rende più luminoso l’appartamento.

Se si vuole alleggerire lo sguardo sugli ambienti, si può sfruttare il cartongesso per progettare tramezzi, colonne divisorie o pareti divisorie per dividere le stanze. In un monolocale è bene dividere la zona giorno da quella notte. Utilizzando il cartongesso, si può dividere la zona notte dalla zona cucina, evitando che gli odori di cottura invadano l’ambiente dedicato al riposo.

Ottimizzare gli spazi

In un appartamento su due livelli, si possono sfruttare le scale per creare una parete scaffalata e riporre libri, complementi d’arredo o piante rampicanti. Il cartongesso è un materiale che si presta a diversi utilizzi. Fondamentale è sfruttare le altezze per ottimizzare gli spazi.

In alternativa gli angoli sono perfetti per creare delle nicchie porta tutto.

Realizzare soluzioni di design

Con il cartongesso si può realizzare una parete di design. Sfruttare la lunghezza della parete dietro la TV è la soluzione perfetta per incassare elettrodomestici e accessori della TV. Nella parte alta, si può creare una libreria a giorno in cui esporre cd, DVD, libri o oggetti da collezione.

I controsoffitti in cartongesso

I controsoffitti in cartongesso sono perfetti per creare un’illuminazione da sogno. Incassando faretti LED e lampadine nei vani del controsoffitto e direzionandole verso ogni punto dell’appartamento, permette di realizzare un’illuminazione omogenea.

Con il cartongesso si possono creare nicchie di diversi spessori, incassare luci e creare linee e forme divertenti per giocare con la luce all’interno dell’abitazione. Le nicchie permettono di usare le strisce di luce LED, trovabili ogni magazzino o nei grandi megastore. Con il nastro biadesivo è semplicissimo incollare la striscia di LED e creare simpatici giochi di luce.

Il cartongesso in camera da letto

Se c’è un posto in cui tutti si perderebbero, è la cabina armadio. Una cabina armadio in cartongesso può essere realizzata secondo le dimensioni della stanza, sfruttando le altezze della camera.

Per prima cosa bisogna dividere con una parete di cartongesso l’ambiente che si sceglie di dedicare alla cabina armadio e sfruttare la parete della stanza per l’altro laterale. Non c’è bisogno di un grande spazio per realizzare una cabina armadio: basterà poi attrezzare le pareti con mensole e strutture per appendere i vestiti. Attrezzando la cabina armadio con una cassettiera al suo interno, potrai riporre gli oggetti più piccoli, l’intimo, la biancheria e gli accessori, creando un ambiente pulito e ordinato.

Scritto da Elisa Longo
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come arredare un loft di 40 mq: soluzioni di design salvaspazio

Statue per la casa moderne: dove e come disporle

Leggi anche
Contents.media