Home » Fai da te e bricolage » Trapani a batteria: guida all'acquisto

Trapani a batteria: guida all'acquisto

Cos’è un trapano a batteria
E’ utensile portatile dotato di un’impugnatura a pistola e di un comando d’accensione a grilletto, la cui funzione principale è quella di forare pareti o altre superfici. Nella versione "avvitatore" è in grado anche di avvitare e svitare. I trapani più evoluti consentono di tagliare e levigare il legno e smerigliare il metallo. In commercio sono disponibili un gran numero di modelli divisi in tre grandi gruppi a seconda dei diversi utenti finali: quelli per uso professionale (dotati di elevate prestazioni tecniche), quelli per uso semiprofessionale e quelli per uso domestico. Le batterie sono posizionate alla base dell’impugnatura e possono essere sia al nichel cadmio che agli ioni di litio. Le prime sono le più usate, perchè sono più economiche, ma sono più grandi e pesanti e durano di meno rispetto alle seconde. La potenza delle batterie varia dai 10,8 volt dei modelli più compatti fino ai 36 volt di quelli per uso professionale. I trapani migliori per un uso domestico sono quelli da 14,4 volt.
Come sceglierli
La prima cosa che bisogna sottolineare è che non è assolutamente vero che per un uso domestico possiamo usare qualunque trapano a batteria purchè poco costoso. In realtà, in mani poco esperte, questi utensili low cost possono essere molto rischiosi. Quindi è meglio orientarsi su trapani di marche affidabili e conosciute, come la Black & Decker, la Bosh o la Metabo. I prezzi dei modelli economici di queste marche non sono altissimi (circa 50 euro), mentre, ovviamente, salgono a 200 e più se si sceglie un modello professionale, più potente, versatile e con prestazioni migliori. Ogni trapano deve essere corredato da una serie completa di punte, differenti a seconda del tipo di materiale che dovranno forare, per lunghezza e per diametro. A parità di prezzo e prestazioni, meglio optare per i modelli dotati di valigetta per trasportarli e conservarli. Chi intende utilizzarli anche per svolgere lavori di bricolage deve acquistare gli altri accessori (dischi abrasivi per levigare, spazzole per lucidare e frese per il metallo). Inoltre, se il trapano è necessario per svolgere dei lavori molto lunghi, meglio comprare una seconda batteria in modo da evitare soste forzate per ricaricare quella esausta. Infine, al momento dell’acquisto, meglio prendere in mano e sollevare il modello che abbiamo scelto, per verificarne il peso e valutare se l’impugnatura consente una presa comoda e sicura. I trapani e gli avvitatori si comprano nei negozi di ferramenta, in quelli di bricolage e fai da te e nei grandi supermercati.

Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Macchine per il legno, guida all'acquisto

Macchine per la lavorazione del legno, guida all'acquisto

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.