Tre superfici antibatteriche per una casa più pulita

Questi materiali autopulenti eliminano virus e batteri.

Argomenti trattati

Grazie alla pandemia di COVID-19, le superfici antibatteriche stanno guadagnando popolarità. Anche se si possono acquistare tutti i tipi di prodotti trattati con additivi antimicrobici, tra cui interruttori della luce, tende da doccia e biancheria da letto, alcuni materiali naturali vantano anche proprietà antibatteriche.

Grazie alla loro composizione fisica o chimica, queste superfici uccidono o inibiscono naturalmente la crescita di batteri e virus, aiutandovi a mantenere la vostra casa più pulita con meno spruzzi e strofinamenti. Naturalmente, il lavaggio delle mani e la disinfezione delle superfici ad alto contatto sono vitali per prevenire la diffusione dei germi in tutta la casa. Tuttavia, la scelta dei materiali giusti può aumentare la salute e l’igiene di spazi come cucine, bagni e altro.

Nel caso siate alla ricerca di semplici superfici, esistono diverse alternative dalle caratteristiche differenti.

Sughero

Il sughero naturale è un materiale sostenibile e biodegradabile che proviene dalle querce da sughero, che crescono in tutta la regione mediterranea. Quando viene usato su superfici come pavimenti e mobili, il sughero offre proprietà antibatteriche intrinseche che possono eliminare fino al 96% dei batteri. Il sughero è anche impermeabile ai liquidi e ai gas, quindi non assorbe fuoriuscite od odori come altri materiali porosi.

Provatelo sui pavimenti della cucina, mettete un tappetino da bagno in sughero fuori dalla doccia, o coprite la vostra scrivania in sughero per uno spazio di lavoro senza germi.

superfici antibatteriche sughero

Rame

Questo metallo lucido e rossastro è stato usato per scopi medicinali fin dal 6.000 a.C. perché può inattivare molti germi in pochi minuti. Riconosciuto dalla Environmental Protection Agency (EPA) come antimicrobico, il rame solido può uccidere il 99,9% dei microrganismi. Sono compresi batteri, lieviti e virus. Le leghe di rame, compresi l’ottone e il bronzo, possono anche essere efficaci per eliminare i germi sulle superfici.

Cercate questi metalli su lavandini, rubinetti, piastre degli interruttori della luce, maniglie delle porte e altre superfici toccate frequentemente.

superfici antibatteriche rame

Linoleum

C’è un motivo per cui gli ospedali hanno spesso pavimenti in linoleum. Inventato più di 150 anni fa, questo materiale ecologico è naturalmente antibatterico e ipoallergenico. Da non confondere con il vinile, il linoleum è fatto con materiali rinnovabili e biodegradabili, tra cui olio di lino, sughero in polvere, farina di legno, resine di pino e pigmenti minerali e montato su un supporto di tela o iuta.

Questa pavimentazione durevole e resistente all’acqua regge bene in aree ad alto traffico o soggette all’umidità, come ingressi, cucine e bagni. Inoltre, è facile da installare ed è disponibile in un’ampia varietà di colori e modelli.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gli elementi di design per una casa felice

Ufficio Feng Shui in casa: uno spazio calmo e produttivo

Leggi anche
Contents.media