Camino a bio-etanolo: tutto ciò che devi sapere

Un carburante green con i suoi pregi e difetti.

Il camino a bio-etanolo è un’alternativa ormai presente in molte case, ma bisogna prestare attenzione ad alcuni dettagli specifici. Il “carburante verde” sostenibile produce una forma di calore molto pulita e senza fumo. Tuttavia, molte persone pensano che usando i ceppi e altri combustibili solidi si possa contribuire all’inquinamento all’interno e nell’ambiente.

Potrebbe un camino a bio-etanolo essere la risposta?

Se, invece, preferisci un metodo di riscaldamento tradizionale come i termosifoni, ricorda di sfiatarli quando necessario.

Cos’è il combustibile a bio-etanolo?

Il bio-etanolo, a volte chiamato “biocarburante”, è un “carburante verde” sostenibile prodotto da colture come la canna da zucchero o il mais. Produce una forma di calore molto pulita e senza fumo, poiché non genera gas nocivi, scintille o fuliggine. Quando viene usato come combustibile per il riscaldamento, il bio-etanolo è molto ecologico, producendo circa le stesse emissioni di C02 della combustione di una candela.

I vantaggi di non bruciare combustibile fossile e di passare a un combustibile di origine sostenibile superano molte preoccupazioni. Tuttavia, non devi confondere il bio-etanolo con il carburante in gel. Fatto da una miscela di alcool isopropilico e acqua, il carburante in gel viene fornito in una tanica.

Vantaggi di un caminetto a bio-etanolo

Oltre a creare un punto focale istantaneo con le fiamme danzanti, il grande vantaggio di un camino a bio-etanolo è che, a differenza del gas, del legno o di altri combustibili solidi, non ha bisogno di un camino o di una canna fumaria esterna.

La campagna Burn Better è preoccupata per l’aumento degli incendi nei camini. Da aprile 2019 a marzo 2020 molte case in Italia hanno preso fuoco a causa di un accumulo di catrame infiammabile. Non c’è alcun rischio di questo con un fuoco in bio-etanolo. Non c’è nemmeno il rischio di particelle potenzialmente dannose rilasciate nell’aria quando vengono bruciati i combustibili solidi, quindi questo è un vantaggio per le persone che soffrono di allergie o altre condizioni di salute.

Puoi montare un camino a bio-etanolo ovunque tu voglia, quindi questa scelta potrebbe essere ideale per una nuova casa o una in cui sono stati rimossi i camini e le canne fumarie. Le pareti devono essere forti, quindi in caso di dubbio chiedi consiglio a un costruttore o a un ingegnere strutturale. Alcuni modelli sono portatili e possono essere usati sia all’interno che all’esterno, quindi ottimi per le fredde serate invernali. Non c’è nemmeno il disordine o la cenere, o qualsiasi necessità di complicata manutenzione stagionale. Se decidi di cambiare casa, puoi portare con te il tuo caminetto a bioetanolo.

Inoltre, non hai bisogno di gas o anche di elettricità per un fuoco a bio-etanolo, quindi ciò può aiutare a ridurre le bollette mensili. Una lunga asta o bacchetta per accendere il fuoco, di solito fornita con il fuoco o raccomandata dal produttore, è usata per accendere il combustibile a bio-etanolo in modo sicuro.

camino a bio etanolo dettagli

Come funziona

All’interno del fuoco, il combustibile è conservato in una “scatola” o “cassetta” che si riempie da sola. Gli esperti di Le Feu Fireplaces dicono che 1,5 litri di combustibile possono durare da cinque a sei ore, a seconda delle condizioni. Questo produrrà fino a 3,5kw di calore, che dovrebbe riscaldare una stanza di 20mq. Il combustibile a bio-etanolo è disponibile online e nei negozi di fai da te.

Gli svantaggi

Ovviamente, c’è una certa uscita di calore, ma a meno che la tua casa sia piccola e altamente isolata, non contare su un camino a bio-etanolo come fonte primaria di calore. Rispetto alla legna – che può essere gratuita se si raccolgono i tronchi e li si conserva e asciuga correttamente, il bio-etanolo non è il più economico dei combustibili, specialmente se hai intenzione di usare il fuoco ogni sera.

I fuochi a gas si accendono immediatamente, ma un fuoco a bioetanolo può impiegare tra i 15 e i 20 minuti per diventare completamente “acceso” con le fiamme che accompagnano il calore. Potresti aver bisogno della tua coperta se ti sei sistemato per una notte davanti a Netflix.

Camino a bio-etanolo come funziona

Per evitare di rimanere senza combustibile – soprattutto perché il rifornimento potrebbe non essere così facile con le restrizioni ds COVID-19 e i ritardi nelle consegne – hai bisogno di spazio sufficiente per conservare le scorte in modo sicuro e fuori dalla portata di bambini, animali domestici e possibili fonti di pericolo. Non conservare mai il combustibile a bioetanolo di riserva vicino al fuoco stesso, per evitare un’accensione accidentale.

Il combustibile a bio-etanolo è altamente infiammabile. Consigliamo di non spostare mai i fuochi portatili quando sono accesi. Inoltre, se ci sono bambini piccoli in giro, e come con qualsiasi fuoco, un design con uno schermo a prova di calore è un must. In alternativa, puoi optare per altri design altrettanto efficaci e dal budget differente.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come sfiatare il termosifone: semplici passi

Come capire se la caldaia di casa non funziona bene

Leggi anche
Contents.media