Architettura e interni della casa danzante di Praga

Architettura e interni del simbolo della città di Praga: la casa danzante.

La casa danzante, edificio che si trova a Praga, è il soprannome con cui viene chiamata la struttura che ospita la sede degli uffici nazionali olandesi. La sua costruzione si terminò nel 1996, su progetto dell’architetto V. Milunic. L‘architettura e gli interni della casa danzante di Praga.

Casa danzante di Praga: architettura

La struttura è chiamata “casa danzante” poiché ricorda l’immagine di due ballerini famosi: Fred rappresentato dalla torre di pietra e Ginger rappresentato dalla torre di vetro. Il resto della struttura è formato da 99 pannelli di cemento di forme e dimensioni diverse. In cima alla torre, che simboleggia la figura di un uomo, si trova una cupola avvolta da capelli immaginari.

Praga, Dancing House

Le cornici intorno alle finestre vogliono dare un senso di tridimensionalità, anche per diminuire il contrasto con gli edifici adiacenti.

la dancing House di Praga

Il luogo dove sorge questa casa era occupato da un altro edificio, bombardato alla fine della seconda guerra mondiale nel 1945, che venne acquistato dalla compagnia nazionale Olandese di assicurazioni per affidare il progetto della costruzione a Milunic. L’idea di base dell’architetto prevedeva la divisione dell’edificio in due parti che potessero rappresentare la transizione della Cecoslovacchia da regime comunista a democrazia parlamentare.

Lo stile, per niente convenzionale, creò delle controversie all’inizio della sua edificazione ma il presidente ceco Havel supportò fin da subito il progetto con la speranza di creare un centro di attività culturali. L’architettura della casa danzante di Praga e i suoi interni richiamano il decostruttivismo, stile architettonico caratterizzato da linee non geometriche e con l’intento di “de-costruire” ciò che è costruito.

Il decostruttivismo richiama, nella casa danzante, il Neobarocco, l’Art Nouveau e il Neogotico; stili architettonici per i quali Praga è famosa.

Gli interni

Gli interni della casa danzante di Praga sono stati progettatati dall’architetto inglese Eva Jiřičná. L’edificio è famoso per ospitare la sede degli uffici nazionali olandesi, ma non solo.

Al suo interno si trovano un ristorante di lusso, una caffetteria, una galleria e un hotel. Tra gli altri occupanti, la casa ospita anche alcune compagnie multinazionali.

Il ristorante

Al settimo piano dell’edificio si trova un ristorante di lusso francese. Il menù è composto soprattutto da piatti della cucina francese, completati da elementi di gastronomia internazionale. I piatti possono essere gustati in compagnia di opere d’arte, con una vista sul castello di Praga. In estate, c’è la possibilità di pranzare o cenare sulla terrazza panoramica del ristorante, dalla quale si può ammirare la città.

la Dancing House di Praga

La galleria

All’interno della struttura, si trova una galleria d’arte che ospita opere realizzate da importanti artisti internazionali e nazionali e, talvolta, alcune esposizioni tematiche. Inoltre, c’è la presenza di un negozio di libri e design.

L’hotel

L’hotel, a quattro stelle, occupa due piani della casa danzante ed è composto da 21 camere caratterizzate da design avveniristico (d’avanguardia). Le stanze offrono una meravigliosa vista sul castello di Praga, sul fiume e sul ponte Carlo.

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Riciclo creativo: come riutilizzare vecchi oggetti

Pochi metriquadri, tanto stile: 5 minicase tra le più belle al mondo

Leggi anche
Contents.media