Come raffreddare una stanza senza aria condizionata

Le giornate estive possono essere terribili. Non c'è da preoccuparsi: ci sono molti modi creativi per mantenersi freschi in casa.

Esistono diversi modi per raffreddare una stanza senza aria condizionata. Sebbene quest’ultima sia la soluzione più diffusa, non tutte le case sono dotate di un sistema di condizionamento centralizzato. E anche se le unità di condizionamento a finestra possono contribuire a ridurre la temperatura, non sono necessariamente dotate di un’estetica gradevole o di un’efficienza energetica.

Per fortuna, esistono molte opzioni per raffreddare una stanza. Per cominciare, si possono coprire le finestre con tende da sole, tapparelle o tende isolate. Oltre all’installazione di un soffitto sovradimensionato o all’uso di ventilatori a piantana, potete anche provare a utilizzare lampadine a basso consumo energetico o a rendere il vostro letto a prova di calore. Ecco alcuni trucchi creativi per rinfrescare la casa durante i mesi estivi senza aria condizionata.

Come raffreddare una stanza senza aria condizionata

Coprire le finestre

Lasciare le finestre scoperte durante le ore più soleggiate della giornata lascia entrare una notevole quantità di calore. Quando fuori fa caldo, la cosa più intelligente da fare è bloccare il sole con una tenda da sole o delle persiane all’esterno della casa. All’interno, tenete chiuse tende e tapparelle. Le opzioni per la copertura delle finestre interne sono varie: provate le tende oscuranti, le tende isolate o le finestre oscurate o smerigliate. Queste barriere protettive sono efficienti dal punto di vista energetico e bloccano il sole prima che la luce e il calore entrino in una stanza.

Ottimizzare l’uso dei ventilatori

I ventilatori sono un ottimo modo per mantenere il fresco, ma è necessario essere creativi per sfruttarli al meglio. Create una brezza trasversale rinfrescante posizionando un ventilatore di fronte a una finestra aperta. Se si utilizza un ventilatore da finestra, deve soffiare nella stanza nelle ore più fresche della giornata e verso l’esterno nelle ore più calde. Potete anche provare a posizionare una ciotola di ghiaccio in posizione obliqua di fronte al ventilatore per ottenere un’ulteriore folata d’aria fredda. Se possibile, regolate il ventilatore a soffitto in modo che ruoti in senso antiorario per far salire e uscire l’aria calda.

Accendere i ventilatori di scarico

I ventilatori del bagno e gli aspiratori della cucina allontanano il calore e l’umidità dalla casa. Utilizzate le ventole di scarico con maggiore regolarità (non solo dopo una doccia umida o una lunga giornata di cucina) durante i mesi estivi per rinfrescare la casa. Accendeteli durante il giorno per far uscire l’aria calda dalla casa.

come raffreddare una stanza senza aria condizionata

Spegnere le luci

Le lampadine a incandescenza non sono efficienti dal punto di vista energetico. Utilizzano solo il 10% della loro potenza per emettere luce e il 90% per emettere calore. Passare alle lampadine a diodi a emissione luminosa (LED) può aiutare a raffreddare la casa e a ridurre le spese energetiche. Inoltre, spegnete tutte le lampade o le luci sopraelevate quando non sono in uso o lo spazio non è occupato.

Non utilizzare gli elettrodomestici che producono calore

Cambiate la vostra routine culinaria e lasciate da parte il forno. Provate invece a grigliare all’aperto o a passare a pasti che non richiedano riscaldamento. Insalate fredde, verdure e piatti a base di frutta sono ottime opzioni. Inoltre, evitate l’uso prolungato di piccoli elettrodomestici che emettono calore, come tostapane, microonde o persino l’asciugatrice. Asciugare i vestiti al sole su un filo aiuta a mantenere il calore all’esterno.

Scritto da Redazione Online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Consigli per organizzare in casa lo spazio di studio di bambini e ragazzi

Giardino a basso impatto climatico: quanto è importante?

Leggi anche
Contentsads.com