Come organizzare e gestire le pulizie in casa con gli elettrodomestici senza fili

Grazie a questo nuovo tipo di tecnologia cordless è possibile effettuare le pulizie domestiche nel minor tempo possibile e mantenendo l'ordine in casa. 

Pulire casa con più praticità e maggiore libertà di movimento oggi è molto più semplice grazie agli elettrodomestici senza fili come ad esempio robot aspirapolvere, ferri da stiro, scope elettriche e aspirabriciole di vario genere.

Grazie a questo nuovo tipo di tecnologia cordless, infatti, è possibile effettuare le pulizie domestiche nel minor tempo possibile e mantenendo sempre un certo ordine in casa.

In questo articolo ti spiegheremo come organizzare e gestire l’ordine delle pulizie in casa a partire dalle basi di ricarica dei tuoi elettrodomestici. Vedremo i vantaggi di dispositivi come il robot aspirapolvere, quanta autonomia hanno e come organizzare sia tali dispositivi che i loro rispettivi accessori per ottimizzare le tue pulizie di casa in un modo funzionale, pratico e intelligente.

Elettrodomestici senza fili: una comodità eccezionale per la pulizia della casa

Ovviamente non abbiamo nulla in contrario nell’utilizzare la vecchia e classica scopa per pavimenti, ma strumenti con una tecnologia wireless o con delle batterie sempre più performanti sono senza ombra di dubbio un incredibile aiuto per la pulizia di casa.

Ma come è composto esattamente un dispositivo per pulire senza fili? I dispositivi elettrici senza fili si compongono basicamente di tre elementi principali:

  • l’elettrodomestico in sé (robot aspirapolvere, scopa elettrica, lava vetri automatico, ecc.)
  • la batteria (che possiede diversi livelli di autonomia a seconda della fascia di prezzo a cui appartiene il dispositivo)
  • la base (la quale può essere appesa una parete, da terra, o semplicemente da appoggio per ricaricare la batteria).

Tale base entra a far parte in maniera permanente dell’ambiente casalingo e, per questo motivo, va posizionata in modo consapevole ed intelligente all’interno della casa. Una buona idea è, ad esempio, quella di “nascondere” le basi degli elettrodomestici senza fili, come quella del robot aspirapolvere, dietro le colonne (qualora ci fossero) o in una zona poco visibile in modo da averla sempre a portata di mano ma non direttamente sotto gli occhi. —

Quali sono i vantaggi degli elettrodomestici senza fili

Quelli che seguono sono una serie dei vantaggi più comuni e più apprezzati da tutti i clienti che già utilizzano una tecnologia wireless per la pulizia della propria casa.

  • Sicurezza: considerato uno dei vantaggi più importanti, il fattore sicurezza rende elettrodomestici con funzionamento cordless i preferiti soprattutto da chi in casa ha dei bambini. Eliminando la presenza di scomodi fili per casa, infatti, si eliminano automaticamente anche eventuali problemi legati alla presenza di corrente elettrica.
  • Praticità: tali elettrodomestici sono molto semplici e pratici da utilizzare (es. il robot aspirapolvere è dotato di una base per svuotare automaticamente la polvere). Infatti, se è vero che il luogo in cui nascondi il tuo disordine dice molto sulla tua personalità, è anche vero che molte volte questo disordine è scaturito dal poco tempo a disposizione e dagli strumenti inefficienti per effettuare le pulizie di casa.
  • Spazio: eliminando totalmente la presenza di fili per casa di crea anche una maggiore superficie di spazio da utilizzare per altri oggetti o prodotti di vario genere.
  • Maneggevolezza: Infine, tali elettrodomestici sono molto leggeri e, grazie all’assenza di fili sono anche molto più pratici e maneggevoli da spostare.

Quanta autonomia hanno gli elettrodomestici senza fili?
Uno dei fattori più importanti da tenere in considerazione durante l’acquisto di un elettrodomestico per pulire senza fili è sicuramente l’autonomia della sua batteria, ovvero la sua capacità di pulire appartamenti di diverse dimensioni.

Fondamentalmente è possibile suddividere la diversa autonomia di ogni apparecchio elettronico a seconda della fascia di prezzo in cui si colloca. A seguire alcuni esempi.

  • Fascia di prezzo bassa: in genere questi elettrodomestici possono avere 20-25 minuti di autonomia ma, in alcuni casi, possono anche arrivare a 30-35 minuti.
  • Fascia di prezzo media: a seconda dei diversi livelli di aspirazione, un dispositivo dal costo medio può arrivare fino anche a 40 minuti di autonomia.
  • Fascia di prezzo alta: la durata media di questi elettrodomestici è di circa 45 minuti ma, dipendendo dalla potenza di aspirazione minima, l’autonomia di tali elettrodomestici può estendersi anche a 60-70 minuti.

Terminata l’autonomia della batteria, tali strumenti sono stati ideati per tornare in maniera totalmente indipendente alla loro base – che dovrà essere posizionata in un punto della casa comodamente raggiungibile dagli elettrodomestici stessi.

Gli elettrodomestici senza fili, inoltre, ci permettono di pulire la casa in modo efficiente, grazie alle loro caratteristiche tecnologiche avanzate.
Organizzazione e gestione della “smart home
Le basi di questi elettrodomestici giocano un ruolo fondamentale sia a livello di arredamento della casa, sia, chiaramente, a livello di praticità per le pulizie.

Quando la batteria si sta per scaricare, infatti, i modelli più tecnologici (come ad esempio il robot aspirapolvere) tornano in completa autonomia alla loro base fino a quando la batteria non sarà nuovamente carica e pronta per un nuovo ciclo di pulizie.

Per questo motivo è di fondamentale importanza posizionare tali basi in un punto fisso della casa, in modo tale che i dispositivi possano organizzare al meglio il giro di pulizie da effettuare. Inoltre, è anche consigliabile lasciare le basi sempre nello stesso posto, che siano esse da terra, da parete o da appoggio.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Carta da parati e tendenze da non perdere per il 2022

La bellezza delle specchiere antiche: storia e stili diversi

Leggi anche
Contents.media