Joe Biden e lo Studio Ovale: nuovo arredamento per il Presidente USA

Il nuovo Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha rinnovato gli interni dello Studio Ovale, quali sono le modifiche apportate.

Joe Biden è il quarantaseiesimo Presidente degli Stati Uniti. Il suo insediamento è avvenuto il 20 gennaio 2021. Fin dall’inizio ha portato una ventata d’aria fresca e di novità. A partire dagli arredamenti. Scopriamo come Joe Biden ha arredato lo Studio Ovale.

L’avevamo capito dal discorso tenuto durante la cerimonia di insediamento che quello di Joe Biden sarà un mandato all’insegna dei cambiamenti. E fin dall’inizio ha mantenuto la parola data. Il trasloco alla Casa Bianca è avvenuto durante la cerimonia d’insediamento e una delle prime stanze a subire modifiche è stato lo Studio Ovale.

Joe Biden e lo Studio Ovale

Il desiderio di Joe Biden era quello di entrare in un ufficio che assomigliasse all’America e che fosse in linea con i suoi principi e le sue idee.

Al centro della scena vi è il ritratto di Franklin Delano Roosevelt, posto sopra al camino nella parte nord della stanza. Il ritratto di Roosevelt ha preso il posto di quello del presidente Andrew Jackson fortemente ammirato da Trump. Tuttavia, questo presidente viene ricordato soprattutto per la sua sanguinosa lotta contro gli indiani. Di certo il neo presidente Biden non avrebbe sopportato la vista di un uomo che ha condotto tali lotte, in quanto Biden durante la sua campagna elettorale si è recato presso le riserve indiane, ottenendo numerosi voti proprio da questa popolazione. Di fianco al caminetto due busti: Martin Luther King Jr. e Robert Kennedy per ricordare l’impatto che i due uomini hanno avuto sui diritti civili.

studio ovale joe biden

Numerosi sono i rimandi alle basi del Partito Democratico: come il busto di Cesar Chavez, attivista per i diritti degli ispanici e il busto di Harry Truman. Inoltre, è presente un dipinto di Benjamin Franklin padre fondatore e simbolo della fede nella scienza del nuovo presidente. A destra della scrivania troviamo altri busti: quelli di Abraham Lincoln e di Rosa Parks, volto della lotta alla segregazione.

Le modifiche di Joe Biden

Dell’era Trump è rimasta solamente il Resolution Desk che risale all’era Kennedy, utilizzato da molti altri presidenti. Per quanto riguarda i resto dell’arredamento sono state cambiate le tende, sempre dorate ma di un colore più scuro. La moquette è quella utilizzata da Clinton. I divani, i mobili e i tavolini fanno parte della collezione della Casa Bianca.

joe biden studio ovale

I simboli dell’era Trump come il ritratto di Andrew Jackson e il mezzo busto di Churchill sono stati rimossi. Il mezzo busto di Wiston Churchill è tornato nel corridoio, come nell’era Obama. Sono state cambiate anche le bandiere: al posto di quelle scelte da Trump contenenti simboli militari il nuovo presidente ha scelto una semplice bandiera americana e un’altra con il sigillo presidenziale.

Da notare come Biden non abbia richiesto alcune spese per il rinnovo dello Studio Ovale, difatti tutti i complementi d’arredo da lui scelti erano già presenti nella Casa Bianca. Questa è una forte scelta simbolica a livello economico contro gli sperperi.

joe biden studio ovale

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuove tendenze per l’arredamento del soggiorno

Come arredare un corridoio lungo e largo: le idee più smart

Leggi anche
Contents.media