La copertura del tetto di casa con tegole esistenti: cosa sapere

È possibile sovrapporre le tegole a quelle esistenti, evitando così di doverle strappare. Ecco come...

Se le condizioni sono favorevoli, è possibile effettuare una copertura del tetto con tegole esistenti. L’installazione è più semplice rispetto a quella di un lavoro di strappo, poiché è possibile utilizzare le tegole esistenti come guida per la posa di quelle nuove.

Tuttavia, è necessario prestare attenzione a installare le tegole in modo corretto, in modo che risultino piatte. Inoltre, un buon lavoro prevede l’installazione di nuove scossaline anziché affidarsi a quelle esistenti.

A volte i lavori di rifacimento del tetto non prevedono la sostituzione delle scossaline. Tuttavia, l’installazione di quest’ultime garantirà una tenuta ermetica e una lunga durata. Alcuni copritetti installano uno strato di sottofondo impermeabile sopra le tegole esistenti all’estremità della gronda, come si farebbe per un tetto posato su guaina nuda.

La seguente guida è rivolta agli esperti del fai da te. Essendo un’attività potenzialmente pericolosa, se non avete esperienza assicuratevi di contattare un professionista. Inoltre, ricordate che l’ispezione del tetto è di vitale importanza.

La copertura del tetto di casa con tegole esistenti: procedimento

Rimuovere le calotte

Iniziare a rimuovere le calotte. In questo modo sarà più facile mantenere pulito il lavoro di rifacimento del tetto. Utilizzate una barra piatta o una pala per tetti e rimuovere tutti i chiodi.

Rimuovere le ostruzioni

Rimuovete le prese d’aria e le scossaline dei tubi facendo leva o svitando i dispositivi di fissaggio. Se durante questa operazione si danneggiano le tegole, riparatele (vedere il passaggio successivo). Riutilizzare una bocchetta o una scossalina solo se è come nuova, altrimenti sostituirla con una nuova che si adatti al foro o al tubo.

Riparare le tegole rotte

Se una tegola è strappata o incrinata, incollate il pezzo rotto al suo posto usando il cemento per tetti. Se il pezzo rotto è andato perso, tagliatene uno nuovo che si adatti alla tegola esistente. L’obiettivo è quello di ottenere una superficie ragionevolmente piatta su cui appoggiare le nuove tegole, senza spazi vuoti superiori a 1/2 pollice.

Spazzare il tetto

Con una scopa di grandi dimensioni, spazzate via tutti i pezzi di tegole rotte, i ramoscelli e qualsiasi altro detrito che potrebbe rimanere intrappolato sotto le nuove tegole che installerete. Mantenete il tetto pulito mentre lavorate.

Installare le scossaline

In corrispondenza della gronda e della rastrelliera, installate una scossalina a forma di U per i lavori di rifacimento del tetto. Installate prima il pezzo di gronda e poi quello di rastrello. I due pezzi devono incontrarsi perfettamente agli angoli. I chiodi vanno piantati nei punti più alti del tetto sottostante, alla base delle tegole.

Installazione della striscia di avviamento

Utilizzare una striscia iniziale o pezzi tagliati per un percorso iniziale. Tagliare la striscia di partenza o i pezzi di partenza in modo che si appoggino al secondo strato di tegole esistenti e siano pari al bordo anteriore della copertura esistente. Fissare con chiodi lungo il bordo superiore della striscia.

Tagliare e installare le tegole

Tagliare le tegole per il primo strato in modo che si sovrappongano al terzo strato di tegole esistenti e che siano pari al bordo anteriore dello strato iniziale. Le fessure delle linguette non devono coincidere con le fessure delle linguette del corso iniziale, se presenti. Inchiodare le tegole appena sopra le fessure delle linguette.

Lavorare intorno alla presa d’aria

Una volta installate le tegole appena dopo una presa d’aria idraulica, installate il pezzo di raccordo in modo che poggi sul tetto nella parte inferiore, ma sia coperto dal tetto nella parte superiore. A seconda della larghezza del tubo, potrebbe essere necessario strappare un segmento o due della guaina di gomma. Applicare il cemento per tetti, far scorrere la scossalina sul tubo e spingerla in modo che sia piatta sul tetto.

copertura tetto con tegole esistenti fai da te

Installare le prese d’aria

L’installazione delle bocchette d’aria avviene in modo analogo. Sia per le scossaline che per le bocchette d’aria, è necessario tagliare la tegola per farla passare intorno alla scossalina e poi installare la tegola.

Lavorare intorno alle pareti

Nel punto in cui si incontra un camino o una parete laterale, installare una scossalina a gradini. Applicate una tegola, poi un pezzo di scossalina, poi una tegola e così via, in modo che ogni pezzo di scossalina poggi sul corso inferiore e sia coperto dal corso superiore. Per inserire la scossalina è necessario fare leva sul rivestimento verso l’esterno; in alcuni casi è necessario rimuovere il rivestimento.

Installare la controflangia

Proteggete la scossalina con una controscossalina. Su un camino, utilizzate una smerigliatrice per praticare una rientranza nella malta. Tagliare e piegare la controflangia in modo che si inserisca perfettamente nella malta tagliata e copra almeno 3 pollici della scossalina. Applicare la malta con una pistola per calafataggio e inserire la scossalina nella malta.

Copertura del colmo

Installare le coperture su entrambi i lati di un colmo e tagliarle in modo che aderiscano strettamente ma non si sovrappongano. Tagliare le tegole a forma di colmo. Tagliare le linee su entrambi i lati e installare i tappi.

Taglio delle tegole

In corrispondenza della rastrelliera, tracciare una linea direttamente sopra il bordo delle tegole esistenti. Tagliare con un taglierino; si consiglia di utilizzare un regolo. Potrebbe essere più facile tagliare prima dal basso, usando le tegole esistenti come guida per il taglio.

Come vedete, la copertura del tetto con tegole esistenti è assolutamente possibile. Tuttavia, è necessario procedere con cautela.

Leggi anche:

Scritto da Redazione Online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cortile: come liberarsi del muschio in modo economico

Come piastrellare il bordo di una doccia o di una vasca da bagno

Leggi anche
Contentsads.com