Lenzuola sempre fresche: come mantenerle tali in estate?

Lenzuola in estate: come mantenerle sempre fresche e godersi un meritato riposo nonostante l'afa? Vediamo alcuni pratici consigli.

Le estati sono sempre più afose. Ciò non è soltanto fonte di spossatezza nervosismo durante il giorno, bensì anche nelle ore notturne. È più difficile dormire con le alte temperature.

Eppure riposare bene è fondamentale per poter affrontare al meglio la giornata, come la scienza ha ampiamente dimostrato.

Come garantirci un buon sonno anche nella stagione calda? Vi sono alcuni consigli per mantenere le lenzuola fresche e coricarci bene anche nei mesi di giugno, luglio e agosto.

Leggi anche: “Camerette IKEA 2022: tante soluzioni funzionali e divertenti

Stanza areata e lenzuola sempre fresche

I primi due accorgimenti possono apparire banali, teniamoli però sempre a mente perché sono tra i più importanti per fronteggiare al meglio la calura estiva e goderci un buon riposo.

Diamo aria spesso alla camera da letto ma facciamolo con intelligenza, evitando di fare entrare calore nelle ore centrali e massimizzando l’areazione nelle ore mattutine e serali. È consigliabile contribuire il meno possibile al riscaldamento dell’abitazione, tenendo spenti il forno e gli altri elettrodomestici superflui che generano calore con l’accensione e l’utilizzo.

Non dimentichiamo di voltare il materasso se è tra quelli con il lato estivo e invernale. Inoltre cambiamo le lenzuola con frequenza, più spesso che nella stagione brutta.

lenzuola-finestra-aperta

Colori e materiali leggeri

Preferiamo materiali leggeri, in lino o cotone 100%, traspiranti come dovrebbe sempre essere il nostro pigiama.

Attenzione ai colori. Le tinte più chiare assorbono meno luce e si scaldano meno. In aggiunta, aiutano la psiche donando una sensazione di benessere, che ci aiuterà a dormire serenamente.

Le nuove tecnologie aiutano: optiamo per biancheria termica o cuscini in grano saraceno, se vogliamo garantirci i materiali meno caldi per la notte.

Lenzuola in frigo e una bella doccia fredda

Eccoci giunti all’angolo dei consigli della nonna: per andare a letto freschi è possibile concedersi una bella doccia fredda prima di coricarci.

Attenti però a questa decisione, siamo in un momento complicato e la disponibilità di acqua potabile è scarsa, gestiamola dunque con parsimonia. A caldi estremi, però, una bella doccia gelata ci consentirà di prendere sonno agevolmente.

Per curiosa che possa sembrare, si può anche percorrere la strada di rinchiudere le lenzuola in frigo per tutto il dì o in freezer per qualche ora e il sollievo sarà assicurato. Misura troppo estrema? Usiamo allora la cara, vecchia borsa dell’acqua calda; però al contrario. Riempiamola e mettiamola in freezer, poi mettiamoci a letto stringendola a noi. Proveremo una sensazione di freschezza immediata.

Altro trucchetto può essere quello di bagnare completamente un lenzuolo e poi collocarlo nel letto, sopra uno asciutto al di sotto del quale ci sistemeremo.

Se non volessimo dormire a contatto con l’umido, che può essere fastidioso e talvolta nocivo, poniamo un lenzuolo bagnato di fronte alla finestra aperta, a mò di tenda: l’aria in ingresso si raffrescherà e ne proveremo sollievo, senza dover stare a contatto con il capo bagnato.

Leggi anche: “Non farti ingannare, scegli un materasso realmente in lattice 100% naturale

Scritto da Mattia Mezzetti
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Non farti ingannare, scegli un materasso realmente in lattice 100% naturale

Come rendere unico un coffee table

Leggi anche
Contents.media