Un mobile di ferro per il bagno? I motivi per cui sceglierlo

Tra le soluzioni di arredo per il bagno esiste anche il mobile in ferro, materiale resistente e pratico, che non convince tutti: vediamone i vantaggi

La stanza da bagno è più che un ambiente per rispondere a bisogni di igiene personale. È uno spazio da arredare con cura.

Mobile in ferro: eleganza e praticità in bagno

Legno e porcellanato sono i materiali più usati, per la facilità di pulizia e disinfezione.

Non è più una novità, però, vederli abbinati al ferro, che solitamente era sempre tenuto fuori dalla porta dei servizi igienici. I vantaggi che esso può portare, infatti, non sono trascurabili.

Partiamo dalla duttilità del ferro, esso si presta a svariate interpretazioni di stile e design. Minimal, industrail, chic… dimmi qual è il tuo stile e ci sarà un arredo in ferro pronto a soddisfarlo! Non è però certo soltanto l’eleganza la peculiarità di questo materiale: il ferro, infatti, è durevole e capace di resistere all’usura, purché sia trattato in maniera adeguata.

Leggi anche: “Come organizzare i prodotti nella doccia in modo funzionale

I vantaggi del ferro

Assieme alle caratteristiche di modernità, eleganza e resistenza, il ferro è capace di trasmetterci una invidiabile leggerezza visiva: il materiale non appesantisce mai lo sguardo, anzi, anche quando posto in spazi non ampi – come sovente sono i bagni – un mobile in ferro è in grado di apparire poco ingombrante.

Un arredo in ferro sarà forte e resistente indipendentemente da quanto appaia sottile.

Suggerimenti di stile

Ferro a sostegno

Una soluzione seducente per inserire un mobile in ferro è quella di impiegare il materiale nelle strutture portanti, ad esempio per sorreggere il lavabo, lasciandolo a vista. L’elemento portante dona spazio e leggerezza; a livello visivo e cromatico è molto gradevole osservare ferro affiancato da mensole in legno e sanitari in gres porcellanato.

mobile-in-ferro-per-bagno

Tra minimal e industrial

Per un design modernissimo, minimale e che arrida all’arredo industriale oggi in gran voga, possiamo inserire mobili essenziali, definiti soltanto dalla propria struttura, dalle linee del perimetro ferroso. In tal maniera daremo vita a uno spazio vuoto, a una porzione della stanza delimitata dalle linee del mobile; più minimal di così è obiettivamente impossibile. Vi possiamo collocare mensole in legno.

Per sfuggire alla possibile staticità generata da parallelepipedi incolonnati si possono inserire note di colore nei sanitari incassati o giostrando asciugamani e packaging dei prodotti igienici riposti nel mobile in ferro.

Acciao inossidabile e ferro

Una combinazione meno tipica ma indubbiamente affascinante per il bagno è quella tra ferro e acciaio inox. Pensiamo a un lavello con mobile integrato interamente giocato sul matrimonio tra i due materiali: anche in questo caso al ferro riserveremo il ruolo di elemento portante mentre i piani mensole e il lavabo saranno in acciaio.

In questa soluzione le forme saranno più morbide di come apparivano unite a gres e legno. I due materiali rendono al meglio in spazi meno generosi, poiché la snellezza dei metalli è capace di amplificare l’area su cui l’occhio si intrattiene; per massimizzare l’effetto è consigliabile collocare in bagno una specchiera che richiami, nelle forme e nelle tinte, i sanitari scelti.

Leggi anche: “Nuove tendenze arredo e design 2022/2023: sostenibilità ed eleganza

Scritto da Mattia Mezzetti
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Idee di scaffalatura per garage: come immagazzinare di più

Piante perenni a fioritura autunnale, per un giardino meraviglioso

Leggi anche
Contents.media