Quadri in bagno: idee e cosa sapere sulla nuova tendenza

Appendere i quadri in bagno: tutte le idee e le soluzioni adatte ad ogni esigenza.

Pensare all’arredamento del bagno non sembra mai una priorità. In realtà questo ambiente della casa sta diventando sempre più importante e anche le decorazioni dedicate al bagno devono essere scelte con cura e attenzione. La nuova tendenza? I quadri in bagno.

Sicuramente è una soluzione che, a primo impatto, sembrerà azzardata e fuori luogo, ma sono numerose le idee per rendere il bagno unico e originale.

Quadri in bagno, le idee: tutti i consigli

Appendere i quadri in bagno è l’ultima moda nel mondo dell’arredamento. Insolito e inaspettato, permette di dare forte personalità all’ambiente. Se l’idea di utilizzare i quadri per decorare il bagno vi sembra assurda, dovete sapere che in realtà bastano pochi e semplici accorgimenti per scegliere quelli giusti e valorizzare al meglio l’ambiente.

Di seguito tutte le soluzioni.

Le dimensioni

Il primo aspetto da valutare è quello delle dimensioni. Fortemente correlate alla grandezza della stanza, scegliere la giusta misura è fondamentale per appendere il quadro più adatto. In un bagno grande, questo problema non si pone, ma, se il bagno è piccolo, è fondamentale non appesantire l’ambiente. Scegliere un solo quadro più grande o una serie di quadri piccoli, sono soluzioni ottimali per arredare la stanza, creando piacevoli combinazioni.

I materiali

Appendere i quadri in bagno implica la necessità di porre attenzione ai materiali. Essendo un ambiente umido e spesso bagnato, è fondamentale scegliere materiali resistenti. Racchiudere il quadro all’interno di una cornice con il vetro è la soluzione più semplice. In alternativa bisogna scegliere decorazioni ad alta resistenza all’umidità.

La quantità

Il bagno è spesso un ambiente già ricco di complementi d’arredo utili e funzionali. Per arredare il bagno bisogna quindi prestare attenzione alla quantità, tenendo in considerazioni gli spazi per evitare di esagerare con i quadri.

L’armonia

La scelta del quadro deve rispecchiare sicuramente il proprio gusto estetico, ma è importante che sia in armonia con l’ambiente e con lo stile di arredamento.

Se il bagno presenta uno stile retrò, i quadri che raffigurano i paesaggi sono i più adatti per contribuire a mantenere l’atmosfera scelta. La cornice è fondamentale. Può essere dorata o argentata, di taglio classico ed elegante.

In un bagno dominato dallo stile moderno, i quadri più adatti sono quelli astratti o contemporanei. In questo caso è meglio non apporre nessuna cornice, più adatta a uno stile classico.

Anche la scelta dei colori è fondamentale per creare un ambiente armonioso. Se con un bagno dominato dal colore bianco, si può eccedere con stampe vivaci e colori, nell’arredamento di un bagno nero non tutto è concesso. In questo caso è importante spezzare il colore scuro con delle decorazioni, ma è meglio utilizzare delle stampe che mantengano le stesse tonalità: il bianco o il nero.

Quali scegliere

La varietà di quadri tra cui scegliere è molto vasta. Foto, stampe, tele o quadri seriali. Queste sono solo alcuni delle tipologie più adatte per donare personalità al proprio bagno, adattandosi a ogni esigenza.

Le foto e le stampe

Le foto e le stampe sono la soluzione più adatta per decorare un bagno dalle linee semplici e moderne. Essenziali e contemporanea creano un ambiente ricercato ma allo stesso minimal. I soggetti sono i più svariati: paesaggi, volti, opere artistiche.

I quadri seriali

I quadri seriali sono una soluzione molto originale. Presenti in varie forme e dimensioni, mostrano la stessa rappresentazione da angolazioni diverse. Il soggetto più gettonato? Le composizioni naturali.

Le tele

Le tele sono sicuramente la scelta più versatile. Possono essere realizzate in molteplici colori e rappresentare svariati soggetti. Fondamentale è scegliere un colore in armonia con le tonalità delle pareti del bagno.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bar più belli del mondo: quali sono?

Come illuminare la sala da pranzo: tra design e funzionalità

Leggi anche
Contents.media