Come ricreare con classe un terrarium in casa: idee e consigli

Idee e suggerimenti su come crearsi un proprio terrarium a casa.

Avete una vecchia boccia di vetro dove ha vissuto un pesce rosso vinto alla fiera di paese e non sapete bene che farci adesso? Volete un’idea per abbellire le vostre living room o il soggiorno con qualcosa di carino e di esotico come può essere un terrarium: come crearlo a casa starà a voi deciderlo.

Tuttavia è bene sapere qualche informazione in più prima di cimentarsi nella creazione del vostro piccolo ecosistema con le piante che preferirete coltivare. Solitamente un terrarium richiede 2/3 annaffiature l’anno quindi risulta anche semplice da mantenere oltre che da creare.

terrarium in vetro

Come creare il proprio terrarium

Abbiamo quindi constatato che è possibile avere un minuscolo giardino in casa con un terrarium: come crearlo a casa è abbastanza semplice. Serve una boccia di vetro, o di materiale plastico dove possa filtrare la luce. Poi serve della ghiaia o dei sassolini per lo strato più basso, per poi poterci mettere sopra del terriccio o un miscuglio di terra (4/5) e sabbia (1/5). Preparato il terreno andranno scelte le piantine sulla base delle vostre preferenze. Le piante più utilizzate sono quelle grasse, ma anche piccole felci e muschi. Prima di piantare le piante, ricordarsi di inumidire bene le zolle. Infine potrete sbizzarrirvi decorando come meglio preferite il vostro piccolo ecosistema con conchiglie, ciottoli colorati o oggetti utilizzati nei vari acquari.

Terrario con piantine

Consigli su come mantenerlo al meglio

Per permettere il perfetto ciclo dell’acqua è utile chiudere il terrarium con un tappo di sughero, a meno che non ci siano più di 27° che è il massimo della temperatura consigliata. Ovviamente dipenderà anche da cosa vorrete coltivare voi, ma i fattori principali da tenere in considerazione sono: una forte illuminazione, seppur non direttamente ai raggi del sole ed inumidire le piantine ed il terreno con il nebulizzatore. Non dimenticate che tutte le piante che sono al suo interno dovrebbero avere le stesse esigenze ambientali.

terrario

Varie tipologie di modelli disponibili

Prima di proseguire all’acquisto di un terrarium è bene informarsi sulla disponibilità di forme e di tipologie. La più comune e semplice è quella d’appoggio, ma esistono anche terrarium da appendere in sospensione o da attaccare al muro. Vi sono poi forme di diversissimo genere: dalla bolla al diamante ad altre forme molto originali. Quindi forse è consigliabile consolidare le proprie abilità e le conoscenze in materia con un terrarium più semplice prima di provarne di altri più elaborati. Quindi il terrarium, come l’acquario, può essere la soluzione perfetta per una casa che cerca ancora un particolare che la renda ancor più speciale per chi la abita.

terrarium

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La casa di Jhon Travolta: tra lusso e aerei

Piano cucina in marmo: perché vale la pena sceglierlo

Leggi anche
Contents.media