Color aragosta: consigli, stili e abbinamenti per la casa

Il color aragosta, molto particolare, può essere utilizzato in maniera originale per l'interior design di ogni casa, vediamo come

Che cosa intendiamo quando parliamo di color aragosta? Si tratta di una sfumatura leggera del rosa, la quale rimanda naturalmente all’omonimo crostaceo. È una tinta calda, avvolgente e sa donare eleganza agli ambienti nei quali viene collocata.

La cromia viene spesso impiegata per abiti femminili, in quanto non passa inosservata e sa essere chic ed elegante.

La peculiarità è che lo fa in maniera dolce, mai eccessiva o appariscente.

Idee per una casa in color aragosta

color-aragosta-in-casa

Il color aragosta è una propostamoderna, indicata per quegli ambienti nei quali vogliamo mettere in risalto alcuni elementi di arredo particolari. È una tinta davvero molto adatta nel caso in cui si desideri arredare la propria abitazione in stile eclettico, bohemien o anche coastal, come si suol dire oggi, nel caso in cui si apprezzino il mare e la fauna ittica.

In camera da letto

Nalla zona notte, il color aragosta sulle pareti può aiutarci a creare una stanza da letto dalla tinta tenue, molto rilassante, dai toni distesi e alternativa ai fin troppo classici bianco o tortora.

Questo colore non disturba affatto il sonno, rispondendo al primo requisito di ogni tinta per la camera da letto, e pur offrendo un cambiamento che potrebbe spaventare qualcuno, dà origine a un piccolo, elegante scrigno nel quale coricarsi con piacere.

In cucina e in salotto

Utilizzato in cucina, il color aragosta può essere abbinato a mobili nella stessa tonalità, per un effetto confetto, o affiancato al nero, risaltando ambedue i colori per contrasto. Se amiamo il vintage, proviamo un effetto spugnato. Questo accorgimento funziona molto bene anche in salotto.

Una tinta come il color aragosta può rendere rilassante e originale ogni living. Se abbiamo la fortuna di disporre di un’ampia zona giorno, richiamiamo la tinta anche sui divani, amplificando l’effetto.

Qualora temessimo l’eccesso cromatico del color aragosta, smorziamolo con arredi e elementi in bianco, stemperandolo.

In bagno

E in bagno? Il color aragosta si presta bene a carte da parati con motivi orientali, per dare origine a un ambiente raffinato e meditativo. Anche i disegni floreali, chiari o scuri che siano, godono molto uno sfondo in questo colore.

Nel caso in cui il bagno fosse strettino, una buona combinazione di color aragosta e specchi è capace di farlo percepire ben più grande.

Leggi anche: “I vantaggi di un grande specchio in bagno per un ambiente principesco

Abbinamenti e codice dei colori

Il color aragosta può veramente essere collocato dove maggiormente si preferisca. Il codice RGB della tinta è 237; 116; 101 che rappresentano rispettivamente le parti di rosso, giallo e blu. Tale cromia si abbina al meglio con il nero e il bianco, come abbiamo già visto ma anche con grigio, tortora, alluminio, turchese e persino viola.

L’aragosta non è una delle tinte più diffuse ma può creare ambienti davvero suggestivi.

Leggi anche. “I colori migliori per ogni stanza della casa: consigli degli esperti

Scritto da Mattia Mezzetti
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Aree particolari della casa da ristrutturare: ecco quali sono

Le prospettive del lavoro in Italia

Leggi anche
Contents.media