Come arredare un wine bar in modo originale

Come arredare un wine bar in modo originale? Ecco i nostri consigli per un locale unico ma di tendenza.

Avviare un’attività in questo periodo è davvero una bella sfida ma può essere anche molto stimolante soprattutto se si punta su un qualcosa a cui non tutti pensano. I locali come bar e ristoranti sono molto gettonati ma ormai ce ne sono tantissimi in giro. Distinguersi diventa sempre più complicato e se si vuole emergere tra le diverse proposte, bisogna puntare su una soluzione unica, ma soprattutto fatta in un certo modo e curata nei minimi dettagli. Un’idea molto originale e che sta diventato sempre più apprezzata negli ultimi anni è il wine bar.

Che cos’è un wine bar?

Esistono tanti tipi diversi di locali dove si può andare a bere qualcosa, è vero, ma il wine bar ha un fascino particolare che lo rende diverso da ogni proposta. Cosa differenzia un wine bar da un semplice bar?

Prima di tutto deve disporre di un’ampia lista di vini che potrà offrire in bottiglia, o al calice. Questo elenco deve variare perché un wine bar non può proporre la stessa lista per troppo tempo, ma aggiornarla con prodotti sempre diversi, e soprattutto fare ricerca proponendo etichette richieste ma anche quelle che non ci si aspetterebbe di trovare o che comunque sono poco conosciute.

Il locale deve disporre di sedute attrezzate per permettere a chiunque di gustare il proprio vino, come degli angoli organizzati con tavolini, sedie o sgabelli, ma anche una sorta di angolo relax con poltroncine. Uno spazio realizzato per la degustazione è fondamentale.

Il servizio di un wine bar è molto importante. Le migliori enoteche sono composte da persone che conoscono i vini che servono e che sanno servirli correttamente, dalla scelta dei calici al travaso di una bottiglia speciale.

Come arredare un wine bar

Quando devi acquistare gli arredi e gli accessori per arredare la tua enoteca, la prima cosa che devi fare è quella di scegliere uno stile d’arredo. Dopodiché potrai concentrati sui colori che definiranno il tuo locale, magari spulciando tra i colori per le pareti migliori secondo le tendenze 2022, i materiali che lo caratterizzeranno e come sistemare e definire gli spazi per rendere gli ambienti pratici e stilosi. Partiamo però con ordine.

Ci sono tantissimi stili a cui potersi ispirare, ma quali sono quelli più indicati per un wine bar?

Scegliere lo stile d’arredo per il tuo wine bar

Stili d’arredo e design diversi sono importanti perché definiscono un locale rendendolo unico e riconoscibile fin dal primo approccio da parte di un cliente. Quali sono gli stili d’arredo più adatti per decorare un’enoteca?

Stile moderno: semplice e di tendenza

Lo stile moderno è uno dei più scelti quando si tratta di definire un locale, sia un wine bar che in generale. Questa tendenza predilige arredi più in voga, quindi linee semplici e colori neutri, ma in un wine bar dovrai far i conti anche con il fattore originalità. Potrai infatti osare con pezzi dall’estetica più particolare e preferire colori contemporanei mettendo da parte i soliti neutri.

Stile industrial: materico e di carattere

Tra i diversi stile da scegliere, quello industrial è di certo uno dei più gettonati. L’idea è di optare per materiali forti e resistenti ma allo stesso tempo d’impatto dal punto di vista estetico. E infatti un arredamento per contract stile industrial prevede l’utilizzo di ferro e legno. I due materiali vengono combinati e abbinati insieme per realizzare arredi fuori dal comune, pratici ma ricercati.

Stile vintage: fascini senza tempo

Lo stile vintage regala a tutti gli ambienti un’estetica irresistibile grazie al suo fascino senza tempo. Un wine bar arredato con pezzi dalle linee retrò e dai colori caldi darà al locale un’atmosfera accogliente e rustica restando originale e di tendenza. I tuoi clienti si sentiranno accolti e ameranno trascorrere ore e ore a chiacchierare insieme.

Arredi da avere assolutamente

Cosa non dovrebbe mai mancare in un wine bar? Sono diversi gli arredi indispensabile a partire da quelli utili per l’esposizione di vini a quelli utili per servire e far accomodare i clienti.

Il bancone è la prima cosa da acquistare perché è un insostituibile piano d’appoggio dalle mille funzioni. Dev’essere ben organizzato, non molto grande per non risultare ingombrante. Sarà il punto nevralgico del tuo locale da dove tutto parte. E infatti abbinerai al bancone anche dei banchi di diverse grandezze per sistemare la cassa e le vetrinette per esporre i tuoi prodotti freschi pronti da degustare al momento insieme al calice di vino scelto o alla bottiglia acquistata.

Arredi indispensabili per un’enoteca sono gli scaffali in cui poter collocare diversi articoli, dalle bottiglie di vino a prodotti alimentari di vario genere. Le bottiglie di vino vengono sistemate e mostrate ai clienti.

Oltre agli arredi pratici, avrai bisogno anche di tavolini con sedute per far accomodare i tuoi clienti. Ti consigliamo tavoli non molto grandi e che siano facili da spostare se occorre qualche tavolata per comitive e gruppi di più persone. Tra le sedute puoi optare per pratici sgabelli facili da impilare per guadagnare spazio. Non dimenticare gli accessori come tovagliette, sottobicchieri e centrotavola. Punta su quelli riutilizzabili, riciclabili ma che siano soprattutto personalizzati con il tuo brand per essere sempre riconoscibili.

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Saldo e stralcio immobiliare: perchè conviene

La primavera in cucina: idee per rinnovare per la bella stagione

Leggi anche
Contents.media