Come insonorizzare una stanza da letto: soluzioni pratiche e funzionali

Consigli e soluzioni pratiche su come insonorizzare una stanza da letto.

L’isolamento acustico in una casa di solito comporta due approcci: lasciare il rumore fuori dalla stanza o mantenere il suono all’interno. Le camere da letto di solito privilegiano il primo approccio, per rendere la stanza il più silenzioso possibile.

Tuttavia, potresti anche voler ridurre al minimo il rumore all’interno di una camera da letto in modo che una persona sveglia possa muoversi più liberamente, senza disturbare. Vediamo allora come insonorizzare una stanza da letto.

Come insonorizzare una stanza da letto: consigli pratici

Esistono diverse opzioni per affrontare il rumore sia all’interno che all’esterno. Il suono infatti viaggia inviando vibrazioni nell’aria. Può anche inviare vibrazioni attraverso i materiali (come il legno e il cartongesso), che a loro volta fanno vibrare l’aria mentre si dirige verso le nostre orecchie.

Pertanto, l’obiettivo principale dell’insonorizzazione è bloccare o assorbire le vibrazioni sonore. Per la maggior parte delle persone infatti la calma e il silenzio sono essenziali per riuscire a dormire serenamente la notte.

Di seguito tutti i consigli.

Sigillare le perdite d’aria in pareti e soffitti

Quando si vuole isolare le pareti e i soffitti tra le stanze, la prima cosa da cercare sono i canali d’aria. Probabili colpevoli, includono prese elettriche e scatole di interruttori, spazi dietro i battiscopa e prese d’aria. L’aria infatti è il miglior veicolo per il suono e qualsiasi spazio o apertura che lascia passare l’aria introdurrà anche il suono direttamente nella stanza.

È possibile sigillare le perdite d’aria nelle scatole elettriche con speciali coperture insonorizzanti per prese e interruttori, ad esempio utilizzando il mastice insonorizzante o delle guarnizioni in schiuma.

prese elettriche

Per gli spazi vuoti del battiscopa invece, si consiglia di rimuovere il battiscopa e applicare un sigillante acustico tra il muro a secco (o intonaco) e il pavimento, e poi reinstallare il battiscopa.

battiscopa

Le prese d’aria invece sono un po ‘più complicate. Poiché sono essenziali per riscaldare o raffreddare la camera da letto e far circolare aria fresca, non si possono coprire in modo permanente. Ma se hai davvero bisogno di un po ‘di pace e tranquillità, puoi chiudere una presa d’aria e coprirla temporaneamente con una copertura magnetica per la ventilazione (per sigillare l’aria) e un po’ di schiuma acustica o un materiale insonorizzante, come ad esempio il vinile caricato a massa, un materiale vinilico sottile ma molto denso che viene fornito in rotoli.

Insonorizzare pareti e soffitto

Il livello successivo di arresto del rumore è ridurre la trasmissione del suono attraverso il montaggio a parete o a soffitto. Le possibili soluzioni vanno dal rifacimento della parete all’applicazione di pannelli fonoassorbenti sulle superfici laterali della camera da letto, come ad esempio le lastre di lana di roccia. Posizionate tra gli elementi dell’intelaiatura permettono di insonorizzare facilmente la stanza da letto.

Quando si installa un nuovo muro a secco su quello vecchio, è bene utilizzare un composto insonorizzante (come la colla verde). Questo è uno speciale materiale simile al mastice che riduce il trasferimento delle vibrazioni tra gli strati del muro a secco.

pannelli fonoassorbenti

Insonorizzare i pavimenti delle camere da letto

Il modo migliore e più semplice per rendere più silenzioso il pavimento di una camera da letto è quello di installare un tappeto da parete a parete. La moquette, ad esempio, non solo silenzia i passi all’interno della stanza, ma assorbe anche il rumore aereo e previene l’eco che contribuisce al rumore ambientale.

Se invece sei pronto a sostituire il pavimento della tua camera da letto, puoi fare un ulteriore passo avanti nell’isolamento acustico, riallacciando eventuali aree libere del sotto-pavimento (per fermare i cigolii) e fissando i giunti del sotto-pavimento con nastro metallico (per fermare le perdite d’aria). Quindi, puoi aggiungere uno strato di vinile caricato a massa prima di stendere il tappeto.

moquette

Insonorizzare le porte

Le porte contribuiscono fortemente alla trasmissione del rumore in una camera da letto, perché sono realizzate con materiali relativamente sottili e di solito sono piene di vuoti d’aria. Pertanto, la soluzione è duplice: aggiungere densità e fermare le perdite d’aria.

Per aggiungere densità a una porta, è possibile installare uno strato di vinile caricato a massa o una tavola armonica acustica sul lato della stanza della porta. In alternativa si può sostituire la porta con una porta più solida e rigida. Per arrestare la perdita d’aria invece bisogna rimuovere il rivestimento della porta e sigillare intorno alla cornice utilizzando un sigillante acustico. Dopodiché si deve aggiungere un calafataggio ai lati e nella parte superiore dell’apertura della porta, proprio come si farebbe per sigillare l’aria fredda.

porta

Insonorizzare le finestre

Così come le porte, anche le finestre sono forti portatrici di rumore. Anche in questo caso bisogna procedere aggiungendo densità alla finestra o fermando le perdite d’aria.

Il procedimento per sigillare le finestre che perdono aria è lo stesso che si utilizza per le porte. Per quanto riguarda il vetro delle finestre, se hai finestre termiche a doppio o triplo pannello di qualità, probabilmente sono abbastanza insonorizzate così, ma se possiedi vecchie finestre a vetro singolo o finestre termiche più vecchie, sono diverse le operazioni che puoi svolgere:

  • aggiungere inserti per finestre in plastica trasparente, che forniscono una barriera d’aria secondaria e creano uno spazio vuoto d’aria tra la finestra e l’inserto;
  • installare pesanti tende insonorizzanti, meglio se estese dal pavimento al soffitto;
  • costruire dei tappi per finestre: pannelli rimovibili realizzati con compensato e uno spesso strato di isolamento acustico in schiuma.

tende camera

Ridurre il rumore in camera da letto con le decorazioni

Nonostante le affermazioni contrarie, gli elementi di arredo, come arazzi e tappezzerie, faranno ben poco per impedire al suono di entrare in una camera da letto. Quello che possono fare in modo efficace però è ridurre il rumore generato all’interno della stanza, assorbendo le vibrazioni sonore e sopprimendo l’eco. Naturalmente, i materiali morbidi e profondamente strutturati lo fanno molto meglio dei materiali duri e lisci.

Se tieni a mente questa regola, qualsiasi elemento decorativo che aggiungi contribuirà a ridurre al minimo il rumore, dai mobili imbottiti e dagli arazzi ai cuscini e ai tappeti per la camera da letto.

cuscini camera da letto

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Arredo natalizio per la casa: come realizzarlo nel modo giusto

Cucina vintage: idee e 13 modelli top

Leggi anche
Contents.media