Come scegliere il lavabo per il proprio bagno: consigli e tipologie

Un lavabo può essere di molti materiali e di diverse tipologie: come scegliere quello più adatto al proprio bagno.

Cambiare o scegliere un nuovo lavabo per il bagno, non è una questione così banale come potrebbe sembrare. Un lavabo nuovo porterà a un cambiamento nell’aspetto del proprio bagno ed esistono molte possibilità tra cui scegliere, nonché molti aspetti da considerare.

Di seguito, un breve guida per capire come scegliere il lavabo perfetto per il proprio bagno.

Come scegliere il lavabo per il bagno: cosa tenere in considerazione

Ci sono diversi fattori da considerare, che vanno dal gusto personale a caratteristiche più tecniche per cui si potrebbe chiedere a dei professionisti del settore. Ecco alcuni di questi fattori.

Lo stile adatto

Alcuni bagni si adattano allo stile di ogni casa tradizionale, altri sono più moderni, eclettici e unici.

Le scelte di arredamento di questa stanza, fanno la differenza nell’aspetto complessivo che si dà alla propria casa. Il primo passo per cambiare il lavabo, è quello di capire che stile è stato utilizzato per il bagno e poi decidere se seguirlo e adattarvisi, oppure creare un contrasto. Esistono lavabi tradizionali, moderni, lavabi in ceramica, in vetro, tutto dipenderà dallo stile che si decide di seguire e dal budget a disposizione.
Lavabo bagno

Il materiale giusto

Un altro aspetto da tenere in considerazione è il materiale con cui il lavabo è fatto. Ogni stanza ha le sue necessità, ad esempio per un lavello da cucina, si faranno delle considerazioni simili, arrivando a conclusioni diverse, perché in base alla stanza il lavello sarà usato per lavare elementi diversi. I lavelli più resistenti sono sicuramente quelli in pietra e marmo, il lavabo in ceramica è uno dei più utilizzati perché economico e facile da lavare, il lavabo in vetro temperato è invece una soluzione molto carina esteticamente.
Lavabo bagno1

Tipologie di lavabo

Esistono diverse possibilità tra cui scegliere il proprio lavandino. Ecco le diverse categorie.

Lavabo da incasso

Questo tipo di lavabo presenta in altre tre diverse possibilità: può essere installato sopra a un top (detto quindi sopra-piano), sotto a un top (sotto-piano) oppure solo parzialmente (a semi incasso). Viene scelto molto spesso perché è la giusta via di mezzo tra stili tradizionali e moderni.

Lavabo bagno2

Lavabo da appoggio

Molto in voga tra chi sceglie uno stile minimalista, ricorda un po’ i catini, perché viene montato sopra a una mensola o a un mobile del bagno. È molto facile da installare.
Lavabo bagno3

Lavabo a colonna

Molto più in uso nei bagni pubblici (di servizio), questo lavabo è ottimo per gli spazi ristretti, ma non è quasi più utilizzato nei bagni dei privati. È tuttavia molto economico (ha bassi costi di manutenzione).

Lavabo bagno4

Lavabo sospeso

A differenza del lavabo a colonna è molto più semplice da pulire. Essendo montato direttamente sul muro, senza bisogno del sostegno di una mensola o di un altro mobile, è la tipologia di lavello più scelta per chi arreda un bagno moderno.

Lavabo bagno5

Altre soluzioni

Esistono anche altre possibilità come il lavello integrato nel top (interessante per le forme che può assumere) e il lavabo free standing costruito con un blocco unico, ma molto costoso.

Scritto da Andrea Elisa Nasta
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pareti azzurre in cucina: tante idee da cui prendere spunto

Tinteggiatura effetto spugnato: come realizzarla in modo originale

Leggi anche
Contents.media