Cucina: come scegliere i piani di lavoro in legno massiccio

Queste sono le scelte più popolari e, soprattutto, le soluzioni più belle e durature per la vostra cucina.

I piani di lavoro in legno massiccio possono essere una splendida aggiunta all’estetica della cucina. Tuttavia, è importante riflettere attentamente prima di procedere con l’acquisto.

Cucina: come scegliere i piani di lavoro in legno massiccio

Piano di lavoro in legno massiccio di quercia

I piani di lavoro in rovere standard sono la scelta classica e più popolare per i piani di lavoro in legno massiccio. I piani di lavoro in rovere hanno delicate sfumature dorate e un’affascinante venatura che li rende i prodotti più amati per una cucina più tradizionale e in stile country. Il rovere è un materiale molto robusto che promette longevità e alta resistenza. Questo materiale classico matura con il tempo e gradualmente il suo colore si scurisce fino a diventare ancora più caratteristico.

L’elegante bellezza del rovere e il suo fascino tradizionale lo rendono ideale per essere abbinato a quasi tutte le palette di colori. Per gli amanti delle cucine tradizionali, l’abbinamento del piano di lavoro in legno di rovere con colori come il kaki o il verde chiaro può ravvivare la cucina.

Piano di lavoro in legno di noce

Se desiderate un piano di lavoro con un motivo più contrastante, provate il legno di noce. Il noce ha una trama di colori molto intricata che va dalle tonalità dorate al marrone scuro, creando un motivo unico. Inoltre, è anche uno dei legni più resistenti, con una lunga durata e robustezza. La sua bellezza accattivante e i suoi colori intensi rendono i piani di lavoro in noce la scelta perfetta per creare un’atmosfera calda e confortante in cucina.

Vale la pena di notare che, grazie alla ricchezza dei colori e ai motivi sorprendenti, ha una qualità accattivante e individuale. Abbinandolo a tonalità più pastello si può creare un ambiente minimalista ma accattivante nella cucina.

piani di lavoro in legno massiccio cucina

Piano di lavoro in faggio

I piani di lavoro in faggio, con le loro delicate sfumature dorate e le venature lentigginose, si collocano accanto a quelli in rovere e in noce per popolarità, grazia e resistenza. È un legno particolarmente elegante, ma con una venatura più uniforme e un numero minore di nodi rispetto al noce o al rovere.

Il suo aspetto uniforme lo rende un’ottima scelta per quasi tutti i tipi di cucina, per gli amanti dell’arredamento minimalista e per quelli che amano le cucine moderne: se abbinato a tonalità più scure, il piano di lavoro in faggio assume un fascino caldo e invitante.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come trasformare la casa in un rifugio accogliente

Come creare un rifugio rilassante in giardino: tra natura e relax

Leggi anche
Contents.media