Pulizia della morte svedese: una casa meravigliosamente ordinata

Si tratta di molto più che spolverare e ordinare.

La pulizia della morte svedese è una tendenza che in pochi conoscono. Forse conosci già hygge e lagom – due tendenze di vita popolari coniate e rese popolari dagli scandinavi, ma hai mai sentito parlare di döstädning? Tradotto in “pulizia della morte”, è un nuovo metodo di ridimensionamento e organizzazione dell’autrice e artista svedese Margareta Magnusson.

L’approccio è concepito come un modo semplice per le persone oltre i 50 anni di ripulire le loro case e organizzare i loro beni nella speranza che i loro figli non siano oberati dalle loro cose una volta morti.

Certo, sembra morboso, ma in realtà è un’idea piuttosto intelligente. La pulizia della morte non riguarda lo sbarazzarsi di tutte le tue cose, ma piuttosto lo snellire la tua vita in modo da tenere solo ciò che ti rende felice, un po’ come con il decluttering. “La pulizia della morte non riguarda lo spolverare o pulire”, ha detto Magnusson. “Si tratta di una forma permanente di organizzazione che rende la tua vita quotidiana più scorrevole”.

Pulizia della morte svedese: cosa sappiamo

  1. Non è solo per le persone sopra i 50 anni. Magnusson dice che ogni persona dovrebbe iniziare la pulizia della morte dopo i 50 anni, ma l’idea può funzionare per tutte le età.
  2. Dovrebbe essere un processo lento e continuo. Questa tecnica di pulizia non può essere iniziata e finita in un giorno, una settimana o un mese. Ci vorrà del tempo e dovrebbe essere vista come un cambiamento di stile di vita – non un periodo di intensa epurazione.
  3. Mentre ordini la tua casa, dovresti pensare anche al tuo testamento, al servizio funebre e all’eredità che lascerai. L’esperienza dovrebbe essere completa e pratica, aiutandoti ad essere preparato per la fine della tua vita, permettendo a te – non ad altri – di prendere le grandi decisioni.
  4. Dovresti esprimere le tue intenzioni. Parla ai tuoi amici e alla tua famiglia dei tuoi piani, in modo che possano ritenerti responsabile. pulizia della morte svedese 1200x800
  5. Regala i tuoi oggetti indesiderati. Quando passi a casa di un amico, evita i fiori o il cibo e portagli qualche libro che non vuoi più. Oppure, regala a tuo nipote un oggetto prezioso che vuoi che lui o lei abbia. Inizia il processo di dare via i tuoi oggetti a persone che potrebbero usarli o che li vorrebbero.
  6. Inizia dal tuo armadio. Secondo la Magnusson, è meno impegnativo dal punto di vista emotivo. Inizia da lì e forse ti sentirai motivato ad affrontare la soffitta.
  7. È molto terapeutico. La pulizia della morte non significa morire. Si tratta di guardare indietro alla tua vita e tenere solo ciò che è importante. Attraverso questo processo, farai un bilancio delle tue molte benedizioni, rivivrai bei ricordi, e sarai in grado di archiviare i tuoi più grandi tesori. In realtà è un modo piuttosto pulito di scrivere la propria narrazione.
  8. Dovresti premiarti, ma non con più cose. “Non dimenticare te stesso”, scrive Magnusson. Dopo aver finito di organizzare un’area o una parte della tua vita, concediti un film, una manicure o un pasto delizioso – non un viaggio nel tuo negozio preferito.
Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come pulire i cuscini di casa in modo corretto

Dai alla tua casa un restyling energetico con i cristalli

Leggi anche
Contents.media