I must have per arredare una cameretta montessori

Lettini, librerie, armadi guardaroba e giochi. Tutto quello che c'è da sapere per arredare una cameretta montessori realizzata a misura di bambino.

Il metodo montessori è un sistema pedagogico-educativo messo a punto da Maria Montessori, pedagogista ed educatrice che ha dedicato la sua vita ai bambini. Per la Montessori è necessario che nell’ambiente di crescita del bambino si crei uno spazio da utilizzare in estrema autonomia, fin dalla tenera età.

Cameretta montessori: come arredarla? Guida pratica alla creazione di un mondo a misura di bambino.

Cameretta montessori: come arredarla?

Una stanza pensata e realizzata in stile montessori è uno spazio dove tutto è a misura di bambino, con l’obiettivo primario di soddisfare e promuovere la crescita personale e l’indipendenza dei più piccoli. I diversi elementi di arredo devono rispettare le proporzioni del bambino così da favorirne l’autonomia e la sicurezza durante le diverse attività.

L’arredamento si caratterizza per le linee semplici e lo stile naturale dei materiali, come il legno.

Lettino montessoriano

Il lettino è il fulcro dell’arredamento della cameretta montessoriana. Per rispettare i principi del metodo, il letto deve essere basso in modo tale che il bambino possa salire e scendere da solo e assolutamente senza sbarre. Questo farà da stimolo per la sua visione del mondo e lo renderà indipendente fin da subito.

Un consiglio è quello di utilizzare un futon giapponese o comunque un letto con un materasso senza telaio sotto. Ideale sarebbe proporlo dai due anni in su, quando il bambino è già autonomo.

Cameretta montessori lettino

Le misure di un lettino montessoriano rispetto a un letto standard sono leggermente diverse. Comprensivo di materasso, il letto non deve superare di 20-25 centimetri il pavimento. Se hai il timore che il tuo bambino possa cadere durante la notte, isola il pavimento con un morbido tappeto accanto al letto.

Armadio guardaroba

Nell’arredamento montessoriano tutto deve essere a misura di bambino, sia fisicamente sia psicologicamente. Per quanto concerne l’abbigliamento, un bambino non necessita di molto: uno scaffale a cui appendere una barra appendiabiti andrà più che bene.

Cameretta montessori armadio

L’idea su cui poggia il sistema montessoriano è quella che il bambino possa vestirsi in autonomia. Optare per un mobile a giorno di dimensioni ridotte permetterà d’inserire tutto il necessario e stimolare il bambino a scegliere gli indumenti in piena libertà, senza l’aiuto dei genitori.

Libreria frontale

Così come per l’abbigliamento, anche per i libri i bambini devono poter avere accesso libero alle letture scelte in base all’età. L’ideale è inserire nella stanza una libreria o delle mensole frontali per permettere al bambino di riconoscere le copertine anche quando ancora non ha imparato a leggere.

Tappeto sensoriale

I bambini adorano vivere per terra sul pavimento. Lasciamoli muovere a piedi scalzi e giocare su un grande tappeto. Per i più piccoli si può pensare d’inserire un tappeto sensoriale su cui installare una giostrina e alcuni giochi morbidi. Per i più grandi, invece, si può scegliere un tappeto ideale da utilizzare come spazio giochi o come angolo lettura alternativo al lettino.

Tappeto per cameretta montessori

Tavolino e sedie

Scegliere un tavolino per arredare una cameretta montessoriana rappresenta una superficie agevole a completa disposizione del bambino. Un tipico tavolino montessoriano deve avere i bordi arrotondati per evitare possibili traumi di diversa natura durante le attività ludiche e l’altezza deve essere adeguata a quella del bambino.

Tavolo e sedie per bambini

Le sedie saranno più basse rispetto a delle sedie tradizionali per permettere al bambino di giocare, colorare e disegnare in completa autonomia e libertà. L’importante è che i bambini siano comodi sulle sedute per non rischiare dolori e problemi alla schiena.

Cesta montessoriana

La cesta montessoriana è il classico contenitore dei tesori: un grande cesto pieno di giochi e oggetti in grado di stimolare la creatività del bambino. Nei primi mesi di vita, infatti, i bambini amano stare seduti e tenere in mano tutti gli oggetti che vedono. Mettere loro davanti un cesto colmo di cose nuove da scoprire rappresenta un’occasione preziosa per tenerli occupati a lungo, stimolare la loro capacità di concentrazione e renderli estremamente felici.

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come igienizzare al meglio gli ambienti domestici grazie ai sanificatori ad ozono

Come scegliere le sedie da ufficio più adatte per la casa

Leggi anche
Contents.media