Carta da parati in cucina: perché usarla?

Una soluzione decisamente sottovalutata che può, invece, rivelarsi molto funzionale.

Con un’atmosfera spesso umida, odori di cucina, grasso e schizzi di cibo, la carta da parati in cucina potrebbe sembrare un’aggiunta al disastro. Tuttavia Alex Whitecroft, esperto in design, sostiene che ci sono buoni motivi per utilizzarla.

Molti proprietari evitano la carta da parati in cucina per paura che si sporchi o si stacchi a causa dell’umidità.

Ebbene, quest’ultima in realtà è ottima per aggiungere colore, consistenza e design. Per gli amanti delle fantasie, la vastità dei disegni disponibili sulle carte da parati è incomparabile.

Carta da parati in cucina: funzionalità e design

Alex fa notare come il mattone finto, la pietra e il marmo siano le scelte più popolari e particolarmente di tendenza. Che vogliate realizzare una meravigliosa cucina in stile moderno, o che vogliate sorprendere gli ospiti con uno stile industriale, si tratta di una soluzione davvero conveniente.

Inoltre, la carta da parati è molto più facile da sostituire rispetto alle piastrelle, ai frontali delle credenze e alle alzatine. Una domanda sorge spontanea: nonostante sia un metodo di decorazione efficace in termini di costi e di tempo, la carta da parati in una cucina durerà davvero?

Carta da parati in cucina finto mattone

Cerca una carta con una finitura vinilica che agisca da barriera contro l’umidità. Queste carte sono forti e durevoli, e se applicate correttamente possono durare per anni. Un altro vantaggio è quanto sia lavabile una carta da parati; basta cercare i simboli che spiegano come pulire ogni carta. Qualsiasi carta da parati che sia “extra lavabile”, “lavabile” o “altamente lavabile” sarà adatta alle cucine.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fiori secchi: alcune idee per usarli per decorare la vostra casa

Comprare un divano: cinque cose da considerare

Leggi anche
Contents.media