Come unire arredamento moderno e antico: mix di tradizione e innovazione

Mobili d'antiquariato in una casa al passo con i tempi: come unire arredamento moderno e antico tra loro?

Lo stile d’arredamento di una casa non dev’essere per forza uno, anzi, per creare un ambiente unico e particolare è possibile servirsi di più tendenze. Quando si mischiano due stili molto diversi è, però, molto facile commettere errori e decisione sbagliate, per questo è bene conoscere qualche regola.

Vediamo come unire arredamento moderno e antico insieme.

Unire arredamento moderno e antico

Un mix di stile moderno e antico è adatto a chi desidera stare al passo con i tempi, senza mai abbandonare la tradizione e il passato. Non è vero che due tendenze così opposte non possano andare d’accordo, al contrario si può creare un ambiente dall’atmosfera unica.

Mix tra moderno e antico

L’arredamento moderno porta con sé l’obbiettivo di alleggerire gli spazi, guarda alla funzionalità e alla praticità e predilige linee pulite e regolari.

D’altra parte, uno stile d’arredamento più antico è caratterizzato dal fascino del passato e cerca di donare alle case moderne un tocco vintage.

A causa delle caratteristiche degli stili parecchio diverse tra loro, la prima cosa da fare è scegliere, tra i due, uno stile che faccia da dominante.

Scegliere uno stile dominante

Nell’accostamento di questi due stili, uno deve essere scelto per fare da dominante. La soluzione più adeguata e coerente è scegliere lo stile moderno come tendenza dominante.

I mobili d’antiquariato sono molto eleganti e raffinati, per questo si adattano facilmente a uno stile moderno.

moderno con un tocco di vintage

In una cucina moderna, per esempio, può essere posizionato un vecchio tavolo in legno, in grado di creare un ambiente dal fascino irresistibile. Un’altra soluzione può essere una scrivania in legno intarsiato o uno specchio vintage.

classico e moderno insieme

E’ sempre bene non esagerare con i pezzi d’antiquariato, altrimenti l’armonia verrà spezzata.

Oltre alla scelta degli arredi, quest’ultimi devono rispettare la palette di colori dello stile dominante. In caso contrario, è sempre possibile far riverniciare i vecchi mobili e dare loro un nuovo aspetto.

Un ultima cosa che necessita di attenzione nella scelta è la dimensione dei mobili antichi: se di grandi dimensioni, è meglio posizionarli in stanze più ampie.

Per ogni stanza

Il soggiorno è, di norma, la stanza più grande della casa e per questo è possibile sbizzarrirsi di più. Da tenere sempre a mente è il fatto di non esagerare con gli accostamenti. Un tavolo da pranzo antico o uno specchio da muro possono essere adatti all’arredamento di un salotto antico moderno. Anche una piccola credenza da posizionare in un angolo della stanza.

moderno e antico: come abbinarli

In una cucina è ancor più facile, poiché è l’ambiente che si presta meglio a tramandare passato e tradizione.

Anche in questa stanza può essere un ottima soluzione accostare un vecchio tavolo in legno con delle sedie moderne. Il legno dei mobili antichi crea un bel contrasto con i colori neutri dell’arredamento moderno, donando dinamicità all’ambiente.

In una camera da letto è meglio scegliere oggetti antichi di dimensioni ridotte e decorativi, per lasciare agli arredi più grandi lo stile moderno. Per esempio, un modernissimo letto matrimoniale da accostare a un baule vintage, da posizionare ai piedi del letto.

Scritto da Redazione Casa
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bagno color sabbia: come trovare l’abbinamento perfetto

La stupenda casa di Lionel Messi a Barcellona

Leggi anche
Contents.media