Come usare meno plastica nel giardino di casa

Anche piccoli cambiamenti nelle tue scelte di giardinaggio contribuiranno a ridurre ciò che finisce in discarica.

In giardino si usa più plastica di quanto si pensi. Per esempio, ogni pianta da un vivaio arriva in un vaso di plastica usa e getta, ha etichette di plastica per le piante, o arriva in vassoi per i semi.

Tutto ciò può avere un impatto sull’ambiente: si stima che un singolo vaso di plastica impieghi circa 500 anni per decomporsi completamente.

Con un po’ di previdenza, ci sono molti modi per ridurre la quantità di plastica che si usa in giardino. Ricorda, tuttavia, di attuare questa pratica anche negli spazi interni della casa.

Partire dai semi

Evita completamente i vasi di plastica. La maggior parte dei semi si trova in pacchetti di carta che possono essere riciclati o aggiunti alla pila del compost. Puoi riutilizzare oggetti in casa per tenere le tue piantine, fare i tuoi vasi biodegradabili con giornali o rotoli di carta, o usare vasi biodegradabili che possono essere piantati direttamente nel terreno. Se stai conservando i semi del tuo giardino, tienili in vasi di vetro ben chiusi.

Riutilizzare o riciclare i vasi di plastica

Se hai già un mucchio di vasi di plastica dopo aver piantato il tuo giardino, considera di riutilizzarli invece di buttarli via. Per prima cosa, lava i vasi con acqua e una spazzola. Lascia asciugare i vasi all’aria, poi impilali insieme per conservarli fino a quando ne avrai bisogno di nuovo. Alcuni vivai e centri di giardinaggio permettono di restituire i vasi di plastica al negozio per il riutilizzo o il riciclaggio.

Scegli le etichette di legno

Invece di usare le etichette di plastica per le piante in giardino, opta per i marcatori di legno. È possibile acquistare un set nei negozi di giardinaggio o semplicemente utilizzare i bastoncini del negozio di artigianato e scriverci sopra con un pennarello permanente. Sono biodegradabili ma non si rompono troppo velocemente, quindi puoi riutilizzarli per qualche anno.

plastica giardino

Compra terra e pacciame all’ingrosso

Se hai un capanno o un altro posto dove puoi conservare pacciame e terra in più, compra questi materiali all’ingrosso invece di comprare decine di sacchetti più piccoli. La maggior parte dei tipi di terra, pacciame e compost sono contenuti in sacchetti di plastica che non possono andare da nessuna parte se non nella spazzatura una volta usato il loro contenuto. Comprando all’ingrosso, puoi ridurre la quantità di plastica destinata alla discarica.

Inoltre, controlla il tuo centro di riciclaggio locale o i parchi e i centri ricreativi. Spesso le città offrono pacciame gratuito da alberi abbattuti (senza imballaggio!).

Usa gli annaffiatoi di metallo

Anche se gli annaffiatoi di plastica sono più economici, non è sempre garantito che siano riciclabili. Inoltre, è più probabile che si incrinino e si rompano nel tempo, mentre un annaffiatoio di metallo durerà molto più a lungo.

Crea i tuoi repellenti per i parassiti

Dopo aver consumato un repellente per parassiti comprato in negozio, la maggior parte delle persone butta semplicemente via la bottiglia di plastica vuota. Se crei il tuo repellente per zanzare, puoi usare un flacone spray più volte invece di comprarne uno nuovo a ogni stagione di crescita. Non stai eliminando il tuo uso della plastica, ma lo stai riducendo.

ridurre plastica giardino

C’è quasi sempre un’alternativa meno dispendiosa per soddisfare le tue esigenze di giardinaggio. Anche piccoli scambi e scelte aiutano a ridurre i rifiuti di plastica del giardino. Quando cerchi forniture per il giardino in questa stagione, se puoi trovare un’opzione biodegradabile o riciclabile, prendila. Madre Natura ti ringrazierà e ti regalerà dei meravigliosi santuari da vivere.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come realizzare un mosaico in casa: progetti semplici

Tendenze d’arredamento nostalgiche che sono tornate di moda

Leggi anche
Contents.media